L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Hateful Eight – Tarantino cita la Gawker Media per 1 milione di dollari!

Di Marlen Vazzoler

quentin-tarantino-director

Lo script di Tarantino, The Hateful Eight, torna ancora a far parlare di sé. Ieri mattina il filmaker ha presentato una denuncia di violazione del copyright e contributiva violazione del copyright al Distretto Centrale della California Western Division contro la Gawker Media per aver postato sul suo sito dei link per il download della prima bozza dello script, la cui diffusione aveva spinto la settimana scorsa il regista ad abbandonare la realizzazione del film.
Ecco un estratto:

“La Gawker Media ha trasformato in un business il giornalismo predatorio, violando il diritto dei cittadini di incassare un dollaro. Questa volta sono andati troppo in là. Invece di limitarsi a pubblicare una notizia che riporta che la sceneggiatura del querelante potrebbe essere circolata a Hollywood senza il suo permesso, la Gawker Media ha superato i confini del giornalismo promuovendo se stessa al pubblico come la prima fonte per leggere l’intero copione illegalmente. Il loro titolo vanta, ‘Here is the leaked Quentin Tarantino Hateful Eight Script’ – qui, non da qualche altra parte, ma ‘qui’ sul sito Gawker.
L’articolo contiene una serie di link diretti per scaricare l’intera sceneggiatura attraverso una convenientemente URL anonima con un semplice pulsante da cliccare – link sulla pagina Gawker, e incoraggiano sfacciatamente i visitatori del Gawker a leggere la sceneggiatura illegalmente con un invito a ‘godersela’. Non c’era nulla degno di attenzione o di giornalistico nel facilitare e incoraggiare la Gawker Media nella violazione pubblica del diritto d’autore sulla sceneggiatura del querelante, e il suo comportamento non proteggerà la Gawker Media dalla responsabilità per la loro attività illecita”.

Nella denuncia viene detto che la Gawker ha rifiutato di togliere il post e le URL che incoraggiano a leggere la sceneggiatura di Tarantino. Il regista inoltre chiede alla Gawker Media un rimborso per danni di oltre 1 milione di dollari.
La compagnia ieri pomeriggio ha risposto alle accuse in un post scritto da John Cook in cui espone in sei punti la posizione e il punto di vista della Gawker. Secondo la Gawker Media è stato lo stesso Tarantino che ha voluto vedere online lo script e incolpa il regista per la sua diffusione, dopo aver svelato che il suo script era reperibile nella sua intervista a Deadline.

“È stato lo stesso Tarantino a trasformare il suo copione in una notizia, una che gli è valsa grande attenzione.
Una persona sconosciuta alla Gawker l’ha messo su un sito web chiamato AnonFiles, e sempre un altro sconosciuto lo ha messo su un altro sito web chiamato Scribd. Giovedi scorso, Gawker ha ricevuto una soffiata da un lettore che ci ha informato che la sceneggiatura era sul sito AnonFiles, dopo di che Gawker ha pubblicato una notizia che riportava che lo script era comparso on-line”.

La società ha dichiarato di aver svolto il proprio ruolo come sito di notizie e di essere pronta ad affrontare il regista in una battaglia legale.
Nel post di Cook, per due volte il nome di Deadline è stato tirato in ballo, e il giornalista Mike Fleming ha deciso di rispondere a quanto scritto dalla Gawker.

“Dal momento che lo scrittore John Cook fa riferimento alla storia originale di Deadline Hollywood in due punti, vorrei dare un po’ di contesto ai punti in cui Cook ha sbagliato nella sua risposta che sembrava scusare il comportamento sfacciato e disinvolto della Gawker mettendoci in mezzo”.

Fleming chiarisce che non ha ottenuto e non ha ancora ottenuto la sceneggiatura di The Hateful Height. Inoltre il pezzo è stato pubblicato perché Tarantino voleva che il pubblico sapesse che aveva cambiato i suoi piani sul suo prossimo film, ferito da quello che considerava un tradimento. L’altro punto citato da Cook, secondo Fleming è stato completamente tolto al di fuori del suo contesto.

“Quello che il regista mi ha detto era che lui non è un ipocrita. Quando stava girando i suoi film e ha visto che la bozza finale del copione era online, in passato non è rimasto sconvolto e gli ha fatto piacere che la gente la cercasse. Mi sembra che quello che la Gawker sta provando a congedare è il fatto che questa è la creazione della proprietà intellettuale di Quentin Tarantino”.

Questa potrebbe diventare un interessante battaglia legale, vi terremo aggiornati sul suo sviluppo.

Fonti THR, Deadline

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

BAFTA 2021: Nomadland è il miglior film, tutti i vincitori 11 Aprile 2021 - 21:53

Sono stati annunciati i vincitori dell’edizione 2021 dei BAFTA, i prestigiosi premi britannici, consegnati dalla British Academy of Film and Television Arts.

Them – La serie Amazon conquista Stephen King: “Mi ha spaventato a morte” 11 Aprile 2021 - 20:00

La serie horror Them ha da qualche giorno fatto il suo debutto su Amazon Prime Video e ha già trovato un fan che non passa certo inosservato: sua maestà Stephen King.

Spider-Man: No Way Home – Un riferimento a Cap nelle nuove foto dal set 11 Aprile 2021 - 19:00

Due foto dal set di Spider-Man: No Way Home contengono un riferimento alla Statua della Libertà e allo scudo di Capitan America.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.