L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Cattivissimo Me 2 – La recensione del nuovo film della Illumination Entertainment

Di Marlen Vazzoler

cattivissimo-me-2

L’allegra brigata di Cattivissimo Me è tornata in questo atteso sequel che ha già sbancato i botteghini di tutto il mondo, dove ha già incassato 872 milioni di dollari. In questo nuovo film, ancora una volta sceneggiato da Ken Daurio e Cinco Paul, Gru ha smesso completamente i panni del villain, ora è un padre amorevole che mette il benessere delle sue figliocce davanti a tutto, anche di una missione, mentre i giocattoli e i palloncini hanno preso il posti delle armi e dei gadget e i piani per la conquista del mondo sono stati sostituiti da quelli per il compleanno perfetto.

Mentre la vita di Gru scorre pressoché idilliaca, a parte gli imprevisti del caso, vicine ficcanaso e i soliti guai causati dai simpaticissimi minion, il mondo viene messo sottosopra dal furto di un potente e pericoloso mutagene, il PX-41, da parte di una misteriosa calamita gigante. Chi è la mente malvagia dietro questo furto scellerato? È quello che si domanda la lega anti-villain (AVL), che inaspettatamente chiede una consulenza dell’ex-cattivo, che alla fine accetta l’incarico e con la sua nuova partner, l’agente Lucy, investiga in incognito i possibili sospettati.

Lo spazio dato ai personaggi che abbiamo amato in Cattivissimo Me, come il dottor Nefario, Margo, Judith e Agnes è stato notevolmente ridimensionato per dare spazio alle nuove entrate e ai minion, degli autentici ruba scene. In questa pellicola sono diventati quasi dei personaggi di contorno, il vecchio scienziato non è contento delle sue nuove mansioni, tanto che è alla ricerca di un nuovo impiego che gli permetta di tornare ad essere ancora una volta un cattivo. Delle tre bambine, Margo è quella con un ruolo decisamente più robusto, grazie a una sottotrama che la vede protagonista di una storia d’amore con Antonio, il figlio di Eduardo Perez, il proprietario di un ristorante messicano all’interno del centro commerciale The Paradise, e uno dei sospettati sotto investigazione per il furto del mutagene che trasforma anche la più innocua creatura, in un mostro viola peloso, dall’appetito insaziabile.

Cattivissimo Me 2 Foto dal film 28

I minion: Dave, Kevin, Tim, Carl e Donny, che per quasi tutto il film ha la sua testa incastrata in un vasetto di vetro, sono i protagonisti principali delle scene in cui compaiono i buffi aiutanti di Gru. A ogni loro entrata in scena, non si può fare a meno di lasciarsi scappare un sorriso, tanto che le loro gag sono accolte con gioia dal pubblico in sala e alcuni dei momenti più comici dell’intero film. Diversi i nuovi personaggi introdotti in questo seguito, ma quelli che risaltano di più sono Lucy, un agente segreto un po’ sopra le righe con una passione per i gadget, l’affascinante latino Antonio, una sorta di bello e dannato a cui nessuna bambina può dire di no, e suo padre Edoardo, dotato anche lui di un inaspettato fascino, che vede di buon occhio la storia d’amore tra i piccoli protagonisti, al contrario di Gru. Ma l’unico personaggio in grado di competere contro i minion è Polletto, l’insospettabile e letale ‘cane da guardia’ di Edoardo, che potrebbe reggere un confronto anche con il gatto con gli stivali della DreamWorks.
Per quanto riguarda il doppiaggio, il livello delle interpretazioni è ancora una volta buono. 

Steve Carell è oramai completamente a suo agio nel prestare la sua voce a Gru. Elsie Fisher, la voce di Agnes, ci offre delle piccole perle, sopratutto nella recitazione di una poesia che le hanno assegnato a scuola, e una menzione particolare va data ai doppiatori dei minion per le ultime scene del film, la cui ilarità vale il biglietto d’ingresso al cinema.

Per quanto riguarda l’animazione realizzata dalla Illumination Entertainment, lo studio ha fatto un buon lavoro, sia per quanto riguarda il design dei nuovi personaggi, che per l’animazione vera e propria. L’unica pecca purtroppo è causata da alcune scene in 3D, principalmente nella parte iniziale del film, quando viene rubato il centro di ricerche, in cui le immagini non sono messe bene a fuoco in alcuni movimenti di macchina molto veloci. La qualità del 3D è molto buona ed è godibile per tutta la visione, anche se nelle movimentate scene iniziali, una proiezione non eccellente rischia di non far apprezzare pienamente alcuni movimenti di camera, molto veloci.

Il film è caldamente consigliato ad un pubblico giovane, e agli amanti dei minion, che dovranno pazientare fino al 2015 per vedere un film completamente dedicato a loro.

Cattivissimo Me 2 farà il suo ingresso nelle sale italiane il 10 ottobre 2013. Vi ricordiamo che qui trovate la pagina facebook italiana del film.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Cenerentola: il film Sony con Camila Cabello andrà su Prime Video 6 Maggio 2021 - 21:30

Amazon Studios sta per stringere un accordo con Sony e distribuirà il film su Prime in tutto il mondo, tranne che in Cina

Gangs of London: annunciati i registi della stagione 2 6 Maggio 2021 - 21:00

La serie Sky creata da Gareth Evans (The Raid) tornerà con nuovi episodi, e ora sappiamo chi li dirigerà

M.O.D.O.K. – I protagonisti della serie Marvel ritratti sui nuovi poster 6 Maggio 2021 - 20:30

I protagonisti della serie Marvel’s M.O.D.O.K. sono ritratti su questi nuovi poster.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.

Perché i G.I. Joe come Snake Eyes sono figli della Marvel (e dello SHIELD) 29 Aprile 2021 - 11:53

Storia breve di come Snake Eyes e i G.I. Joe che conosciamo oggi sono stati creati dalla Marvel Comics... e da un incontro casuale in un bagno.