L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Tre motivi semplici semplici per vedere Pacific Rim

Di Valentina Torlaschi

pacific rim

E finalmente ci siamo. Esce oggi nei cinema italiani (il debutto negli Usa è fissato per domani) Pacific Rim: l’atteso e mastodontico film action-fantascientifico diretto dal grande Guillermo del Toro. Una pellicola che, sullo sfondo di uno scenario oscuro e devastato, racconta di giganteschi robot, comandati da coppie di uomini e noti come Jaeger, che dovranno combattere ferocissime battaglie contro i terribili Kaiju, ossia dei mostri titanici e famelici emersi dalle profondità dell’oceano. In gioco, c’è la salvezza del pianeta Terra perché, come dice il comandante interpretato da Idris Elba in una delle battute del film, sentita e risentita in spot e trailer di questi mesi, e che subito è diventata cult, «today we are canceling the apocalypse». Oggi stiamo cancellando l’apocalisse.

Tra i blockbuster più acclamati della stagione, Pacific Rim è puro spettacolo e puro intrattenimento: vi riepiloghiamo tre motivi per cui Pacific Rim è uno di quei film assolutamente da non perdere.

1) PERCHÉ LE DIMENSIONI CONTANO. E PACIFIC RIM È MASTODONTICO

Pacific_Rim_robot

Imponente, immenso, mastodontico, kolossale. Questi sono gli aggettivi ricorrenti tra le recensioni e i commenti su Pacific Rim anche perché, come moltissimi giornalisti e blogger hanno sottolineato, l’assoluto punto di forza della pellicola, la sua inesauribile forza calamitica, sono gli scontri tra Jaeger e Kaiju. I corpi a corpi, nel mezzo dell’oceano o tra le strade di strade di Hong Kong, di megarobot alti come un palazzo di 25 piani e megamostri alieni altrettanto imponenti. Le battaglie tra questi giganti del bene contro giganti del male sono puro frastuono, fracasso, spettacolo. Sequenze dall’impatto visivo e sonoro sconvolgente che caricano lo spettatore su una montagna russa di immagini e rumori. E il piacere è semplicemente quello di venir sballottati più che mai.
Pacific Rim è un omaggio ai Kaiju e ai mecha della cultura e del mondo anime giapponese (pur se la retorica di fondo è profondamente made in Usa) e sono queste “montagne di robot” i protagonisti assoluti. Protagonisti robotici che metaforicamente schiacciano come granelli si sabbia i protagonisti umani, che nel confronto risultano assai meno convincenti. Per sapere tutti i dettagli sui personaggi robotoci, qui trovate il nostro speciale sui 5 Jaeger principali.

 

2) PERCHÉ GUILLERMO DEL TORO È GUILLERMO DEL TORO

guillermo-del-toro-pacific-rim

L’ultimo suo film che abbiamo visto al cinema è stato Hellboy. Era il 2008: da allora abbiamo dovuto aspettare ben 5 anni per poter ritrovare il talentuoso regista messicano Guillermo del Toro. L’occasione è appunto Pacific Rim, un action sci-fi che, come si diceva sopra, è puro e semplice spettacolo visivo. Puro cinema d’intrattenimento. Certo in questi 5 anni Del Toro non è stato con le mani in mano e, se il suo nome sul grande schermo non è più comparso come regista, lo abbiamo invece visto nei panni del produttore per film di tutto rispetto quali Non avere paura del buio, Le 5 leggende, La madre. Va ricordato poi che in questi 5 anni Del Toro si era imbarcato con poco successo in progetti anche più mastodontici di Pacific Rim (Lo Hobbit e l’adattamento de Le montagne della follia) che poi è stato costretto ad abbandonare (il primo per ritardi nell’avvio delle riprese; il secondo cancellato perché troppo costoso). Pacific Rim arriva quindi in un momento “no” ma quelli che in molti pensavano essere un “piccolo” ripiego-contentino da “solo” 150 milioni di dollari, si è invece rivelato un grande film.
E nota a margine, sebbene il 3D non sia nativo (Del Toro, come sappiamo, era inizialmente contrario) ma aggiunto in post-produzione, il regista è riuscito a rendere questo aspetto tutt’altro che superfluo: pretendendo un lavoro di riconversione perfetto, al limite del maniacale, con ben 42 settimane di durata quando la media è di 3-4, il 3D è tutt’altro che posticcio. Anche se la vera morte di un film del genere è, ça vas sans dire, la visione in una sala IMAX.

3) PERCHÉ SODDISFA SIA L’EMISFERO DESTRO SIA L’EMISFERO SINISTRO

Pacific Rim Max Martini Robert Kazinsky foto dal film 3

In Pacific Rim i mastodontici Jaeger sono comandati non da uno bensì due piloti. Uno alla guida dell’emisfero sinistro, deputato al pensiero logico e razionale della mente robotica; l’altro alla guida di quello destro, emotivo e olistico per una visione d’insieme. Per essere in totale sincronia e far funzionare il Jaeger alla perfezione, le menti di questi due piloti sono messe in comunicazione e collegate da un ponte neuronale: uno entra nel cervello dell’altro e viceversa, esplorandone senza alcuna censura pensieri, ricordi rimossi, paure, passioni… Il film di Guillermo del Toro riesce a soddisfare entrambi gli emisferi cerebrali dello spettatore: quello sinistro-razionale e quello destro-emotivo. Per averne la prova leggete qui e qui le nostre recensioni per ciascun emisfero.

Pacific Rim ha fatto oggi il suo ingresso nelle sale italiane. Nel cast ci sono Charlie HunnamCharlie DayMax MartiniRon PerlmanRinko Kikuchi e Idris Elba. Per maggiori informazioni potete consultare le nostre News dal Blog. Vi ricordiamo inoltre che qui trovate lapagina facebook italiana del film.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

A Classic Horror Story – Il trailer ufficiale del film di Roberto de Feo e Paolo Strippoli, dal 14 luglio su Netflix 16 Giugno 2021 - 13:29

Ecco il trailer ufficiale di A Classic Horror Story, la pellicola diretta da Roberto De Feo e Paolo Strippoli, in arrivo su Netflix il prossimo 14 luglio.

Sonic 2 – Anche Shemar Moore nel cast del sequel 16 Giugno 2021 - 13:15

Shemar Moore (S.W.A.T.) rivela di far parte del cast di Sonic 2, e pubblica una foto su Instagram in compagnia dei colleghi.

Loki: chi è il personaggio che compare alla fine del secondo episodio? 16 Giugno 2021 - 12:39

Il secondo episodio di Loki, da poco disponibile su Disney+, si è concluso con un colpo di scena, che ha introdotto al pubblico la Variante di Loki alla base del caos nella Sacra Linea Temporale.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.