L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Grande Giove! Oggi ritorna al cinema Ritorno al Futuro Parte 2

Di Filippo Magnifico

Ritorno al Futuro 2

Se siete cresciuti negli anni ’80 la saga di Ritorno al Futuro fa parte di voi. È un principio su cui non si discute: nel momento in cui vi chiedono quali sono i film a cui siete più legati almeno un capitolo della trilogia viene nominato, accompagnato inevitabilmente da frasi tipo “Non si fanno più film così”. E, sarà scontato dirlo, si tratta proprio di una grandissima verità.

Oggi Ritorno al Futuro Parte 2 torna nelle sale italiane. Per molti (compreso il sottoscritto) la cosa rappresenta un piccolo evento ed è più che doveroso, quindi, dedicargli un po’ di tempo, ripercorrendo la storia di questa pellicola e della saga in generale.

Torniamo quindi indietro, più precisamente nel 1985, anno in cui è uscito il primo capitolo della trilogia. Una pellicola che si basa su di un presupposto ben preciso, che in un modo o nell’altro tocca ognuno di noi: cosa succederebbe se ci trovassimo ad essere coetanei e amici dei nostri genitori? Andremo d’accordo con loro o rimarremo delusi?

Una cosa che nella vita reale non potrà mai succedere e che costringe le due parti (genitori e figli) ad essere relegate a due generazioni ben distinte.

Ma, si sa, niente può bloccare la magia del cinema! Ecco dunque che sul grande schermo arriva l’avventura di Marty McFly (Michael J. Fox), ragazzo degli anni ’80 bloccato negli anni ’50 dopo aver accidentalmente usato la macchina del tempo creata dal suo amico Doc Brown (Christopher Lloyd). Una storia in grado di fondere fantasia e mito nostalgico in un connubio unico, che si è rivelata un enorme successo a livello mondiale.

Nessuno aveva previsto un tale successo e di certo non era previsto un sequel (il finale aperto era più che altro uno scherzo), ma l’amore dimostrato dal pubblico ha convinto cinque anni dopo il regista Robert Zemeckis e il produttore Steven Spielberg a tornare sul set per far continuare l’avventura di Marty e Doc proprio lì dove l’avevano lasciata. Il risultato è stato a dir poco fantastico, con una storia decisamente più strutturata e divisa in due atti ben distinti (il primo nel futuro, il secondo nel passato), ma è stato anche frutto di un percorso che ha incontrato non poche difficoltà, tra cui la principale ha riguardato proprio il coinvolgimento del cast.

Michael J. Fox e Christopher Lloyd) hanno subito accettato, chi invece si è tagliato fuori (o è stato tagliato fuori, a seconda dei punti di vista) è stato Crispin Glover, che nel primo episodio ha interpretato il padre di Marty: George McFly. La sua assenza ha portato ad alcune decisioni fondamentali per quanto riguarda l’evoluzione della trama, che gioca sul cosiddetto paradosso temporale proprio perché non è stato possibile inserire la figura di George (interpretato nelle poche scene che lo riguardano da Jeffrey Weissman).

Una storia complicata che ha rappresentato una grande sfida anche dal punto di vista visivo. Stiamo infatti parlando del 1989, quando nel cinema non esisteva ancora la cosiddetta grafica digitale. Il lavoro fatto dalla Industrial Light & Magic (che ha sviluppato una speciale telecamera per il film) è stato a dir poco fenomenale, soprattutto tenendo conto che all’interno di quest’avventura i membri del cast compaiono in più di un ruolo.

Prendiamo il caso di Michael J. Fox, che in questa scena è impegnato nell’interpretare Marty da grande e i suoi due figli. I tre personaggi compaiono nella stessa inquadratura, ma la cosa più incredibile è che c’è una vera e propria interazione tra di loro:

E per quanto riguarda il futuro? Certo, anche in questo caso le previsioni non sono state azzeccate. Manca poco al 2015 e le automobili volanti sono ancora un lontano miraggio, come anche la pizza disidratata. Ma si tratta di dettagli che non hanno assolutamente intaccato la bellezza di questo film.

ALCUNE CURIOSITÀ:

Elijah-Wood-In-Back-To-The-Future-2

Ritorno al Futuro Parte 2 rappresenta la prima apparizione cinematografica di Elijah Wood, famoso per aver interpretato il ruolo di Frodo Baggins nella trilogia de Il Signore degli Anelli.

You_chicken

Needles, il collega di Marty del 2015, è interpretato da Flea, il bassista dei Red Hot Chili Peppers. Il suo personaggio è comparso anche nel terzo capitolo della saga.

Nel 2011 la Nike ha immesso sul mercato le Nike Air Mag, una linea di scarpe ispirate a quelle usate da Michael J. Fox in Ritorno al Futuro Parte 2. Il ricavato della loro vendita è servito per raccogliere fondi a favore della Michael J. Fox Foundation, nella speranza che un giorno si possa trovare una cura per il morbo di Parkinson, di cui soffre lo stesso Michael J. Fox.

Anche il mitico Hoverboard, lo skateboard fluttuante usato da Michael J. Fox nel film, è stato recentemente messo in vendita. Si tratta di una riproduzione fedele in tutto, tranne che in un piccolo dettaglio: non può volare, ovviamente.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bosch: il trailer della stagione finale, dal 25 giugno su Prime Video 13 Maggio 2021 - 20:45

Titus Welliver è pronto a tornare nella settima e ultima stagione della serie tratta dai romanzi di Michael Connelly

Snake Eyes: le prime immagini dello spin-off di G.I. Joe 13 Maggio 2021 - 20:32

il primo sguardo ufficiale a Snake Eyes, lo spin-off di G.I. Joe in arrivo nelle sale italiane il prossimo luglio.

Halston – Chi è il leggendario stilista interpretato da Ewan McGregor 13 Maggio 2021 - 20:10

Halston, su Netflix dal 14 Maggio, racconta la vita del celebre stilista: ecco la vera storia che ha ispirato la serie!

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.