L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

‘The Wind Rises’ di Miyazaki sorpassa i 120 milioni in Giappone, da venerdì lo sbarco negli USA

Di Redazione SW

kaze_opt

Dopo sedici settimane nei teatri giapponesi The Wind Rises (Si Alza il Vento), l’ultimo capolavoro e l’addio all’animazione di Miyazaki Hayao, sorpassa i 120 milioni di dollari di incassi confermandosi non solo una forza al botteghino, quasi sicuramente sarà il numero uno in questo anno che volge al termine, ma continuando a stimolare discussioni ed interpretazioni. Un film di cui si parla ancora molto nell’arcipelago nipponico quindi, che divide gli spettaori e che ognuno esperisce in maniera personale e diversa, segno della grandezza di Miyazaki e del lavoro svolto dallo Studio Ghibli.

Miyazaki

Come avevamo già scritto in precedenza, sul film sono piovute le critiche più disparate, poco patriottico per le frange dell’estrema destra giapponese, troppo nazionalista e leggero nel dipingere gli orrori del colonialismo nipponico per alcune fette del pubblico sud coreano, il film è stato addirittura messo sotto la gogna per la “glorificazione” dell’atto del fumare, insomma di tutto e di più.
Ora che il film sta per essere proiettato in anteprima a New York e Los Angeles, da venerdì prossimo e per una settimana, la paura più grande e che anche negli Stati Uniti, con le nominations degli Oscar alle porte, ci si focalizzi troppo su questo tipo di critiche e non si colga la problematicità del film, la qualità che fa di The Wind Rises un grande film tout court, ed il tormento della storia e del momento storico in cui è ambientata. Ritornando agli aspetti più prevalentemente tecnici, nelle versioni doppiate del film, sperando che The Wind Rises venga distribuito decentemente anche in Italia, restano un’incognita le voci, punto che negli anni passati ha più volte scatenato bagarre fra i fan più affezionati, qui come non mai importantissime nella caratterizzazione dei personaggi. Specialmente quella del protagonista Horikoshi Jiro, che in giapponese ha la voce distaccata e quasi estranea di Anno Hideaki, il creatore di Evangelion e amico di lunga data di Miyazaki, sarà uno dei compiti più ardui per i doppiatori e forse per un pubblico adulto, la scelta più giusta sarebbe la visione sottotitolata.

kaze2

Fonte: Screenweek

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

GLAAD Media Award: ecco la reunion di Glee in onore di Naya Rivera 10 Aprile 2021 - 20:00

La trentaduesima edizione dei GLAAD Media Award ha ospitato una reunion di Glee. Un omaggio nei confronti di Naya Rivera, tragicamente scomparsa lo scorso luglio.

Shang-Chi: le action figure svelano alcuni importanti dettagli sulla storia 10 Aprile 2021 - 19:00

Le informazioni su Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings sono scarse ma alcuni dettagli sulla trama arrivano dalle action figure realizzate per accompagnare il lancio della pellicola.

Anticipata l’uscita americana di Peter Rabbit 2 10 Aprile 2021 - 18:00

La Sony ha annunciato la nuova data di uscita di Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga. Il film arriverà con un po’ di anticipo nelle sale americane, passando dal 2 luglio al 18 giugno.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.