L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Da Cattivissimo Me a Cattivissimo Me 2, tutta la magia della Illumination Entertainment

Di Filippo Magnifico

cattivissimo-me-2-foto-dal-film-01

La Illumination Entertainment ha una storia relativamente breve al momento, ma ha di fronte a sé una lunga strada. Fondata nel 2007 da Chris Meledandri, ex Presidente della 20th Century Fox Animation, la casa di produzione cinematografica statunitense ah subito trovato la via del successo, cominciando – come si è soliti dire in questi casi – con il piede giusto.

Il suo esordio sul grande schermo l’ha fatto nel 2010 con Cattivissimo Me : più di 540 milioni di dollari incasati, che gli hanno permesso di entrare nella Top Ten dei film d’animazione più importanti della storia del cinema americano. Non vi basta? Pensate ai Minion, i piccoli omini gialli presenti all’interno di questa storia, entrati a far parte dell’immaginario comune e talmente famosi da meritare un film tutto loro, che prossimamente entrerà in lavorazione.

Nel 2011 arriva la prima pellicola realizzata attraverso l’uso della tecnica mista, che fonde cioè il tradizionale girato live action con l’animazione. Si tratta di Hop , film diretto dal regista di Alvin Superstar Tim Hill e incentrato sulla storia di un Coniglio Pasquale più rock che mai, doppiato nella versione italiana da Francesco Facchinetti.

Arriva il 2012 e con lui un simpatico personaggio partorito dalla mente di Dr. Seuss, lo stesso che ha creato il Grinch. Si tratta di Lorax – Il Guardiano della Foresta , protagonista della pellicola omonima che può vantare la partecipazione di Danny DeVito anche nella versione italiana. Con lui c’è anche c’è Marco Mengoni, il cantante reso celebre dal programma X-Factor.

Ultima fatica di questa casa di produzione è Cattivissimo Me 2, nuova avventura che vede il ritorno dell’ex super cattivo Gru (doppiato nella versione italiana Max Giusti) e di tutta la banda presente nel precedente capitolo. Anche in questo caso il film si è dimostrato un grandissimo successo, perlomeno in America. Per scoprire il riscontro del pubblico italiano si dovrà attendere qualche giorno, il film arriva infatti nelle nostre sale oggi (qui trovate la nostra recensione). Ma il suo successo è praticamente scontato, perché difficilmente la simpatia di Gru e dei Minion potrà passare inosservata.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

What If…? La serie Marvel su Disney+ la prossima estate? 13 Aprile 2021 - 12:15

La serie Marvel What If…? arriverà su Disney+ la prossima estate? Secondo quanto rivelato da Hayley Atwell sì...

Starlight: Joe Cornish dirigerà l’adattamento del fumetto di Mark Millar 13 Aprile 2021 - 11:15

Il regista di Attack the Block racconterà la storia di Duke McQueen, un vecchio eroe in partenza per l'ultima grande avventura nel cosmo

Powerpuff: ecco le Superchicche nella prima foto ufficiale 13 Aprile 2021 - 10:30

Dove Cameron, Chloe Bennet e Yana Perrault sono Dolly, Lolly e Molly nell'immagine diffusa da The CW

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.