L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Darren Aronofsky Vs Paramount: Attriti per il final cut di Noah

Di Filippo Magnifico

Darren-Aronofsky

L’attesa nei confronti di Noah, il dramma epico a sfondo biblico diretto da Darren Aronofsky (il regista di pellicole come The Wrestler e Il Cigno Nero), è parecchia.

Da un lato abbiamo un regista poco incline a sottostare alle regole dei blockbuster e che durante la sua carriera ha più volte dimostrato di avere poca considerazione del box-office, soprattutto se deve intromettersi nella realizzazione delle sue pellicole. Dall’altro lato abbiamo però una grande casa di produzione come la Paramount, che ha finanziato il film ed è ben consapevole di dover fare i conti con una serie di studiosi ed esponenti delle religioni ebraica e cristiana, che analizzeranno questa pellicola nel minimo dettaglio.

Recentemente vi abbiamo riportato alcune dichiarazioni di Aronofsky, riguardanti alcune libertà prese sulla creazione degli animali che vedremo sull’Arca. È evidente, dunque, che anche in questo caso il regista ha deciso di confezionare un’opera molto personale e questa cosa sembra preoccupare non poco la casa di produzione, il cui principale interesse è quello di recuperare abbondantemente i soldi investiti (si parla di 130 milioni di dollari), incontrando il favore di critica e pubblico.

Proprio per questo negli ultimi giorni sono stati effettuati dei test screening che hanno coinvolto alcuni esponenti della comunità ebraica di New York, altri spettatori cristiani nello stato dell’Arizona e a un’audience generalista presso Orange County. Stando a quanto riportato dall’Hollywood Reporter, l’esito di queste proiezioni non è stato dei più felici e sono emerse alcune problematiche.

La Paramount ha dunque chiesto al regista di apportare alcune modifiche al film, ottenendo come risposta il silenzio. Non sappiamo se effettivamente il contratto firmato da Aronofsky preveda il final cut sull’opera, quello che è certo e che da entrambi i lati c’è la volontà di offrire al pubblico una pellicola valida, in grado di rivelarsi un successo. Come ha detto il vice-Presidente della casa di produzione Rob Mooore:

“Aronofsky pretende una certa indipendenza, ma vuole anche che il film si riveli un successo. Siamo in viaggio verso una meta meravigliosa e stiamo facendo questo percorso con Darren.”

Non possiamo fare altro che attendere ulteriori sviluppi.

Noah è un adattamento del racconto biblico dell’Arca di Noè e della sua missione per salvare la creazione dall’imminente diluvio universale. Scritto da Aronofsky insieme ad Ari Handel e John Logan (Il Gladiatore) e prodotto da Ari Handel (Il cigno nero), Arnon Milchan e Chris Brigham (Inception), il film uscirà nelle sale americane il 28 marzo 2014, in italia il 17 aprile.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

How I Met Your Father: Hulu ordina lo spin-off con Hilary Duff 21 Aprile 2021 - 21:55

Hilary Duff sarà la protagonista e uno dei produttori di How I Met Your Father la serie di dieci episodi ordinata da Hulu

Antoine Fuqua dirigerà un nuovo adattamento de La gatta sul tetto che scotta 21 Aprile 2021 - 21:15

Sarà ispirato al revival teatrale interpretato da un cast di attori afro-americani

The Conjuring – Per ordine del Diavolo: ecco le prime immagini, domani il trailer! 21 Aprile 2021 - 20:41

Domani vedremo il primo trailer di The Conjuring – Per ordine del Diavolo, il terzo capitolo della saga horror creata da James Wan. Intanto ecco le prime immagini.

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.