L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Killing, il commento alla 3^ stagione

Di emanuele.r

the-killing-season-3-6001

Come Arrested Development, anche The Killing ha vissuto la grazia della resurrezione. Cancellata da AMC dopo la 2^ stagione, la rete via cavo ha fatto dietro front e anziché appoggiarsi a un originale danese, crea una 3^ stagione del tutto autonoma che per scrittura e regia si presenta come la migliore della serie.
E’ passato un anno dai fatti raccontati nella seconda stagione, e Sarah lavora sui traghetti. Holder la chiamerà per chiederle di aiutarlo a risolvere un caso che coinvolge un omicidio su cui la protagonista aveva lavorato anni prima. Il detective, infatti, nell’andare alla ricerca di una ragazza fuggita di casa scoprirà una serie di omicidi, che lo porteranno ad avere a che fare con un pericoloso serial killer e che spingeranno la protagonista ad intervenire.

876cabb7-aa97-7656-e53d-9f8bf91cff45_holder_linden_4_tk3

Veena Sud crea una storyline se possibile ancora più complessa delle prime due stagioni, ma al contrario di quelle riesce a non perdersi in troppi rivoli e a creare un meccanismo thriller che sappia davvero affondare le unghie dentro i personaggi, l’ambiente, i sotto-testi sociali della città.
Usando come sfondo quello dei ragazzi vagabondi, della loro vita quotidiani, dello squallore morale e fisico a cui si sottopongono per sopravvivere, The Killing va ancora più a fondo nel tessuto della provincia americana rispetto agli intrecci politici che a tratti costeggiavano il già visto: con atmosfere più depresse (possibile?) e una Linden ancora più in difficoltà, la serie si avvicina sempre più al modello di Twin Peaks, ma con un’originalità e una forza narrativa proprie, con un intimismo toccante che non elude la suspense.

lind

Rispetto alle lacune di scrittura, la 3^ stagione di The Killing ha sceneggiature forti, profonde, a tratti folgoranti e dà la possibilità ai registi di dare sfogo alle proprie sensibilità, arrivando al culmine con il 9° episodio, The Reckoning, diretto in modo meraviglioso da Jonathan Demme. E così facendo, sorprendendo gli scettici ed entusiasmando i fan, The Killing ha dato un vero e proprio senso al suo risorgere, aprendo più di una possibilità a una 4^ stagione. Che non si può che augurare a chiunque ami la tv.

Commentate la recensione e restate con Screenweek.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Blacula: in arrivo il reboot della saga horror Blaxploitation 18 Giugno 2021 - 21:30

Il cult di William Crain tornerà in vita in una versione moderna, ambientata in una metropoli dopo la pandemia di Covid

The Witcher: Henry Cavill in un nuovo teaser della stagione 2 18 Giugno 2021 - 21:07

Henry Cavill ha condiviso su Instagram un nuovo assaggio della seconda stagione di The Witcher.

Julia Stiles debutterà alla regia con Wish You Were Here 18 Giugno 2021 - 20:45

La star della saga di Bourne e di Save the Last Dance e 10 cose che odio di te dirigerà a partire da un romanzo di Renée Carlino

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.