Condividi su

11 ottobre 2013 • 13:41 • Scritto da Filippo Magnifico

Offerto un milione di dollari a Miley Cyrus per dirigere un film porno

La GameLink, società attiva da anni nel campo della pornografia, ha offerto ben un milione di dollari alla giovane star per… Dirigere un film porno, offrendole il pieno controllo creativo!...
Post Image
0

miley-cyrus-by-terry-richardson-3

È chiaro ormai a tutti che l’ex reginetta di Disney Channel Miley Cyrus abbia deciso di stravolgere la sua immagine, passando dall’essere la “ragazza della porta accanto” al diventare un’icona sexy e trasgressiva. La performance hot ai recenti Mtv Awards, un servizio fotografico altrettanto trasgressivo realizzato da Terry Richardson (che ha anche diretto il sexy videoclip di Wrecking Ball). Le occasioni per mettere in evidenza questo cambio di rotta sono state parecchie nel corso degli ultimi mesi.

Le reazioni sono state molte, da parte dei semplici fan e di altre celebrità come Sinead O’Connor, che ha scritto una lettera particolarmente materna alla giovane star, richiamandola a quei sani principi che troppo spesso il mondo dello spettacolo ci impone di dimenticare. Scelta consapevole o meno è questa la nuova versione di Miley Cyrus, è riuscita a sollevare a suo modo un polverone e tutti, chi più chi meno, sembrano interessati a sfruttare l’onda.

Tra di loro c’è anche la GameLink, società attiva da anni nel campo della pornografia, che ha offerto ben un milione di dollari alla giovane star per… Dirigere un film porno, offrendole il pieno controllo creativo!

La proposta è stata fatta attraverso una lettera, comparsa recentemente nel web, che ha anche tirato in ballo l’appello di Sinead O’Connor:

“Questo ti offrirebbe l’opportunità di dimostrare al mondo intero che non sei più una ragazzina e che non ti piegherai alle richieste di Sinead O’Connor, che è solo gelosa del tuo successo.”

Resta ora da vedere se la Cyrus accetterà la proposta. Molto probabilmente no, ma anche in questo caso la pubblicità è assicurata.

Fonte: AceShowBiz

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *