L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

OldBoy prima di Spike Lee: la vendetta secondo Park Chan-wook

Di Filippo Magnifico

oldboy itunes

Quentin Tarantino l’ha definito “Il film che avrei voluto fare”.

Il compianto Roger Ebert ha detto che si tratta di “Un film potentissimo, non per quello che rappresenta, ma per il modo in cui mette a nudo la profondità dei sentimenti del cuore umano”.

E ora via con la sigla:

Nel 2004 OldBoy vince il Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes 2004. Giuria presieduta da Quentin Tarantino, che ha promosso il film con un affetto e una dedizione tale che, incredibilmente, l’anno dopo è arrivato anche nelle nostre sale, diventando nel giro di pochissimo tempo un film di culto e facendoci conoscere uno dei principali autori del cinema coreano: Park Chan-wook, un uomo che si è ritrovato a fare film quasi per caso, dopo un periodo passato a lavorare come critico cinematografico (a chi dice che i critici cinematografici sono solo dei registi falliti: beccatevi questa!).

Perché ci ritroviamo a parlarne oggi? Prima di tutto perché si tratta di un vero e proprio capolavoro, ed è cosa buona e giusta ricordarlo ogni volta che si presenta l’occasione; in secondo luogo perché ieri ha fatto il suo ingresso nelle sale italiane un altro OldBoy, quello diretto da Spike Lee e, allo stesso modo del film coreano, ispirato al manga omonimo di Nobuaki Minegishi e Garon Tsuchiya. Non siamo qui per criticare a priori un film, anche perché chi scrive non ha ancora visto questa nuova versione e scagliarsi contro una pellicola senza le giuste motivazioni è (quasi) sempre sbagliato.

Siamo qui piuttosto per dedicare un po’ di tempo ad un titolo e ad un regista che in qualche modo hanno segnato la storia dei cosiddetti “revenge movie”, proponendoci una storia che di vendette ne ha addirittura due, una inglobata nell’altra (meglio non svelare di più per non rovinare la visione).
Siamo qui per parlare di un regista che la vendetta l’ha scandagliata a fondo durante la sua carriera, proponendoci una trilogia (in)volontaria che comprende altri due grandissimi film come Mr. Vendetta e Lady Vendetta.

Nello specifico OldBoy rappresenta l’apice di questo trittico, proprio perché affronta il tema della vendetta subordinandolo all’amore, che alla fine è il fulcro di questa storia. Un sentimento impossibile, in grado solo di ferire tutti quelli che ne rimangono coinvolti, senza distinzione tra buoni e cattivi.

Titoli di coda:


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Suicide Squad – Nuove foto, James Gunn svela la durata 17 Giugno 2021 - 8:45

Entertainment Weekly ha pubblicato due nuove foto e alcune interessanti dichiarazioni su The Suicide Squad. Inoltre, James Gunn svela la durata e la presenza di scene dopo i titoli di coda.

Women Talking: Rooney Mara e Claire Foy con Frances McDormand nel film di Sarah Polley 16 Giugno 2021 - 21:30

Ecco il cast dell'adattamento di Donne che parlano, il romanzo di Miriam Toews incentrato su una serie di violenze sessuali in una remota comunità religiosa

Dopo Loki, tutte le serie originali Disney+ usciranno il mercoledì 16 Giugno 2021 - 20:45

Il successo del primo episodio di Loki ha spinto la piattaforma a cambiare strategia per quanto riguarda il lancio delle sue serie originali

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.