L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Kevin Feige parla di Guardians of the Galaxy e della continuità nell’Universo Cinematografico Marvel

Di Marlen Vazzoler

kevin-feige-thor-2

In passato abbiamo parlato di quanto sia importante il successo di The Guardians of the Galaxy per l’introduzione di una fetta del mondo Marvel, quella legata allo spazio, nel loro Universo Cinematografico. Ma dal punto di vista economico, quanto può risultare rischiosa questa pellicola, per lo studio? Il presidente Kevin Feige ha affrontato l’argomento con Chris e Jonah della puntata 435 del Nerdist Podcast in un’intervista a tutto tondo dalla nuova sede dei Marvel Studios, che ora si trovano a Burbank, in California, all’interno della Disney.

“Non penso che sarà molto diverso rispetto il primo Iron Man. Francamente, lo sarà meno, perché l’intero destino dello studio era imperniato su quello… quello e L’incredible Hulk. E in quel momento, L’incredibile Hulk dava la sensazione, ‘Ok, tutti conoscono Hulk, [è] un personaggio popolare, è questa cosa di Iron Man, questa è un rischio’”.

Nei film realizzati fino a questo momento, abbiamo visto come lo studio, anche quando prende spunto da una storia specifica dei fumetti, la reinventa per il cinema, inserendo delle novità che la portano su un corso narrativo completamente diverso. Age of Ultron ad esempio differirà in molti aspetti dalla controparte cartacea, in primis per l’assenza di Pym. Non stupisce quindi che Feige ammetta che lo studio è arrivato a un punto in cui, si sono resi conti che è necessario essere fedeli alla continuità impostata nei film, a discapito di quella dei fumetti.

“È interessante perché adesso, che siamo al nostro decimo o undicesimo o dodicesimo film all’interno del MCU, la continuità dell’Universo Cinematografico Marvel, ci stiamo avvicinando ad un momento in cui stiamo dicendo: ‘Nei fumetti, [i personaggi] hanno fatto delle cose a questo punto, è per questo motivo per cui hanno fatto fare a questa persona questa cosa’. Se lo facessimo ora, non avrebbe alcun senso, perché abbiamo fatto diverse cose che sono uniche, in questi altri film, e adesso dobbiamo cominciare e rimanere fedeli non solo alla continuità dei fumetti; a cui non siamo mai stati fedeli [al 100%] – questa è sempre stata la nostra ispirazione – ora dobbiamo essere fedeli alla nostra continuità. Quindi, certamente nel caso di Ultron, ci sono alcuni personaggi della franchise che avrebbe senso coinvolgere in quella creazione [piuttosto] che introdurre un nuovo personaggio, fuori dal nulla, per realizzarlo. E Edgar [Wright] ha già alcune idee per i personaggi [di Ant-Man], risalenti al Comic-Con del 2006, che abbiamo voluto mantenere”.

Infine Feige ha spiegato di aver voluto rompere la formula della trilogia in Iron Man, che aveva caratterizzato altri personaggi Marvel come Spider-Man e gli X-Men, inserendo The Avengers tra Iron Man 2 e Iron Man 3, e creando in questo modo una storia a quattro puntate.

“E se guardiamo alcune tetralogie di successo, a volte sono meglio delle trilogie, perché sono liberate in un certo senso dal [dovere] completare un inizio, una metà e una fine”.

Durante il podcast Feige ha parlato dell’importanza del Comic-Con di San Diego, e di come il pubblico della Hall H funge da ‘cavia’ per le reazioni in merito al materiale che viene mostrano in esclusiva alla manifestazione. Inoltre ha spiegato che quando devono programmare le riprese di un film, do solito tendono a dare la precedenza, nella programmazione delle riprese, alle scene del film che vogliono mostrare al Comic-Con, per averle in questo modo pronte, al momento giusto.

Fonte Nerdist

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Super Mario Bros. – Chris Pratt la voce Mario, Anya Taylor-Joy sarà Peach 24 Settembre 2021 - 1:00

Chris Pratt doppierà Mario nel lungometraggio animato Super Mario Bros. della Illumination. Nel cast stellare anche Anya Taylor-Joy che presterà la voce a Peach

Acapulco: il trailer della colorata serie con Eugenio Derbez, dall’8 ottobre su Apple TV+ 23 Settembre 2021 - 20:15

Apple ha diffuso il trailer di Acapulco, una nuova serie comica in lingua spagnola e inglese con Eugenio Derbez, in arrivo su Apple TV+ il prossimo 8 ottobre.

È morto Roger Michell, regista di Notting Hill 23 Settembre 2021 - 19:38

Michell aveva 65 anni; la causa della morte non è stata rivelata

Michael Jordan e la storia di Space Jam: tutto era iniziato da Spike Lee (FantaDoc) 23 Settembre 2021 - 18:00

In passato abbiamo parlato di quanto sia importante il successo di The Guardians of the Galaxy per l’introduzione di una fetta del mondo Marvel, quella legata allo spazio, nel loro Universo Cinematografico. Ma dal punto di vista economico, quanto può risultare rischiosa questa pellicola, per lo studio? Il presidente Kevin Feige ha affrontato l’argomento con […]

Ms. Marvel – La serie è stata rinviata all’inizio del 2022 23 Settembre 2021 - 12:30

Era ovvio, ma ora la conferma giunge da Variety: Ms. Marvel, inizialmente prevista per la fine dell'anno su Disney+, uscirà all'inizio del 2022.

What If…?, E se Thor fosse stato John Belushi? 22 Settembre 2021 - 15:10

Il settimo episodio di What If...? è Animal House all'asgardiana. No, sul serio.