L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Box Office Japan – Miyazaki più forte di Man of Steel

Di Redazione SW

kaze_tachinu_opt

Articolo a cura di Matteo Boscarol.

Il vento continua a spingere Hayao Miyazaki ed il suo The Wind Rises sulle vette del botteghino giapponese, anche contro il prepotente debutto dell’uomo d’acciaio, che lo scorso fine settimana è stato proiettato in ben 610 sale dell’l’arcipelago e che guadagnando 2 milioni e 700 mila dollari è subito balzato al secondo posto.
steel_opt

Il primo week end di settembre ha decretato la fine delle vacanze estive, ricordiamo che l’anno scolastico giapponese comincia in aprile e finisce in marzo, ed è stato un periodo estivo che cinematograficamente ha visto il dominio quasi incontrastato di quello che si preannuncia come l’ultimo film di Miyazaki, al momento attuale il lungometraggio ha incassato circa 90 milioni di dollari nelle sette settimane di proiezione. Come incassi totali, molto bene ha fatto anche Monsters University, uscito un mese prima di The Wind Rises e dominatore della prima parte dell’estate al cinema, in due mesi, ne ha incassati ben 87 di milioni di dollari. Vista la diversa natura del film, decisamente più orientata ad un pubblico adulto rispetto ai suoi precedenti lavori, ma anche grazie alla partecipazione veneziana ed alla triste notizia del ritiro dalle scene del regista, The Wind Rises potrebbe ancora far bene durante i mesi a venire specialmente se otterrà qualche prestigioso riconoscimento alla Biennale, non dimenticando oltretutto che sarà interessante vedere come andrà il debutto americano previsto per il 28 settembre.

Sadako_opt
Sul terzo gradino, con un dignitoso incasso di 2 milioni di dollari troviamo Sadako2 3D, ennesima versione cinematografica da un lavoro di Koji Suzuki, il famoso autore di The Ring, in questo caso si tratta del sequel di Sadako 3D, uscito l’anno scorso. Particolarità di questo horror e che, contrariamente a ciò che accade di solito, agli spettatori verrà richiesto di tenere accesi i loro smartphone durante la proiezione ed attraverso un’application creata ad per l’occasione, durante il film, emetterà rumori, luci e vibrazioni improvvise, rendendo così l’esperienza di fatto in 4D, almeno secondo le speranze della produzione.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Lord of the Rings: la prima stagione costerà $465M 16 Aprile 2021 - 21:31

La prima stagione di The Lord of the Rings riceverà nuove agevolazioni dalla Nuova Zelanda, il costo delle riprese si aggirerà sui $465M.

Cinema e teatri potrebbero riaprire il 26 aprile nelle zone gialle 16 Aprile 2021 - 20:39

Il Ministro alla Cultura Dario Franceschini ha confermato che a partire dal 26 aprile potranno riaprire nelle zone gialle teatri e cinema. Ma si tratta comunque di uno scenario improbabile.

Kristen Wiig e Annie Mumolo insieme a Disney per un film sulle sorellastre di Cenerentola 16 Aprile 2021 - 20:30

Le sceneggiatrici de Le amiche della sposa racconteranno il classico dal punto di vista di Anastasia e Genoveffa. Produce Will Ferrell

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.