L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Torino 2013 – A proposito di Big Bad Wolves e The Station #Torino2013SW

Di Filippo Magnifico

4068968273

Big Bad Wolves (sezione After Hours)

Presentato nella sezione After Hours (quella più cara a tutti gli appassionati del cinema di genere) del Torino Film Festival 2013, Big Bad Wolves ha già un primato che gli permettere di mettersi in mostra tra tutti gli altri titoli presenti qui a Torino: si tratta infatti del primo film horror della storia del cinema israeliano. Un esordio niente male, se si tiene conto anche del fatto che si tratta del primo lungometraggio diretto dalla coppia di registi Aharon Keshales e Navot Papushado. Una storia che fonde più generi (si va dal torture porn alla commedia grottesca, che in più di un caso coincidono) e che presenta lo stesso spirito delle pellicole dirette da Quentin Tarantino e i Fratelli Coen (presenti al Festival con la loro ultima pellicola, Inside Llewyn Davis). Un uomo alla ricerca disperata della verità e un altro deciso a vendicare la giovane figlia, barbaramente stuprata e uccisa, uniscono le forze per ottenere una confessione dal principale sospettato, in una progredire di supsense e momenti profondamente divertenti. Il finale, particolarmente disperato ma in linea con la storia, riesce a fare il suo effetto: nonostante l’atmosfera sia quasi sempre rilassata, Big Bad Wolves è una profonda riflessione sulla società in cui viviamo (in particolare quella israeliana) e come tale può fare della speranza un semplice optional.

blutgletscher11

The Station (sezione After Hours)

Praticamente la fiera del nonsense, ma non quello che ci piacerebbe vedere all’interno di una pellicola di genere. L’ispirazione principale, anche se non dichiarata, è La Cosa di John Carpenter, da cui attinge a piene mani quasi senza preoccuparsi di cadere nel plagio più spudorato. Bisogna dire, però, che la pellicola diretta da Marvin Kren (sostenuta dalla BLS Film Fund & Commission dell’Alto Adige con un finanziamento alla produzione di 240.000,00 €) riesce in più di un momento a toccare il tasto della nostalgia, proponendo situazioni ed effetti speciali, tipici del cinema horror di un tempo. Quello che manca è la coerenza narrativa, la consapevolezza di cosa sia giusto inserire in una storia. Motivo per cui The Station sbaglia i momenti più importanti, risultando ridicolo quando dovrebbe creare picchi di tensione e di pathos. A conferma di tutto questo le ricorrenti risate (di scherno) da parte del pubblico presente in sala.

Per tutti gli articoli e le recensioni della 31° edizione del Torino Film Festival potete consultare questo link o seguire i nostri social network (FacebookTwitter e Instagram) cercando l’hashtag #Torino2013SW.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Willow: iniziate le riprese della serie targata Disney+ 19 Giugno 2021 - 15:00

Le riprese di Willow, la serie Disney+ che farà da sequel al classico di Ron Howard, sono iniziate in quel di Bridgend, nel Galles.

Candyman – Nuovo poster, Nia DaCosta parla del Juneteenth in un nuovo video 19 Giugno 2021 - 14:00

La regista Nia DaCosta parla del Juneteenth e della funzione dell'horror in un nuovo video di Candyman, che include varie scene inedite. È inoltre disponibile il nuovo poster.

Papà, non mettermi in imbarazzo: Netflix cancella la sit-com di Jamie Foxx 19 Giugno 2021 - 13:00

La serie, co-creata da Foxx e Jim Patterson, non tornerà per una seconda stagione sulla piattaforma streaming

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.