L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Happy Days compie 40 anni: cosa fanno ora Richie, Fonzie e gli altri?

Di Valentina Torlaschi

Happy days 40 anni

Giubbotti di pelle, gonne a ruota, pollici in alto, le moto (Harley, ovviamente) e quel jukebox del mitico locale “Arnold’s” che solo Fonzie riusciva a far funzionare con un pugno da duro. L’immaginario che vi abbiamo vagamente suggerito è quello di Happy Days, e di cosa poteva essere se non della serie televisiva creata da Garry Marshall e ambientata nella felice e spensierata America a cavallo tra gli anni ’50 e ’60? Oggi la sit-com compie 40 anni e, a pensarci, la nostalgia è sorge spontanea e sincera per la famigliola perfetta dei Cunningham e per il grande Arthur “Fonzie” Fonzarell, il meccanico sciupafemmine o anche il James Dean del Milwaukee.

Prego, la sigla:

La prima puntata di Happy Days è stata trasmessa il 15 gennaio 1974 sulla rete americana ABC mentre in Italia è arrivata nella stagione ’77-’78 su Rai 1 diventando un cult assoluto. Come tutti sanno, tra i protagonisti c’era un giovanissimo Ron Howard che poi sarebbe appunto diventato uno dei registi più acclamati di Hollywood. E gli altri attori che fine hanno fatto? La risposta qui sotto.

Ron Howard / Richie Cunningham

Ron Howard Richie Cunningham

Ron Howard è oggi uno dei registi più noti e amati di Hollywood. Ha vinto due Oscar (per Beautiful Mind come Miglior regista e Miglior Film); la sua ultima prova artistica è stata l’avvincente ed emozionante Rush: la pellicola che racconta la storia vera della rivalità-amicizia tra i piloti James Hunt e Niki Lauda, qui interpretati dai convincenti Chris Hemsworth e Daniel Brühl.

Henry Winkler / Arthur “Fonzie” Fonzarelli

Henry Winkler Fonzie copy
Dopo Happy Days l’attore ha continuato a recitare per la tv senza però mai raggiungere la stessa notorietà. Dal 2003, comunque, si è lanciato nella narrativa scrivendo libri per bambini che hanno per protagonista un giovane ragazzino dislessico (come lo stesso autore) di nome Hank Zipzer.

Marion Ross / mamma Marion Cunningham

Marion Ross - Marion Cunningham

Anche lei, una volta conclusasi la serie dei ‘Giorni Felici’, non ha più avuto la stessa fama ma è riuscita comunque a destreggiarsi e a stare a galla tra il piccolo e il grande schermo, nonché qualche interpretazione a teatro. Negli ultimi anni l’abbiamo vista in tv in Grey’s Anatomy e Brothers & Sisters e al cinema in Superhero – Il più dotato fra i supereroi.

Tom Bosley / papà Howard Cunningham

tom-bosley-happy-days

Deceduto nell’ottobre 2010, l’attore era riuscito a costruirsi, anche grazie alle sue innegabili qualità interpretative, una carriera solida. Dopo Happy Days, dal 1984 al 1988 era stato lo sceriffo Amos Tupper in un’altra serie cult: La signora in giallo. Numerosi anche i ruoli e le partecipazioni al cinema: Strano incontro, Divorzio all’americana, Guerra amore e fuga e il più recente Piacere, sono un po’ incinta.

Anson Williams / Warren “Potsie” Weber

postie copy

Bei successi anche per Anson Williams, il cui vero nome è Warren Weber. Anche lui passato dall’alto lato della telecamera come Ron Howard, il “vecchio Potsie” è stato poi regista di alcune delle serie più popolari degli ultimi 20 anni: Beverly Hills 90210, Melrose Place, Streghe, Star Trek Deep Space Nine e Star Trek Voyager.

Donny Most / Ralph Malph

HappyD7002 copy

Oltre alla carriera da attore in cui vanta apparizioni in Baywatch, Glee e Love Boat, la sua principale attività è diventata quella di doppiatore ma anche di disegnatore: sue le vignette satiriche per la rivista americana The Onions.

Erin Moran / Joanie Cunningham aka “Sottiletta”

Erin_Moran_Joanie_Cunningham_1976 copy

La più sfortunata di tutti e quella la cui vita attuale è più lontana in assoluto dagli anni felici di Happy Days è Erin Moran: dopo aver partecipato allo spin-off Jenny e Chachi sempre nello stesso personaggio della dolce Joanie Cunningham meglio nota come “Sottiletta”, l’attrice non è più riuscita ad aver ruoli di rilievo. E soprattutto non è più riuscita a reinventarsi una vita al di fuori della serie che l’aveva resa famosa. Nel giugno 2012 la notizia che era ora ormai ridotta sul lastrico e che viveva in una roulotte in un parcheggio di New Salisbury nell’Indiana aveva fatto il giro del mondo.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il produttore Scott Rudin lascia tutti i suoi progetti dopo le accuse di abusi ai dipendenti 20 Aprile 2021 - 21:30

Il mega-produttore, premio Oscar per Non è un paese per vecchi, ha fatto un passo indietro dopo una serie di pesanti accuse

Ted Lasso: la seconda stagione dal 23 luglio su Apple TV+, ecco il trailer! 20 Aprile 2021 - 20:53

Apple TV+ ha diffuso il trailer della seconda stagione di Ted Lasso, la serie sportiva interpretata e creata da Jason Sudeikis.

Cannes 2021: confermati The French Dispatch e Benedetta di Paul Verhoeven 20 Aprile 2021 - 20:45

I nuovi film di Wes Anderson e Paul Verhoeven, già selezionati l'anno scorso, verranno presentati sulla Croisette

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.