L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Torino 2013 – A proposito di Au Nom du Fils e The Conspiracy #Torino2013SW

Di Filippo Magnifico

au-nom-du-fils

Au Nom du Fils (sezione After Hours)

Il film più coraggioso del festival e, soprattutto, il film che non avrà mai una distribuzione in Italia.
Astrid Whettnall interpreta una madre dalla profonda fede, le cui convinzioni vengono messe a dura prova nel momento in cui scopre che il figlio è stato molestato da un prete. In cerca di aiuto, la poverina si rivolge all’unica fonte di certezza per lei: la Chiesa, che però sembra più interessata ad insabbiare il tutto. L’unica soluzione è farsi giustizia da sola!
Il tono è quello della presa in giro, che cela però una profonda (e scomoda) denuncia. I momenti grotteschi si alternano ad altri ben più drammatici e si respira, soprattutto nella seconda parte, un’atmosfera che ricorda Kill Bill. Il parallelismo tra La Sposa di Quentin Tarantino e la protagonista risulta più che evidente, ma non è certo la caratteristica principale di quest’opera.
La Chiesa, ovviamente, non ci fa una bella figura ed è proprio questo il motivo per cui si prevede un futuro molto difficile a livello di distribuzione. Il fatto poi che la pellicola si rivolga ad un pubblico ben preciso, che condivide a priori determinate posizioni, potrebbe rappresentare un ulteriore ostacolo. In ogni caso da queste parti si è gradito, e anche parecchio.

conspiracy-movie-image-770x433

The Conspiracy (sezione After Hours)

La moda dei mockumentary è passata da un pezzo, ma c’è ancora qualche regista ostinato che, forse spinto dall’essenza low budget di questi progetti, decide di cimentarsi.
Il più delle volte il risultato sono pellicole completamente inutili, ma ci sono anche le eccezioni. The Conspiracy, esordio al lungometraggio di Christopher MacBride, è appunto uno di questi casi.
Il film trae la sua ispirazione dalla “cultura”, sempre più dilagante, delle cospirazioni globali. Protagonisti due amici intenzionati a realizzare un documentario sull’argomento, che finiscono per immischiarsi in un sistema di poteri decisamente più grande (e pericoloso) di loro.
Lo spunto è decisamente attuale, ma quello che sul serio stupisce è il livello di tensione che la storia riesce a raggiungere lungo la sua evoluzione. È praticamente impossibile da ignorare, nonostante la consapevolezza che tutto (o quasi) quello che ci viene raccontato è frutto di una fervida immaginazione.

Vi ricordiamo che QUI trovate l’elenco dei vincitori della 31° edizione del Torino Film Festival.

Per tutti gli articoli e le recensioni della 31° edizione del Torino Film Festival potete consultare questo link o seguire i nostri social network (FacebookTwitter e Instagram) cercando l’hashtag #Torino2013SW.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Ci sarà un revival di Nash Bridges, sarà un film e questo sarà il cast… 7 Maggio 2021 - 21:15

Ecco gli attori che affiancheranno Don Johnson e Cheech Marin nel film che potrebbe anche lanciare una nuova serie

Belle: Un dietro le quinte di cinque minuti del film di Mamoru Hosoda 7 Maggio 2021 - 21:08

Primo appuntamento con una serie di dietro le quinte dedicati al film Belle di Mamoru Hosoda. Annunciati quattro doppiatori tra cui Shōta Sometani. A fine mese si concluderanno le audizioni a livello mondiale per una piccola parte vocale nel film

Il regista di Tyler Rake dirigerà Idris Elba in Stay Frosty 7 Maggio 2021 - 20:30

Sarà un film nella vena degli action natalizi anni '80 come Arma letale e Die Hard

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.