L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Amazing Spider-Man 2 – Lo scenografo Mark Friedberg parla dei set e del design di Rhino ed Electro

Di Marlen Vazzoler

amazing-spider-man-emblem-logo-slice

Secondo quanto comunicato da responsabili della Sony, la produzione di The Amazing Spider-Man 2 è una delle più grandi mai realizzate a New York. A giugno si sono tenute le visite sul set del film e Den of Geek ha avuto la possibilità di intervistare il production designer Mark Friedberg, responsabile della costruzione dell’arca del film Noah di Darren Aronofsky.
Friedberg spiega che una sfida incontrata nel film di Webb è stata data dal design della Oscorp, la compagnia di Norman Osborne per cui lavora Gwen, in cui è ambientata buona parte del seguito.

“È un luogo in cui la scienza, le cose emozionanti e le cose nefaste accadono, quindi questa è stata probabilmente una sfida durante la progettazione. Un sacco di volte, quando creiamo il passato, facciamo delle cose che si ispirano. In questo [film], ci stiamo inventando delle cose. C’è una sorta di scienza vera, ma è anche una storia a fumetti, quindi bisogna trovare un equilibrio tra la scienza credibile e la scienza d’intrattenimento”.

Una delle sfida maggiori è stata presentata dal laboratorio del genoma che si trova alla Oscorp, perché è un ambiente elementare in cui è stato richiesto di lavorare con l’acqua, il che ha reso il tutto più complicato. Nel film la Oscorp non solo sta lavorando per lo sviluppo del futuro della biogenetica, ma anche di quello dell’energia.

“Questo è ovviamente un tema caldo in questi giorni, quindi abbiamo anche un set venturo che è una rete elettrica, che deve essere ancora una volta un luogo credibile in cui si produce energia elettrica, ma anche”,

deve essere utilizzabile per le scene d’azione.
Ma il set più difficile è stato la stanza di Peter perché doveva poter muoversi. La stanza non si trovava su un supporto che permette la rotazione, il meccanismo usato ricorda quello dello spiedo. Ogni set conteneva dei cavi che permettevano a Garfield di poter camminare sui muri.
Nonostante Webb sia un grande conoscitore dell’Uomo-Ragno, una conoscenza pregressa al suo lavoro nel primo film,

“La sua versione del mondo di Spider-Man è qualcosa che ha inventato, quindi non ci sono dei luoghi e degli elementi chiave lungo la strada. A volte ci sono delle citazioni – a volte un orologio può fare riferimento a un numero su un fumetto.
In particolare, credo che la nostra versione del futuro sia molto diversa. Quello che significava la tecnologia nel fumetto e quello che significa oggi – quello che la tecnologia significava cinque anni fa e quello che significa adesso – [è diverso]. Non credo che abbiamo rubato tanto [dai fumetti], ma ce ne siamo sempre ispirati”.

Nel film è stato abbandonato il classico costume di Electro, fornito di maschera gialla, in favore della creazione di una nuova versione.

“[Electro] è un personaggio interessante. Credo che, in generale, anche se c’è tanto uso del digitale, cerchiamo di rendere tutto il più pratico possibile. Così il suo costume è anche nato da un problema alla Oscorp, il costume ha a che fare con il fatto che le persone che lavorano su di lui avevano a che fare con qualcosa di elettrico, quindi [il materiale] dovrebbe essere una gomma vulcanizzata. Non volevamo che sembrasse che fosse andato in un negozio di costumi di supereroi, che a volte è quello che sembra. Abbiamo cercato di dargli una storia e anche un aspetto fantastico e forte”.

Il fatto che Dillon lavori alla Oscorp ha un impatto con la sua trasformazione in Electro, d’altronde è un suo impiegato.

“La Oscorp è sempre presente. E credo che faccia parte della storia il fatto che è presente in luoghi che non sono nemmeno la Oscorp, il che è qualcosa che stiamo scoprendo con alcune delle nostre aziende.
Penso che una cosa che bisogna dare credito a Marc, è che nulla è arbitrario. Nulla è preso dal fumetto solo perché è stato formulato in quel modo, ma cerchiamo di tesserlo nella storia e di definire le sue origini”.

Grande aiuto per la realizzazione della scienza presente nel film è arrivato da uno degli scittori di Noah, Ari Handel, un ex-neurobiologo, perché in grado di comprendere sia la scienza che il dramma.

“È stato d’aiuto perché poteva dire che questo era credibile, che questo avrebbe avuto senso. Quindi sì, c’è qualche fondamento di vera scienza [nel film], ne hanno anche parlato con Marc e con gli scrittori, in modo che potessero capire quali fossero i problemi con l’elettricità e quali fossero i problemi con la biologia.
La biologia è una grande parte della Oscorp. Questi cattivi hanno sempre qualcosa a che fare con la manipolazione genetica, e giocano sempre con il fatto che gli esseri umani e gli animali possono assumere le rispettive caratteristiche”.

Parlando del costume di Rhino, Friedberg spiega che una delle idee era di:

“Contrastare i materiali futuristici in titanio o in policarbonato con alcune delle altre tecnologie della Oscorp, e il fatto che molti di questi costumi hanno a che fare con il corpo – il sistema del corpo. Non sto mettendo solo un armatura, fa parte del mio corpo. Rhino è una specie di personaggio del passato, in un certo senso, quasi un personaggio d’epoca, che non è una critica alla Russia, ma piuttosto una citazione all’ingombrante solidità dell’Unione Sovietica.
Questo è il suo carattere. A Rhino piace distruggere i muri – che è quello che fa. Spacca tutto attraversando il muro di una banca. Ecco come la deruba. È stranamente un po’ giocoso. È divertente. È molto diverso dalla Oscorp”.

Friedberg infine rivela che la storia del film è ambientata principalmente in primavera e estate.

QUI trovate l’intervento di Marc Webb al panel “I Visionari

QUI le differenze del nuovo costume rispetto al vecchio

QUI, il recap del pannello del Comic-Con

The Amazing Spider-Man 2 arriverà nelle sale il 2 maggio 2014 sempre in 3D. Cliccate sulla pagina Facebook del film per rimanere aggiornati.

Fonte denofgeek

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Loki – Uno spot con gli elogi della critica e il video con il cast e gli autori 13 Giugno 2021 - 19:00

Il nuovo spot di Loki include gli elogi della critica, ma c'è anche un video con il cast e gli autori che parlano della serie Marvel.

Jujutsu Kaisen 0 the Movie: Nei cinema giapponesi dal 24 dicembre, nuova visual 13 Giugno 2021 - 18:52

Jujutsu Kaisen 0 the Movie verrà distribuito da Toho nei cinema giapponesi dal 24 dicembre, una nuova visual e prime informazioni sul videogioco RPG mobile Jujutsu Kaisen: Phantom Parade

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth e Chris Pratt in una nuova foto 13 Giugno 2021 - 18:00

Chris Hemsworth pubblica una foto con Chris Pratt per fare gli auguri a... Chris Evans. I due attori indossano i loro costumi di scena sul set di Thor: Love and Thunder.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.