L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Golden Globe, tra conferme e sorprese: un commento

Di Leotruman

Leonardo_DiCaprio_a_p-682x1024

Sono i premi cinematografici secondi per popolarità agli Oscar (ma non per prestigio). Parliamo dei Golden Globe Awards, i riconoscimenti assegnati dai giornalisti della stampa estera iscritti all’HFPA (Hollywood Foreign Press Association) al mondo del cinema e della televisione.

Rispetto alle previsioni della vigilia ci sono state non poche sorprese e la serata si è rivelata tutt’altro che piatta. Ma come possiamo prendere per le pinze il responso dei Globe per provare comunque a capire ed inquadrare al meglio la corsa agli Oscar?

Proviamo ad analizzare quest’ultima premiazione integrandola con le varie nomination ai premi di categoria.

La lista completa dei vincitori

Tutti gli acceptance speeches della sezione cinema

– Tutti gli acceptance speeches della sezione TV

Foto e video della serata

Un approfondimento sulla vittoria de La Grande Bellezza

12-years-a slave spot

VERSO L’OSCAR

La gara si conferma a due. 12 anni schiavo American Hustle sono i due film che si contenderanno l’Oscar come Miglior Pellicola dell’anno. Sono l’Argo e il Lincoln del 2014 (o The Artist/Hugo Cabret, Il Discorso del Re/The Social Network, The Hurt Locker/Avatar, The Millionaire/Benjamin Button). Gravity vincerà molti Oscar, ma non questo (è un po’ il Vita di Pi di quest’anno, ma ancora meglio).

– Nessuno tocchi l’Oscar alla miglior regia di Alfonso CuarónUna vera esplosione di entusiasmo per il regista messicano durante la premiazione, i cui meriti sono innegabili. I bookmaker probabilmente lo quoteranno 1 a 1.00001.

– Splendida e bravissima Amy Adams, e meriterebbe seriamente di vincere il suo primo Oscar, ma quest’anno i giochi sono già fatti: Cate Blanchett ha ritirato ieri il primo di una serie infinita di premi. La sua interpretazione è la migliore dell’anno, e può già preparare spazio nella sua bacheca accanto alla sua prima statuetta (vinta come Non Protagonista per The Aviator).

Frozen ha incassato 317 milioni di dollari solamente negli USA (and counting), 712 milioni nel mondo. Ottenuto il 90% di recensioni entusiastiche e il suo album è balzato in cima alla classifica dei dischi più venduti. Walt Disney è tornata a dominare proprio come negli anni ’90, ed è pronta a ricevere un nuovo Oscar da aggiungere ai suoi capolavori (pensare che non esisteva nemmeno la statuetta per il miglior film animato ai tempi de La Sirenetta o de La Bella e la Bestia, che ricordo venne nominato come miglior film).

– Non vorremmo tirarla a Sorrentino, ma La Grande Bellezza è il film italiano che ha più chance di vincere dai tempi di Roberto Benigni e La Vita è Bella. Dopo gli Oscar europei e la citazione in molte classifiche e premi della critica USA, la nostra pellicola ha battuto la Palma d’Oro La Vita di Adele, che ricordo non può essere candidato all’Oscar (la Francia ha selezionato un’altra pellicola). Si ipotizzava almeno un “contentino” per Kechiche, visto l’elevatissimo gradimento del suo capolavoro negli USA, ma non è stato così. È ancora rischioso scommettere, ma la corrispondenza Globe/Oscar negli ultimi anni è elevata (3 su 3) e gli altri candidati non sono particolarmente agguerriti.

The Wolf of Wall Street - Trailer ufficiale - YouTube

SURPRISE! E ORA?!

–  Matthew McConaughey e Leonardo DiCaprio VS Chiwetel Ejiofor e Christian Bale. Ci aggiungiamo anche Bruce Dern e la cinquina è completa. Ma chi vincerà l’Oscar? Scordatevi la noia della gara dello scorso anno, con Daniel Day Lewis trionfatore in qualsiasi premio. Saranno i SAG ad iniziare a chiarirci un po’ le idee prossimamente. Sarà trionfo per 12 Anni Schiavo, e quindi anche per Ejofor, o sarà l’Oscar della rivincita, con la vittoria di DiCaprio o McConaughey? Oppure l’Oscar alla carriera per Dern?

– Lupita VS Jennifer (con la minaccia Oprah). Anche in questo caso la gara è aperta, ma tra sole due contendenti. Ghiotta la possibilità di premiare con un secondo Oscar consecutivo la giovane star di Hunger Games o si preferirà l’intensa interprete di 12 Anni Schiavo? Il Globe di certo non basta e la corsa all’Oscar molto lunga.

Jared Leto. Bravo, anzi bravissimo in Dallas Buyers Club. I Globe non hanno resistito nel premiare la rockstar qui in versione travestito, ma anche questa è una delle categorie più aperte dell’anno. In zona orbitano Michael Fassbender, Bradley Cooper, Barkhad Abdi di Captain Phillips e non solo. Finalmente quest’anno le categorie dei non protagonisti non saranno “noiose” come al solito.

spike jonze 2

QUESTI SONO I GLOBE BABY!

U2 + Mandela a quanto pare accoppiata irresistibile per i giornalisti della stampa estera negli USA. Agli Oscar sarà tutto diverso e in agguato ci sono Let it Go, Young & Beautiful e altri titoli ben più forti.

Spike Jonze piace più agli europei che agli americani. Her è universalmente acclamato, ma il regista di Essere John Malkovich non sembra essere la testa di serie della sua categoria. Considerando che David O’Russell, nonostante sia costantemente nominato, rischia di finire nuovamente a mani vuote, l’Academy potrebbe puntare su di lui almeno per la sceneggiatura di American Hustle, così come è ben noto l’amore nei confronti di Alexander Payne (Nebraska).

All is Lost ha vinto il premio come Miglior Colonna Sonora. Sembra davvero difficile che si possa replicare tale vittoria agli Oscar visti gli altri candidati in gioco. Il film con Redford è piaciuto, ma non sembra avere il potenziale per sconfiggere agli Academy contendenti ben più forti e meritevoli (Price, Zimmer, Williams).

Quali premi secondo voi saranno ripetuti agli Oscar e quali no? Qui sotto le nostre previsioni delle nomination, che saranno rese note giovedì alle ore 14.30:

#1 Migliori Effetti Visivi, Sonoro e Montaggio Sonoro

#2 Migliori Scenografie, Costumi e Musiche

#3 Miglior Fotografia, Montaggio, Trucco

#4 Miglior Sceneggiatura Originale, Adattata, Film Straniero

Per rimanere aggiornati su tutte le nomination, i premi e il cammino verso gli Oscar seguite la nostra CATEGORIA SPECIALE o la nostra pagina Facebook. Gli Academy Awards saranno consegnati il 2 marzo 2014, una cerimonia che seguiremo e commenteremo come sempre in diretta insieme a voi.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bosch: il trailer della stagione finale, dal 25 giugno su Prime Video 13 Maggio 2021 - 20:45

Titus Welliver è pronto a tornare nella settima e ultima stagione della serie tratta dai romanzi di Michael Connelly

Snake Eyes: le prime immagini dello spin-off di G.I. Joe 13 Maggio 2021 - 20:32

il primo sguardo ufficiale a Snake Eyes, lo spin-off di G.I. Joe in arrivo nelle sale italiane il prossimo luglio.

Halston – Chi è il leggendario stilista interpretato da Ewan McGregor 13 Maggio 2021 - 20:10

Halston, su Netflix dal 14 Maggio, racconta la vita del celebre stilista: ecco la vera storia che ha ispirato la serie!

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.