L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

#Emmy2013, ecco le serie comedy e drama, i film e le miniserie candidate

Di emanuele.r

emmy

Domenica prossima 22 settembre saranno consegnati a Los Angeles per la 65^ volta gli Emmy Awards, i premi che l’accademia della televisione americana assegna ogni anno ai suoi migliori prodotti: ovviamente i premi più attesi riguardano le categorie drama, comedy e tv movie/miniseries, facciamo perciò un viaggio tra i candidati.

house-of-cards

Miglior serie drammatica

E’ l’anno del non ritorno, del tramonto (definitivo?) della tv broadcast e generalista, almeno ad alto livello, basti pensare agli ascolti di The Walking Dead : delle 6 candidate 4 sono serie per la tv via cavo, 1 è inglese e un’altra è una serie on line. House of Cards potrebbe diventare lo spartiacque tra la vecchia tv e la nuova tv: la serie di Willimon e Fincher è la prima serie trasmessa in rete ad avere il successo, il seguito e la considerazione critica di una tradizionale serie tv. E si pone tra i favoriti, anche grazie al clamore delle altre produzioni Netflix che la stanno imponendo come nuova HBO.
Se la dovrà vedere con Breaking Bad, che chiuderà la sua avventura proprio il giorno della premiazione e potrebbe avere una doppia vetrina, proprio quel giorno, grazie anche a una stagione di altissimo livello. Un gradino dietro Mad Men, ormai pluripremiatissima, Homeland (anche se i bookmaker non ci giurano) e Game of Thrones, la cui 3^ stagione è stata un po’ sottotono. Fuori dai giochi sembra Downton Abbey. Le nostre preferenze sono divise e voteremmo un ex-aequo tra la serie Netflix con Spacey e il drama AMC con Bryan Cranston.

louie

Miglior serie comica

Le broadcast qui si comportano meglio e si riprendono in un terreno a loro più congeniale: il vero limite di questa categoria è la ritrosia a sperimentare (da parte dei produttori, ma anche dell’Academy) e a scoprire nuove frontiere dell’umorismo. Per questo fa eccezione Louie, la comedy FX centrata sulla verve tagliente e dolente di Louie C.K. una delle rivelazione degli ultimi anni. Contro di lui 3 colossi: The Big Bang Theory, ormai stabile nell’amore del pubblico anzi in crescita, Modern Family, stabilissima anche grazie al cast travolgente, e 30 Rock, anche qui consolidatissima ma di gran livello.
Partono indietro, stranamente, le 2 serie HBO: Girls, amatissima e vincente con la prima stagione, si trova con una 2^ annata molto meno convincente, mentre Veep pur vivacissima è un prodotto piuttosto di nicchia per i gusti “pop” dell’Academy. Se dovessimo votare, daremmo l’Emmy alla gustosa serie FX con lo stand up comedian più irriverente della tv.

sundance-top-of-the-lake

Miglior film per la tv/miniserie

Categoria meno amata fuori dagli USA invece ricca di chicche e produzioni di grande livello. Pesce fuor d’acqua sembra American Horror Story: Asylum, serie tv a tutti gli effetti giunta alla 3^ stagione, ma la struttura antologica, con storie e attori anche diversi, la rende una raccolta di miniserie. Per cui la sua appartenenza alla categoria è legittima, e la pone anche in buona posizione. Se non fosse che il clamoroso favorito è Behind the Candelabra, il film di Soderbergh che ha partecipato anche al festival di Cannes e che ha già vinto molti premi, tra cui i Creative Emmy dedicati alle categorie tecniche.
Tra i restanti candidati ci sono almeno 2 outsider di tutto rispetto: Phil Spector, tv-movie HBO con un Al Pacino in gran spolvero, che racconta la travagliata vita del più grande produttore musicale di sempre, e Top of the Lake, la rarefatta miniserie Sundance diretta da Jane Campion. Lontani nel gradimento Political Animals, miniserie politica di Berlanti con Sigourney Weaver, e The Bible, lavoro religioso che rappresenta i libri della Bibbia come un’unica grande storia. Tra un Asylum molto amata, ma secondo noi meno convincente, e un Soderbergh pieno di luci e colori, noi voteremmo per il crime interiore di Jane Campion.

Chi sono i vostri favoriti? Chi pensate saranno i vincitori? Ditecelo commentando l’articolo e restando su Screenweek.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

Black Adam – Anche Mohammed Amer entra nel cast 14 Aprile 2021 - 8:45

L'attore e comico palestinese-americano Mohammed Amer si è aggiunto al cast di Black Adam, le cui riprese sono appena iniziate.

Just Beyond: Mckenna Grace e Lexi Underwood nella serie Disney+ tratta da R.L. Stine 13 Aprile 2021 - 20:45

La serie antologica è stata creata da Seth Grahame-Smith a partire dai fumetti dell'autore di Piccoli brividi

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.