L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

I senatori americani paragonano lo shutdown a film come Psycho, Hunger Games e Guerre Stellari

Di Marlen Vazzoler

white-house

I rappresentanti del Congresso non riescono a trovare un accordo su molte cose, in questi giorni: l’arresto del governo, l’estensione del tetto del debito e il decreto sull’assistenza sostenibile, ma oltre a queste importanti questioni, c’è un’altra cosa su cui i congressisti non riescono a mettersi d’accordo: il film che meglio rappresenta le ultime battagli di Capitol Hill.
Questo paragone è iniziato a fine settembre, quando è diventata evidente la difficoltà di riuscire andare avanti nella discussione per i fondi del governo. Il rappresentante Steve Cohen ha invocato l’autore di Comma 22, Joseph Heller e Fellini, quando ha rimproverato i tentativi della Casa Bianca di fermare il governo e di riaprire le agenzie come il National Institutes of Health, per frenare la pubblicità negativa.

“È come un film di Fellini”.

Il repubblicano Frank Wolf, il cui distretto repubblicano è stato pesantemente colpito dai licenziamenti del governo, in una separata discussione ha usato come esempio il cinema, su una proposta per pagare i lavoratori federali, quando finirà l’arresto.

“Ho visto il film Zero Dark Thirty. Se si è visto quel film, era sulla cattura di Bin Laden. La donna che l’ha reso possibile, Maya, è stata congedata? Dove è Maya? Non sappiamo dove sia. Ma è stata congedata? Non dovrebbe essere pagata?”.

Il senatore democratico Patrick Leahy ha tirato invece in ballo Il giorno della marmotta.

“Mi ricordo Bill Murray nel film Ricomincio da capo – un film bellissimo, farsesco ma non altrettanto farsesco come il giorno della marmotta che abbiamo ancora una volta al congresso”.

Ma c’è chi ha anche suggerito un film sui gangster degli anni trenta. Il rappresentante Jerrold Nadler ha dichiarato:

“È come un film sui gangster degli anni trenta: ‘Ecco un bel governo che hai qui. Ecco una bella economia che hai qui. Peccato che salterà in aria se non ci pagate dandoci quello che vogliamo”.

Il senatore repubblicano Marco Rubio ha paragonato la situazione a quando vedi un film horror e urli alla protagonista di non entrare in quella stanza. Un analogia simile c’è stata con il paragone della doccia di Psycho da parte del senatore repubblicano Ted Cruz.

“Forse uno dei grandi enigmi filosofici su tutto quello in cui tutti dobbiamo lottare è se l’Obamacare è più simile a Jason (perché considerata una legge che uccide i posti di lavoro, ndr.) o Freddy (perché è considerata un incubo, ndr.)”.

Cruz ha inoltre concordato con il senatore Rand Paul che il paese ha bisogno di una ribellione contro l’oppressione del decreto sull’assistenza sostenibile, e in questo caso hanno usato Guerre Stellari per il loro paragone.

“Vi confesso che mi ha ricordato una serie di film – era la franchise di Star Wars e la discussione su una ribellione contro l’oppressione… L’alleanza ribelle combatte contro l’Impero – Impero sono le istituzioni di Washington, DC. Infatti, dopo aver subito sentito quella frase mi sono chiesto se ad un certo punto vedremo un signore alto con un respiratore meccanico che si fa avanti e dice con una voce profonda, ‘Mike Lee, io sono tuo padre’”.

Diveri inve i paragoni di alcuni senatori democratici, Max Baucus ha messo in guardia che il tentativo della Casa Bianca di dare priorità agli assegni e ai pagamenti della Social Security verso gli obbligazionisti stranieri, in caso di default del debito, si tradurrebbe in una condizione simile a quella di Hunger Games.

“[Il piano della Casa Bianca per una prioritizzazione del debito] dovrebbe opporre un programma contro l’altro in una lotta per la sopravvivenza”.

Un paragone più classico è stato fatto dal senatore Tom Harkin con Mezzogiorno di fuoco.

“Le due parti stanno camminando lungo la strada. Spero solo che, come nel film, i buoni vincano”.

Secondo il rappresentante GK Butterfield, il dramma che si è svolto alla Casa Bianca

“Potrebbe essere usato per un grande film. Ma devo ricordare ai miei colleghi che non siamo a Hollywood e che le loro azioni pericolose e senza pensiero non sono senza conseguenze”.

Dei paragoni, quelli tra la situazione del governo americano e il cinema, decisamente inaspettati ed anche inusuali. Ma come ha detto Butterfield, quello che sta accadendo è ottimo materiale per un film, e se la situazione si sbloccherà chissà magari ne verrà realizzato uno.

Fonte The Wrap

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Se n’è andato Enzo Sciotti, maestro dei poster cinematografici 12 Aprile 2021 - 8:44

Da Lucio Fulci e L'armata delle tenebre a L'allenatore nel pallone, Enzo Sciotti ha creato migliaia di locandine che hanno fatto epoca.

BAFTA 2021: Nomadland è il miglior film, tutti i vincitori 11 Aprile 2021 - 21:53

Sono stati annunciati i vincitori dell’edizione 2021 dei BAFTA, i prestigiosi premi britannici, consegnati dalla British Academy of Film and Television Arts.

Them – La serie Amazon conquista Stephen King: “Mi ha spaventato a morte” 11 Aprile 2021 - 20:00

La serie horror Them ha da qualche giorno fatto il suo debutto su Amazon Prime Video e ha già trovato un fan che non passa certo inosservato: sua maestà Stephen King.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.