L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Il CFO della Disney svela che la Lucasfilm seguirà la strategia della Marvel

Di Marlen Vazzoler

disney

Per il momento la Walt Disney non farà altre acquisizioni. Alla 41a edizione della annuale UBS Global Media and Communications Conference, il CFO della Disney Jay Rasulo ha ammesso che per ora non hanno sottomano nulla che abbia una scala pari alla Marvel o alla Lucasfilm.

“Non penso che ci sia nulla di cui abbiamo bisogno al momento ma continueremo a fare acquisizioni in futuro”.

Con la Pixar, la Marvel, la Lucasfilm e la distribuzione dei film della DreamWorks Pictures, c’è da chiedersi cosa il colosso del topo possa e voglia ancora inglobare. Per il momento la compagnia è contanta delle sue proprietà ed ha deciso di aumentare i suoi piani di riscatto e di riacquistare dai sei agli otto miliardi di dollari di azioni a partire dal 2014.
Parlando con gli investitori Rasulo ha detto che dovranno aspettarsi l’adattamento, da parte della Lucasfilm, di una strategia simile a quella della Marvel. Questo comporterà ad una spinta dei contenuti della Lucasfilm, ovvero Indiana Jones e Guerre Stellari, su diverse piattaforme Disney, ma non solo, come è già successo con le proprietà Marvel.
Per quanto riguarda la recente decisione di dare il via libera a quattro show su Netflix, Rasulo ha spiegato che l’accordo con Netflix è avvenuto solo quando la compagnia era pronta a lavorare con dei distributori esterni, a differenza dei precedenti accordi con Disney XD e ABC.

“È un po’ come la strategia di The Avengers

Con The Defenders, verrà riproposto il modello dei Vendicatori, facendo riunire nella mini serie i protagonisti dei quattro show che andranno in onda su Netflix. Ma potremmo aspettarci un esclusiva con la piattaforma? Sembra proprio di no.

“Non sono sicuro se chiamerei [Netflix] il nostro partner per il SVOD”,

d’altronde la Disney ha fatto accordi anche con Hulu e altri distributori digitali, a cui era anche stato proposto l’accordo per gli show Marvel.

“Cerchiamo di essere imparziali e, naturalmente, di fare in modo che sia vantaggioso per la Disney. Siamo lì fuori, a giocare sul campo”.

Queste ultime dichiarazioni potrebbero implicare in un futuro non molto lontano, altri show sulle piattaforme digitali? E chissà magari arriveranno nuovi prodotti su Indiana Jones e Guerre Stellari.

Fonte THR

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Wolfgang dal 25 giugno su Disney+, ecco il trailer 13 Giugno 2021 - 12:00

Disney+ ha diffuso il trailer ufficiale di Wolfgang, il documentario che racconta la storia di Wolfgang Puck, un uomo che ha superato gli ostacoli di un’infanzia travagliata diventando, grazie alla sua perseveranza, uno degli chef più prolifici del nostro tempo oltre che un nome noto.

Nine Perfect Strangers: nuovo teaser trailer per la serie Hulu con Nicole Kidman 13 Giugno 2021 - 11:00

Arriverà su Hulu il 18 agosto, e da noi su Amazon Prime Video, la nuova serie realizzata dal team di Big Little Lies

The Book of Boba Fett svelerà cosa è successo al personaggio dopo L’impero colpisce ancora 13 Giugno 2021 - 10:00

La seconda stagione di The Mandalorian si è conclusa da un po’ di tempo, ormai, e ora si pensa a The Book of Boba Fett. Ecco i primi dettagli sulla serie.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.