L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Japan Expo 2013 – Intervista esclusiva con Atsuhiro Iwakami, il produttore di Oreimo e Puella Magi Madoka Magica

Di Marlen Vazzoler

atsuiro-iwakami-tomonori-ochikoshi-aniplex-japan-expo-2013

Durante il Japan Expo, abbiamo avuto il piacere di intervistare il produttore Atsuhiro Iwakami, uno degli uomini chiave dietro anime di grande successo come Puella Magi Madoka Magica, Sword Art Online, Oreimo e la serie di Bakemonogatari, tratta dai romanzi di Nisio Isin, che ha dato vita a diversi sequel: Nisemonogatari, Nekomonogatari e a Monogatari Series Second Season, un anime di 26 episodi la cui messa in onda in Giappone è iniziata il 6 luglio di quest’anno.
Prima della nostra intervista, la Aniplex ha tenuto una conferenza a cui ha partecipato il signor Iwakami. Durante il suo breve intervento il produttore ha parlato di Monogatari Series Second Season. Ha spiegato che questi nuovi episodi a cui sta lavorando sono in linea con il resto delle produzioni precedenti. La presenza di personaggi molto originali in questa serie è uno dei motivi per cui Iwakami vuole raccomandare la visione della serie al pubblico.
Per quanto riguarda il terzo film di Madoka, che uscirà in Giappone il 26 ottobre, Iwakami ha dichiarato che:

“Questo finale farà piacere ai fan e che per alcuni si tratterà di un happy end. Altri non saranno invece dello stesso avviso, ma non rimarranno delusi. Questo è il finale più bello che abbiamo voluto donare alla serie”.

Inoltre ha annunciato che la pellicola verrà proiettata in esclusiva al Grand Rex di Paris, e a Tourcoing, il 16 novembre del 2013. A un mese, circa, dall’uscita nelle sale giapponesi.

Durante la conferenza Iwakami ha inoltre parlato di un altro anime che ha prodotto, che ha ottenuto un grande successo: Sword Art Online. Prima di cominciare la lavorazione del anime, di questa proprietà che aveva già una base di fan molto importante, Iwakami ha incontrato più volte l’autore dei romanzi.
Inoltre è riuscito a mettere insieme una squadra formata da artisti prestigiosi, in particola modo il regista Tomohiko Ito. Le problematiche per questo adattamento sono nate dalla ricerca di trovare un punto di equilibrio tra la parte ambientata nel mondo reale e quella nel mondo virtuale, inoltre la scrittura di personaggi che sembrassero reali, che secondo Iwakami, è stato un punto di successo del anime.

atsuiro-iwakami-japan-expo-2013

Come ha iniziato il suo lavoro nell’industria dell’animazione e perché ha scelto di lavorare come produttore?
Quando sono entrato alla Aniplex, mi sono ritrovato a lavorare sul campo immediatamente.

È entrato alla Aniplex subito dopo aver finito i suoi studi, o ha prima lavorato per un’altra compagnia?
Sei mesi dopo dopo essermi diplomato, sono entrato alla Aniplex.

La decisione di lavorare a un progetto. Nasce da un’idea, da un manga o da una novel che hai letto?
Leggo manga, romanzi, e se c’è qualcosa che mi piace in particolare, decido di lavorarci su, o se mi piace il mangaka cerco di lavorarci insieme. Nel caso di Puella Magi Madoka Magica, volevo lavorare con la persona che ha realizzato la storia.

Questa primavera è andata in onda la seconda stagione di Oreimo, dove ha lavorato come planner e non come produttore. Che differenza c’è stata nel lavoro che ha fatto in queste due stagioni?
Nella prima stagione, sono stato io che ho deciso di realizzare l’anime di questo romanzo ed ho scelto la squadra con cui volevo lavorare al progetto, nella seconda stagione ho solamente lasciato lavorare il team. Mi è piaciuto il romanzo della prima stagione, per questo ho voluto farla, ma nel caso della seconda stagione, ho voluto guardarmela.

La prima stagione è stata realizzata dalla AIC, mentre la seconda stagione è stata fatta dalla A-1 Pictures. Lo staff è rimasto lo stesso, perché è stata cambiata la compagnia?
Non c’è stata una regione specifica, si è trattato di un problema di finanziamenti. AIC stava già lavorando a troppi progetti e non si poteva permettere di prenderne un altro, così hanno chiesto alla A-1 Pictures.

In America c’è stato un problema riguardo la pirateria di un episodio della prima stagione, durante il simulcast.
Adesso ricordo. C’era un impresa americana che aveva ricevuto l’incarico, hanno fatto un errore e l’episodio è finito online.

Il simulcast è un buon strumento contro la pirateria?
Penso che il sistema del simulcast sia un buon mezzo ma, non i fansub. Per questo motivo preferisco le compagnie come la Wakanim, che lavorano in modo legale. Non posso permettermi di dire che i fansub sono una cosa buona.

Nelle prime due stagioni il gruppo Claris ha cantato le opening. Come è nato questa collaborazione?
Ho parlato con il responsabile incaricato della produzione della musica di Claris, e nella prima stagione di Oreimo abbiamo utilizzato la canzone con cui hanno debuttato.

Come mai avete deciso di usare questo gruppo?
Alla nostra impresa e alla compagnia sono davvero piaciute le Claris, per questo motivo le abbiamo assunte. Il loro era un modo nuovo di cantare, le loro voci erano fresche e nuove. Sono state scelte anche per cantare Madoka Magica e Nisemonogatari, dai produttori della Aniplex.

Come è nata Madoka Magica?
Mi sono occupato di realizzare il concept iniziale. Ho pensato che sarebbe stato interessante lavorare su una storia ideata da Gen Urobuchi e il character design di Ume Aoki.

Il titolo provvisorio di Madoka Magica era ‘Mahou Shoujo Apocalypse’, come mai non è stato mantenuto come titolo finale?
La decisione è stata presa dal regista, Akiyuki Shinbo. Pensavamo che fosse banale fare un mash-up tra due parole come Mahou Shoujo (Magical girl, ndr) e Apocalypse, nella stessa frase. Se fosse stato mantenuto il pubblico si sarebbe aspettato quello che doveva accadere nel resto della serie.

Il contrasto dell’animazione all’interno del mondo delle streghe, è visualmente incredibile. Come ha ideato questo concetto lo scenografo Gekidan Inu Curry?
Non riesco a capire cosa ci sia nella testa di Inu Curry.

Durante la conferenza dell’Aniplex, ha annunciato una proiezione speciale del terzo film di Madoka a Parigi. Perché ha scelto proprio Parigi? Potremmo aspettarci altre proiezioni speciali in altri paesi, nei mesi successivi?
L’ho scelta per via della Wakanim. La compagnia ha voluto fare qualcosa di questo genere, ed io ho deciso di fare del mio meglio per promuovere il film. Se sarà possibile mi piacerebbe fare una cosa simile anche in altri paesi.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Suicide Squad – Il trailer finale arriverà presto? Un indizio da James Gunn 20 Giugno 2021 - 16:00

La risposta di James Gunn a un fan sembra indicare che il trailer finale di The Suicide Squad arriverà presto... forse entro la fine di giugno?

Young Royals: il trailer della serie teen svedese in arrivo su Netflix 20 Giugno 2021 - 15:00

Se per caso stavate sentendo la mancanza di The Crown, Netflix ha subito il rimedio per voi...

Willem Dafoe in Spider-Man: No Way Home? L’attore cita un progetto di cui non può parlare 20 Giugno 2021 - 14:00

Willem Dafoe resta vago quando parla di un film che ha girato di recente, e i fan credono si riferisca a Spider-Man: No Way Home.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.