L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
in G.I. Joe 3 Jon M. Chu vuole avere una narrazione più semplice e più combattimenti creativi

in G.I. Joe 3 Jon M. Chu vuole avere una narrazione più semplice e più combattimenti creativi

Di Marlen Vazzoler

jon-m-chu-carpet

Dopo aver preso una breve pausa per dirigere il film concerto Justin Bieber’s BelieveJon Chu è tornato a lavorare nel mondo dei G.I. Joe con una visione più chiara.

“Sono sicuramente ritornato con più energia. Sono chiaramente tornato pensando ‘Okay, adesso è chiaro. Qui è dove i ragazzi gridano e ridono’”.

Il filmaker ammette di seguire quello che dicono i fan sui vari social media, ma spiega che al contempo ne tiene e non ne tiene conto.

“Mi piace sentirli. Non è mai stato possibile prima. Lavoro con il vantaggio delle informazioni di cui siamo in possesso e dei personaggi che potrei aver dimenticato ma che la gente ama davvero. La maggior parte [dei commenti] serve solo per confermare le cose che penso che contraddistinguano i Joe. Ma non li seguiamo alla lettera. I film sono per un pubblico più grande rispetto agli appassionati di un determinato genere o di alcuni IP.
Ma sicuramente mi piace sentirli, perché è uno sforzo collaborativo. Quando sto facendo qualcosa, è qualcosa su cui ho avuto una visione nella mia infanzia, o adesso, ma potrebbe essere diversa. Posso sempre tornare a ciò che amo, ma se qualcuno ha un’idea migliore, allora sono completamente favorevole”.

Ma cosa possiamo aspettarci da G.I. Joe 3? Seguirà la ‘regola’ che prevede la realizzazione di un sequel sempre più grande del film precedente? Chu spiega che in realtà vuole perseguire una strada diversa, con una storia più semplice.

“Sicuramente non punteremo a farlo più grande visto che abbiamo già fatto qualcosa che era già molto grande l’ultima volta e questo non lo ha necessariamente reso migliore. La stessa cosa con la danza. Quando facciamo delle cose con la danza che ha dei grandi trucchi, quei grandi trucchi sono grandi se sono fatti in moderazione. Quando hai una bella valle, puoi avere una collina con qualcosa impressionante. Ma in termini di Joe, credo che sia più l’essere creativi e il dare al pubblico qualcosa di diverso e nuovo. Abbiamo avuto due G.I. Joes, in due modi molto diversi, e dobbiamo prendere le lezioni che abbiamo imparato con questi due per cercare di fare possibilmente il miglior Joe.
Amo i G.I. Joe perché parlano di eroi. È una narrazione molto classica. Ci sono i cattivi e ci sono gli eroi, e ci sono gli esseri umani in mezzo a tutto questo, e devono fare delle scelte sulla loro vita per diventare degli eroi. Devono sacrificare, devono rischiare se stessi, e combattere per qualcosa. Mi piace che abbia una narrazione classica. Cerco sempre di inserirla e di renderlo più semplice. Non deve essere grande, ma devi avere dei combattimenti più creativi e una narrazione più semplice, in modo da poterti divertire”.

Per quanto riguarda l’abbandono del live action di He-Man, Masters of the universe, il filmaker spiega che lo script ara fantastico e avrebbe amato fare quel progetto, ma c’era un conflitto con i tempi di Joe.

“Non sento di aver adempiuto alla promessa che ho fatto, di portare tutto quello che mi piace dei Joe nello script. Sento che abbiamo fatto un sacco di cose fondamentali. Abbiamo spianato la strada. Abbiamo riportato il film in vita, ma allo stesso tempo, c’è ancora tanto da fare, per renderlo ancora migliore. Ho imparato molto con l’ultimo, e voglio metterlo in pratica e far si che questo sia ancora migliore, far si che dia vita a molti, molti film in futuro, indipendentemente che li faccia io o meno”.

Fonte Collider

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Batman – La serie non sarà Gotham Central, ma uno spin-off su Gordon 18 Aprile 2021 - 19:00

Ed Brubaker rivela che l'annunciata serie per HBO Max, spin-off di The Batman, non sarà un adattamento di Gotham Central, ma avrà James Gordon come protagonista.

Zack Snyder’s Justice League – Ecco il concept art di Kilowog 18 Aprile 2021 - 18:00

Jerad S. Marantz ha svelato il suo concept art per Kilowog in Zack Snyder's Justice League, dove la Lanterna Verde appare in un cameo.

Shang-Chi – La pagina Twitter è stata aggiornata, i fan sperano nel trailer 18 Aprile 2021 - 17:00

Il profilo Twitter di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings è stata aggiornata, e i fan sperano che la Marvel sveli il primo trailer.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.