L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Il magico mondo di Maddalena Sisto arriva al Nuovo Cinema Aquila

Di Filippo Magnifico

MAD. A world of fashion - screener on Vimeo

Maddalena Sisto è stata una delle figure più importanti per quanto riguarda il mondo della moda italiana (e non solo). Acuta osservatrice, dotata di un forte senso dell’umorismo, Mad ha racchiuso nei suoi schizzi per Armani, Fiorucci, o Ferré 30 anni di moda italiana.

Anna Di Francisca, regista che sul suo curriculum può vantare collaborazioni con nomi come Giuseppe Bertolucci, Alberto Bevilacqua e Gianni Amelio, ha deciso di dedicarle un documentario, intitolato Il mondo di Mad, che ripercorre la sua vita da cronista è, soprattutto, quella da artista, affermata dopo centinaia di pezzi scritti per Vogue, quando le è stata offerta la possibilità di “disegnare i suoi articoli”.

Si tratta di un’opera frizzante, colorata, proprio come le opere di Mad. Un film che fonde l’universo su carta rappresentato in anni di carriera con le interviste a grandi nomi del panorama della moda nostrana come Elio Fiorucci, dando luogo ad un connubio in grado di incuriosire e coinvolgere sia gli appassionati del settore che i profani.

Questo perché Maddalena Sisto non è stata solo una semplice cronista, suoi disegni racchiudevano tutto: ironia, eleganza, talento… non c’era solo lo stile dell’abito, ma il carattere del personaggio che rappresentava, i suoi capricci, la sua anima.

A partire da oggi, lunedì 7 ottobre, fino al 9 Ottobre, il film resterà in programmazione al Nuovo Cinema Aquila di Roma (qui trovate maggiori informazioni). Oggi, inoltre, Anna Di Francisca sarà presente per rispondere alle domande del pubblico. Qui sotto trovate alcune sue dichiarazioni:

Mi sono innamorata di Maddalena Sisto, vedendo anni fa una mostra alla Triennale di Milano e ho deciso di immergermi nel suo mondo e nel suo immenso archivio di disegni… Per un lungo periodo ho lavorato anche sui suoi diari, sui suoi scritti messi generosamente a disposizione da suo marito. C’era qualcosa che ci accomunava molto, sicuramente l’ironia e l’umorismo! Mad con un suo stile molto originale, catturava e ritraeva non soltanto la moda e la società italiana, ma anche i desideri, le paure e le fantasie della donna contemporanea. Il risultato di tutto ciò è un film che racconta attraverso il suo sguardo i momenti fondamentali del trentennio che va dal 1970 al 2000. L’opera di Mad diventa una sorta di prisma attraverso cui capire il mutamento della donna in quegli anni. L’animazione è parte integrante del film e aiuta a esprimere dei concetti, ma anche lo spirito di Mad, una sorta di Amelie della moda.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il produttore Scott Rudin lascia tutti i suoi progetti dopo le accuse di abusi ai dipendenti 20 Aprile 2021 - 21:30

Il mega-produttore, premio Oscar per Non è un paese per vecchi, ha fatto un passo indietro dopo una serie di pesanti accuse

Ted Lasso: la seconda stagione dal 23 luglio su Apple TV+, ecco il trailer! 20 Aprile 2021 - 20:53

Apple TV+ ha diffuso il trailer della seconda stagione di Ted Lasso, la serie sportiva interpretata e creata da Jason Sudeikis.

Cannes 2021: confermati The French Dispatch e Benedetta di Paul Verhoeven 20 Aprile 2021 - 20:45

I nuovi film di Wes Anderson e Paul Verhoeven, già selezionati l'anno scorso, verranno presentati sulla Croisette

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.