L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Captain America: The Winter Soldier – Samuel L. Jackson parla delle tante facce di Nick Fury e del suo rapporto con Cap e Black Widow

Di Marlen Vazzoler

nick-fury-samuel-l-jackson-the-avengers

Quando gli spettatori vedranno la prossima primavera Captain America: The Winter Soldier, conosceranno un altro lato di Nick Fury (Samuel L. Jackson), l’agente dello S.H.I.E.L.D. che è stato l’artefice della formazione dei Vendicatori.

“Vedrete Nick Fury nella sua versione d’ufficio, che si occupa del lavoro giornaliero dello S.H.I.E.L.D. e delle sue politiche al posto di tutte quelle altre cose. È bello vederlo occuparsi di Capitan America (Chris Evans), nell’essere in grado di parlare con lui da soldato a soldato e nel cercare di spiegargli come il mondo è cambiato in un altro modo, mentre era rimasto congelato nel tempo. Alcune delle persone che erano i nostri nemici ora sono i nostri alleati – a lui cercando di capire, ‘Bene, come possiamo fidarci di quelle persone?’ o ‘Come facciamo a fidarci delle persone che non si fidavano di chi non si fida di te? E spiegandogli che il bianco e il nero dei buoni/cattivi è stato trasformato in questa zona grigia.
Nick gli mente in continuazione. (Ride) Ma sta cercando di aiutarlo a navigare le acque dei nuovi squali, di cui non sa niente”.

Parlando del ruolo di Robert Redford nel film, ovvero l’agente Alexander Pierce, Jackson spiega che il collega fa parte del Consiglio della Sicurezza Mondiale con cui Nick stava parlando durante The Avengers, ma in quelle occasioni, Il personaggio di Pierce non era presente.

“Ci conosciamo perché siamo stati commilitoni per molto tempo. [Nel film ci sarà una sorta di racconto del passato del personaggio.] Ci sono alcune cose che vengono dette che daranno un’idea di come fa parte di questo ambiente da tanto tempo e il tipo di persona che era”.

Tornando a parlare del suo personaggio, Jackson spiega che:

“Ci sono sempre cose da affrontare quando sono Nick. Tutto ha un altro significato con Nick. Trovare la verità di quello che sta dicendo in quel momento è la cosa importante. In definitiva c’è una bugia da qualche parte. Qualche volta è una bugia gli hanno detto che non ha scoperto, quindi devo avere a che fare con queste cose per tutto il tempo.
C’è anche la natura del suo rapporto con diverse persone. Come quando parla con Cap, può parlare di Cap in molti e diversi modi. Può parlare con lui da pari a pari, per il fatto che entrambi sono stati soldati di un epoca specifica, e si capisce il suo tipo di moralità. Può anche parlare con lui come a un ragazzo che fa parte di un mondo di cui non sa nulla, e lui è un mentore che lo aiuta a fare qualcosa. E poi a volte gli parlo come un capo. Ci sono tutte quelle cose che devo combinare per assicurarmi che non venga bruciato o confuso in un certo modo e assicurarmi che lui capisca.
E quando parlo con Natasha (Scarlett Johansson), sono come una figura paterna, perché lui la ama in un modo in cui non ama nessun altro, come parte di quel gruppo di persone. Il fatto che sono entrambi membri di questo mondo di ombre e che lui conosce il suo passato in un modo che nessun altro lo conosce, c’è un affetto e un rispetto lì e una conoscenza sul tipo di persona che lei è là. Anche se lei lo ama, se lo dovesse uccidere, lo farebbe, e lui lo capisce. C’è un modo di trattare con lei che non può usarlo con nessun altro.
Accadono un sacco di cose. Quando ho a che fare con il Consiglio Mondiale, ho tutto un altro atteggiamento. E quando mi guardo allo specchio, ho a che fare con il tipo di patriota che sono. C’è un Nick che si occupa di Nick, e quante bugie ho raccontato? Ho detto così tante bugie che non so più davvero qual’è la verità?”.

Chissà se queste bugie si torceranno contro di lui ad un certo punto.

ATTENZIONE SPOILER
Concludiamo con questa foto scattata durante la proiezione del filmato di Winter Soldier, o al Comic-Con o al D23, che immortala Brock Rumlow (Frank Grillo) mentre dice al Cap,

“Voglio solo dirti Cap, che non è una cosa personale”.

captain-america-winter-soldier-evans-grillo

Qui potete rileggervi la descrizione del filmato mostrato a San Diego;

Qui, quella del girato presentato al D23
FINE SPOILER

Nel cast del film troveremo anche Sebastian Stan (Il Soldato d’Inverno), Anthony Mackie (Falcon) ed Emily VanCamp in quelli dell’Agente 13. La release è fissata in America per il 4 Aprile 2014, in Italia arriverà un giorno prima, il 3 aprile.

Fonti Usa Today, Ths_Romey

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Cinderella: Olivia Colman, Helena Bonham Carter, Anya Taylor-Joy nella pantomima prodotta da Richard Curtis 3 Dicembre 2020 - 21:56

Olivia Colman, Helena Bonham Carter e Anya Taylor-Joy protagoniste nella pantomima di Cinderella prodotta da Richard Curtis per BBC

Cynthia Erivo nel biopic di Sarah Forbes Bonetta, principessa “regalata” alla Regina Vittoria 3 Dicembre 2020 - 21:30

Un'incredibile storia vera, dimenticata dai libri di storia; Benedict Cumberbatch sarà il produttore esecutivo

House of The Dragon: un drago ritratto nei primi concept del prequel di Game of Thrones 3 Dicembre 2020 - 21:09

Prime immagini per House of the Dragon, la serie prequel di Game of Thrones che racconterà la storia della Casa Targaryen.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.