L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Giornata della Memoria, 3 film per ricordare le vittime del nazismo

Di Valentina Torlaschi

train_de_vie_un_treno_per_vivere_lionel_abelanski_radu_mihaileanu_001_jpg_bifa copy

Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche dell’Armata Rossa entravano nel campo di concentramento di Auschwitz e dietro quel cancello su cui campeggia la scritta “Arbeit macht frei”, ossia “Il lavoro rende liberi”, scoprirono un’efficientissima fabbrica dell’orrore. Il 27 gennaio è poi diventato il Giorno della Memoria, la data consacrata al ricordo dello sterminio del popolo ebraico e dei morti per mano del nazismo.

Da sempre il cinema si presta a essere uno strumento diretto ed efficace per non dimenticare gli orrori della nostra Storia. Nei cinema è in programmazione un film che esplora le cicatrici indelebili di questa tragedia: Hannah Arendt, la pellicola diretta da Margarethe von Trotta che narra la vera storia della scrittrice e filosofa che seguì il processo al nazista Adolf Eichmann e lo raccontò nel suo libro-capolavoro, oggetto di dibattito e polemiche, La banalità del male (QUI maggiori dettagli).

Per non dimenticare, vi segnaliamo inoltre tre film degli ultimi anni che, di nazionalità, genere e ambientazioni diverse, hanno voluto raccontare le atrocità di massa commesse con fredda e calcolata crudeltà dal regime nazista e la Shoah.

L’uomo che verrà

Film diretto dal regista bolognese Giorgio Diritti (il “nuovo Ermanno Olmi” come è stato definito dalla critica) ed uscito nei nostri cinema nel gennaio 2010. Le vicende della pellicola prendono il via nell’inverno del 1943: protagonista è Martina, una bambina di 8 anni che vive alle pendici di Monte Sole, non lontano da Bologna. La sua è una famiglia contadina che, come tante, fa fatica a sopravvivere. Anni prima, Martina ha perso il fratellino di pochi giorni e da allora ha smesso di parlare, ma la mamma ora è ancora incinta e Martina vive nell’attesa del bimbo che nascerà mentre la guerra man mano si avvicina. L’esistenza di tutti sarà sconvolta quando le SS scatenano nella zona un rastrellamento senza precedenti, che passerà alla storia come la strage di Marzabotto. Un racconto che miracolosamente riesce a essere brutale e lirico insieme.

Train de Vie

Ridere dell’Olocausto? Si può. Train de vie – Un treno per vivere è una pellicola uscita nei cinema nel 1999 e diretta dal regista rumeno Radu Mihaileanu. Una pellicola che, un po’ come La vita è bella, racconta la tragica persecuzione degli Ebrei attraverso la chiave dell’ironia che, ovviamente, ha un fortissimo e inevitabile retrogusto amaro. Il film narra di una comunità di Ebrei in fuga verso la Palestina per sfuggire alle persecuzioni naziste. Per non venir scoperti, tutti gli abitanti seguono la folle idea del pazzo del villaggio: costruiscono un treno di finti deportati. Alcuni reciteranno la parte degli Ebrei; altri quella dei comandanti nazisti. Ma non tutto è come sembra…

Schindler’s list

È del 1993 questo capolavoro diretto da Steven Spielberg diventato il film più famoso e iconico (il cappottino rosso della bambina, una delle pochissime pennellate di colore in un universo nerissimo, è un’immagine ormai universale) sulla persecuzione degli ebrei. Ispirata al romanzo La lista di Schindler di Thomas Keneally e basata sulla vera storia di Oskar Schindler, la pellicola racconta di un industriale tedesco (Oskar Schindler, qui interpretato da un indelebile Liam Neeson) che, in affari coi nazisti, usa gli ebrei come forza-lavoro a buon mercato. Gradatamente, pur continuando a sfruttare i suoi intrallazzi, prende coscienza degli orrori della Shoah e diventa il loro salvatore, strappando più di 1100 persone dalla camera a gas. “Chiunque salva una vita, salva il mondo intero”: questa la frase tratta dal Talmud e citata dopo la parola fine. 7 Oscar.
QUI il link per scaricare il film da iTunes

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Tom Hiddleston parla di Loki: «È una serie sull’identità» 12 Aprile 2021 - 16:45

Tom Hiddleston parla dei temi al centro di Loki, e ci invita a fare attenzione ai font "mutaforma" del titolo. La serie debutterà l'11 giugno su Disney+.

Perry Mason: Tatiana Maslany non tornerà nella stagione 2 12 Aprile 2021 - 16:42

Sorella Alice McKeegan, il personaggio interpretato da Tatiana Maslany in Perry Mason, non tornerà per la seconda stagione nonostante l'attrice avesse dichiarato che questo era il primo capitolo della sua storia

Elite: La stagione 4 dal 18 giugno, foto e video annuncio 12 Aprile 2021 - 16:03

Prime foto ufficiali e video annuncio della quarta stagione di Elite, in arrivo su Netflix a giugno

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.