L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

#Venezia70, Palo Alto – La recensione dalla Mostra del film prodotto da James Franco con Emma Roberts

Di emanuele.r

536600809-james-franco-e-emma-roberts-em-cena-de-palo-alto

Corsi e ricorsi alla 70^ Mostra del Cinema di Venezia: James Franco, dopo aver presentato in concorso Child of God, il suo film da regista, torna nella sezione Orizzonti come attore, produttore e autore letterario di Palo Alto, esordio alla regia di Gia Coppola, nipote di Francis Ford che al Lido ha dato già un Leone d’oro, quello della figlia Sofia per Somewhere. Il girotondo di relazioni porta però a un film che fatica a trovare la sua strada.
Il film racconta la vita di April, una ragazzina infatuata del suo allenatore di calcio per cui fa anche la babysitter, e dei suoi amici, “vittime” della noia adolescenziali dei quartieri periferici, tra feste, amori, sbandate anche tragiche.

gia-coppola-palo-alto-james-franco-palo-alto

Tratto dai racconti di Franco che Minimum Fax ha pubblicato con il titolo di In stato di ebbrezza, il film – scritto dalla stessa Coppola – è un teen movie diviso tra il cinema di John Hughes e i film giovanili anni ’80 e le provocazioni degli ultimi tempi figlie di Larry Clark.
Franco e Coppola non hanno intenzione di tracciare un affresco dei giovani sbandati, senza ideali e vuoti che si vedono di continuo, ma prendere di petto le loro problematiche all’interno di un film fatti di ritratti, bozzetti, storie curiose o tristi in cui però l’ironia e il romanticismo pop non manchino. E’ un tentativo che avrebbe bisogno di una forte mano registico e di una prospettiva narrativa intensa, che Coppola invece non trova o ancora non ha, restando a metà strada tra due istanze senza riuscire a fonderle.

palo-alto-trailer-08302013-112748

Non le manca il gusto per la confezione, vedasi la musica indie che costella Palo Alto, le manca invece la capacità di andare a fondo ai personaggi e al mondo che descrive che galleggia sulla superficie del viso e del corpo innocente all’apparenza di Emma Roberts, il cui modo di mostrarsi è tipico dei preliminari giovanili, di quelli che vorrebbero tanto arrivare al dunque ma non ci riescono, esattamente come il film.

Anche quest’anno ScreenWEEK è al Lido per seguire la 70. Mostra del Cinema di Venezia. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti dal Festival.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Lucca C&G 2019 – Dal pilot di Batwoman all’anteprima di Summer of ’84 20 Ottobre 2019 - 20:00

Ormai manca pochissimo a Lucca C&G, ecco tutte le ultime novità dell'Area Movie, da Shinko e la magia millenaria a Summer of '84 al pilot di Batwoman

Secondo The Rock le riprese di Black Adam cominceranno nel luglio del 2020 20 Ottobre 2019 - 19:00

Le riprese di Black Adam cominceranno nell'estate del 2020, lo ha rivelato il suo interprete Dwayne Johnson su Twitter

Watchmen – Un nuovo spot con gli elogi della critica 20 Ottobre 2019 - 18:00

Il nuovo spot di Watchmen comprende gli elogi della stampa americana. Il debutto italiano della serie è atteso per questa notte in contemporanea con gli USA.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.