L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Blue Jasmine – La recensione del nuovo film di Woody Allen

Di Leotruman

blue-jasmine-foto-del-film

Un film all’anno. Scritto, prodotto e diretto con grande naturalezza da Woody Allen senza particolari ansie da calendario o da prestazione. L’ultima decade del geniale regista newyorkese, che sarà premiato a gennaio con il Golden Globe alla carriera, è stata particolarmente varia per genere, qualità, cast e livello di successo. Ha raggiunto nuove vette sia con commedie molto diverse tra loro (da Midnight in Paris, nuovo Oscar per Allen, al troppo sottovalutato Basta che Funzioni) che con il thriller (Match Point). Ha visitato l’Europa, tra Inghilterra, Francia, Spagna e la nostra Italia, per ora tornare nell’amata America ma sulla sponda opposta alla quale siamo abituati.

Blue Jasmine è infatti ambientato a San Francisco, e racconta le nevrotiche vicende di un’elegante donna di New York, Jasmine (Blanchett). La quarantenne si è “momentaneamente” trasferita nel modesto appartamento della sorella a San Francisco, in seguito al tracollo finanziario causato dall’arresto e dal seguente suicidio del suo amatissimo marito (Alec Baldwin). Tutto è avvenuto troppo improvvisamente e in modo troppo sconvolgente: da donna ricca, viziata, amata e celebrata, si è ritrovata a dover vendere tutti i propri beni, cercare un lavoro e modificare in modo radicale il suo stile di vita. Il problema è che la personalità di Jasmine era già traballante prima del tracollo, tra alcol e xanax in grandi quantità, e quello che le accade è il colpo di grazia definitivo che darà vita ad un vero e proprio esaurimento nervoso.

Il film è basato principalmente sul confronto tra le due sorelle, Jasmine e Ginger (Sally Hawkins), commessa in un supermercato e diametralmente opposta alla sorella per carattere e stile di vita. Tra volontà e casualità finiranno per alternare momenti in cui si aiutano l’un l’altra per cercare di migliorare le proprie imperfette vite, a momenti di vera isteria e di autodistruzione.

blue-jasmine-cate-blanchett-bobby-cannavale-600x397

Il ritmo è serrato, i dialoghi sempre eccellenti come da tradizione e i flashback (forse un po’ troppi) ci aiutano passo dopo passo comprendere meglio il tracollo di Jasmine fino al finale agrodolce, non particolarmente coraggioso o memorabile. Non è il miglior Allen degli ultimi anni e il film è leggermente carente di verve, ma siamo sulla buona strada per dimenticare il deludente To Rome with Love grazie ad un’opera gradevole e coinvolgente in particolare grazie ad un elemento: la magnifica Cate Blanchett.

Tutti i difetti del film vengono meno nel momento in cui ci immergiamo negli immensi occhi azzurri della protagonista. Un personaggio scritto e cucito sulla pelle dell’attrice, una performance che brilla di luce propria e ci fa pendere dalle sue labbra per l’intera durata della pellicola. Mai eccessiva, mai fuori dai bordi: rasenta la perfezione ed incanta il pubblico in modo quasi ipnotico. È senza dubbio la miglior interpretazione femminile del 2013 e sarà davvero difficile strapparle l’Oscar dalle sue mani: un premio doveroso.

Voto: 7

L’appuntamento con Woody è per il 2014. Prossima fermata: Francia (con Emma Stone, Colin Firth…).

Blue Jasmine uscirà nelle sale italiane il 5 dicembre, finestra ormai consolidata per le pellicole del regista, che a gennaio sarà premiato con il Golden Globe alla carriera.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Punti di svolta con Robin Roberts dal 28 luglio su Disney+, ecco il trailer 21 Giugno 2021 - 20:37

Ecco il trailer della nuova serie originale Disney+ Punti di svolta con Robin Roberts, in arrivo il prossimo 28 luglio.

Jack Huston scriverà e interpreterà una nuova serie da Il conte di Montecristo 21 Giugno 2021 - 20:15

La serie sarà diretta da Stephen Fung, regista di Wu Assassins e Into the Badlands

Videogame News: PlayStation Experience, la nuova “trollata” di Kojima, Zelda: Breath of the Wild 2 21 Giugno 2021 - 20:00

Come ogni Lunedì su ScreenWeek, ecco le ultime notizie in arrivo dal mondo dei videogiochi!

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.