L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

#Venezia70, Tom à la ferme – La recensione dalla Mostra del film del prodigio Dolan

Di emanuele.r

tom_at_the_farm_poster-620x350

Gli epiteti si sprecano: da genio, a ragazzo prodigio a enfant terrible. Fatto è che Xavier Dolan ha 24 anni, un culto alle spalle fatto di film amatissimi e che alla Mostra del Cinema di Venezia port il suo 4° film, Tom à la ferme una storia di dolore familiare che il suo talento trasforma in qualcosa di imprevedibile.
La storia è quella di un ragazzo che, al funerale del suo compagno, viene costretto dal fratello del defunto a fingere di essere un amico per non turbare la sensibilità materna, che immaginava il figlio con una donna. Una situazione che si colorerà di sfumature via via più tetre.

tom a le ferme

Scritto e interpretato dallo stesso Dolan da una pièce di Michel Marc Bouchard, Tom à la ferme è in pratica un horror dei sentimenti, un dramma su una famiglia disgregata, alle prese con un fattore esterno, che diventa un percorso sempre più teso nelle paure, nei segreti, nelle rabbie represse della sessualità.
Il rapporto tra la città e la campagna (la fattoria del titolo), la presunta apertura mentale urbana contro le tradizioni contadine e soprattutto l’incapacità di elaborare lutti “sociali”, nel senso che non colpiscono solo le persone ma anche le comunità che li circondano, diventano per Dolan attraverso cui raccontare una parabola sulla realtà e la finzione, sulla conoscenza intima e le maschere che ci costruiamo che passa necessariamente anche dalla messinscena cinematografica: un dramma ironico diventa un thriller rurale, un melodramma si tinge di orrore, la paura e l’amore convivono nella stessa inquadratura.

181818797-2f16ca17-3f15-4db3-a7ca-cb0c4d3ccc0a

Dolan sfodera una tensione che nasconde il suo lato tenero, come i personaggi morbosi e teneri fino al disarmo, e realizza un’opera che mette in mostra un talento forte e sempre sorprendente: a partire dal magnifico incipit, Tom à la ferme mostra un senso della costruzione, dello spazio filmico (con il formato che diventa Cinemascope in due scene quasi action), dei luoghi e un istinto registico che davvero fanno pensare al genio. E l’uso della musica, da Les moulins de mon coeur a Rufus Wainwright passando per la partitura di Gabriel Yared, da qualcuno criticata, mostra invece i segni di un regista che se già non lo è si avvicina alla grandezza.

Anche quest’anno ScreenWEEK è al Lido per seguire la 70. Mostra del Cinema di Venezia. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti dal Festival.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Se succede qualcosa, vi voglio bene: il corto animato che ha conquistato Netflix 30 Novembre 2020 - 15:15

Se succede qualcosa, vi voglio bene il corto animato Michael Govier e Will McCormack è da poco sbarcato su Netflix. È ispirato ad una storia vera? Ecco tutto quello che dovete sapere, la trama e il trailer.

Mosul: arriva su Netflix il nuovo film di guerra prodotto dai fratelli Russo 30 Novembre 2020 - 14:30

Mosul è da qualche giorno disponibile su Netflix. Ecco tutto quello che dovete sapere sul film di guerra prodotto dai Fratelli Russo, la trama, il trailer, il cast.

Doctor Who: il trailer dell’episodio speciale Revolution of the Daleks 30 Novembre 2020 - 13:45

Il 2021 sarà inaugurato da un nuovo episodio speciale di Doctor Who. Ecco il trailer di Revolution of the Daleks.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.