L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

#Venezia70, Piccola patria – La recensione dalla Mostra del film italiano in concorso a Orizzonti

Di emanuele.r

PP_04

E’ vero che il cinema d’autore e indipendente italiano non gode di buona salute, ma è anche vero che spesso si chiude in se stesso parlando delle solite cose nel solito modo. Un esempio potrebe essere Piccola patria, il film di Alessandro Rossetto presentato alla Mostra di Venezia nella sezione Orizzonti.
Il film racconta dell’amicizia di due ragazze che organizzano un ricatto ai danni di un pervertito locale e dell’amore di una di loro per un ragazzo albanese, che finisce invischiato nel ricatto sullo sfondo del Veneto più razzista.

Scritto dallo stesso Rossetto, Piccola patria è un dramma ispirato alla tragedia classica, dai greci a Shakespeare, ma nutrito delle tematiche care al cinema italiano contemporaneo, su tutte l’integrazione e il razzismo.
Non solo l’integrazione dei molti stranieri di differenti comunità all’interno del “balcanico” (come l’ha definito il regista) tessuto sociale veneto e il razzismo verso di essi, ma anche il tentativo un po’ disperato un po’ velleitario dei vari personaggi di emanciparsi dalle loro condizioni di vita in risposta alla mancata integrazione (la ribellione della protagonista e della sua amica dalle venature vagamente omosessuali). Rossetto è sincero ed è interessante il suo lavoro sulla messinscena teatrale delle attrici, tutte bravissime a partire dall’esordiente Maria Roveran fino a Lucia Mascino.

piccola-patria-01-Picco

Però molto stona nel film: dai temi e dai risvolti, chiusi nel solito impegno programmatico e governativo di molto cinema italiano d’autore, fino al linguaggio, bloccato sul nascere dalla mancanza di mezzi e forse d’ispirazione, fermo alla macchina a mano e alla semi-improvvisazione, senza vere invenzioni, colpi vincenti. Come se anche lo stile del cinema meno allineato non potesse che sentirsi costrette all’interno di quelle piccole gabbie che paiono più gabbie del pensiero.

Anche quest’anno ScreenWEEK è al Lido per seguire la 70. Mostra del Cinema di Venezia. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti dal Festival.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Maradona e il Cinema, i migliori film sul (e con il) Pibe de Oro 25 Novembre 2020 - 21:04

Il Pibe de Oro lascia un enorme vuoto nel mondo del calcio: ecco tutti i docu-film basate sulla vita di Maradona, insieme ad alcune pellicole che hanno ospitato il campione!

Disney Gallery: The Mandalorian, la stagione 2 potrebbe arrivare a Natale 25 Novembre 2020 - 20:45

La serie backstage di The Mandalorian potrebbe tornare subito dopo la conclusione della stagione 2

Netflix ha un suo Universo Cinematografico di Pellicole Natalizie, in stile Marvel 25 Novembre 2020 - 19:05

Netflix ha imparato la lezione della Marvel e ha dato vita ad un Universo Cinematografico di Pellicole Natalizie, che ha recentemente accolto l’arrivo di Nei panni di una principessa: Ci risiamo.

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?