L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Big Hero 6 – Nuove informazioni sulla trama e i personaggi [VIDEO]

Di Marlen Vazzoler

big-hero-6

La scoperta delle ultime novità riguardanti il cinquantaquattresimo lungometraggio prodotto dalla Walt Disney Pictures, Big Hero 6, che segna la prima collaborazione dello studio con la Marvel, ha richiesto lo sforzo congiunto di due siti The Rotoscopers di Morgan Stradling e Bleeding Cool di Brandon Connelly.

Come ben sappiamo, la storia è ambientata a San Fransokyo, un mash-up tra Tokyo e San Francisco. Il protagonista Hiro Hamada, costruisce un robot che prenderà il posto del fratello, Tadashi, che è stato recentemente ucciso. Il giovane ha intenzione di scoprire l’identità dell’omicida, ma dato che non può farcela da solo, mette insieme una squadra di giovani vigilante che l’aiuteranno nell’impresa.

Hiro è un genio di quattordici anni, una sorta di Jimmy Neutron ma non così noioso. Non va molto d’accordo con chi gli sta attorno, è una sorta di incompreso, di emarginato. Attende il college San Fransokyo Tech, con il fratello Tadashi. I due sono membri di un club di ricerca, avente come capo Tadashi.
Anche se sente la pressione di dover costruire qualcosa di incredibile, Hiro non vuole seguirla, il suo unico desiderio è di costruire robot combattenti, stile Real Steel.

Tadashi è il fratello maggiore di Hiro. Sono due poli opposti. Tadashi è amorevole, gentile, vuole aiutare il prossimo, mentre Hiro pensa solo ai robot e a se stesso. Tadashi sente una certa obbligazione nell’aiutare suo fratello, e nel coltivare il suo talento.

Il club capitanato da Tadashi, conta altri membri oltre a Hiro: Wasabi-No-Ginger, Honey Lemon, GoGo Tomago e Fred. Ognuno lavora a un proprio progetto scientifico individuale. Naturalmente ci sono dei conflitti interni, e in parti sono provocati dall’individualismo di Hiro.

Wasabi-No-Ginger è un studente afro-americano, sta lavorando a una spada al plasma, che non taglia gli esseri umani ma qualsiasi altra cosa. È quieto, disciplinato e paziente. Parla poco, ma quando lo fa tutti lo ascoltano, perché normalmente dice qualcosa d’importante. Fred è l’unico che riesce a farlo spazientire.

Honey Lemon, è una biondina carinissima, una sorta di versione femminile di Walter White, nel senso che è davvero appassionata di chimica. Inoltre ama far saltare le cose in aria. È appassionata di moda e le piace creare vestiti, ma non è interessata ad attirare l’attenzione dei ragazzi. GoGo Tamago invece pensa che sia una falsa, e le loro diverse vedute le spingono a scontrarsi molto spesso.

GoGo Tamago è l’altra ragazza del gruppo, ed è il completo opposto di Honey Lemon. È una sportiva e ama le competizioni, per questo motivo quando vengono formati i Big Hero 6, fa fatica a prendere ordini da Hiro.

Fred non frequenta nemmeno questo college. È una sorta di topo di laboratorio di Tadashi, non ha un progetto e non contribuisce alla squadra con niente in particolare. Ma quando gli altri se ne vanno alla fine della giornata, lui rimane nel laboratorio per fare dei film, in particolare la pellicola Kaiju Grant, in cui vediamo Fred vestito da robot che distrugge delle scatole. Alla fine riesce a coinvolgere anche gli altri membri a fare il film.

La madre di Tadashi e Hiro gestisce un caffè. Il suo carattere è più simile a quello di Tadashi.

Il cattivo si chiama Yohai, un tipo con una maschera da kabuki, che vuole costruire una macchina che lo porterà in un’altra dimensione. Per farlo ha radunato i più pericolosi criminali di San Fransokyo, che rubano le parti necessarie per costruire la macchina.

Infine Baymax, uno dei personaggi centrali della storia. Dopo l’uccisione di Tadashi, Hiro prende il robot assistente a cui stava lavorando il fratello e lo trasforma in Baymax, combinandolo con uno dei suoi robot combattenti. Costruisce un armatura per Baymax, che va in contrasto con il concept iniziale pensato da Tadashi per il suo robot. Parla con dei messaggi pre-registrati, come: ‘da una scala da 1 a 10, quant’è il tuo dolore?’, e Hiro non sa come riprogrammarlo.

Il film si differenzia parecchio dal materiale originale, ma essendo così poco conosciuto, la Disney può permettersi di perseguire questa strada per tentare di costruire una potenziale franchise.
Realizzato in CGI, con uno stile molto vicino a quello dei fumetti, Big Hero 6, diretto da Don Hall, uscirà in 3D il 7 novembre 2014 nei cinema americani.

Fonti Bleeding Cool, The Rotoscopers

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Sound of Metal: la recensione del film Amazon con Riz Ahmed 5 Dicembre 2020 - 18:00

La parabola di un batterista metal che perde l'udito parla della nostra riluttanza a voltare pagina

Wonder Woman 1984 – Diana con il Lazo della Verità nel nuovo poster 5 Dicembre 2020 - 17:00

Diana sfoggia la Golden Armor e il Lazo della Verità nel nuovo poster di Wonder Woman 1984, che uscirà il giorno di Natale negli Stati Uniti.

Spider-Man 3 – Sony cancella il video con i tre Peter, Zendaya non conferma né smentisce 5 Dicembre 2020 - 16:00

Il video di Sony Latinoamerica che sembrava rivelare la presenza di Tobey Maguire e Andrew Garfield in Spider-Man 3 è stato cancellato. Interrogata sulla questione, Zendaya non conferma né smentisce.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.