L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Comic-Con – Il panel RoboCop con il nuovo cyborg Joel Kinnaman diretto da José Padilha

Di Valentina Torlaschi

robocop-comic-con-slice

Sta entrando davvero nel vivo il Comic-Con, la più popolare manifestazione cinematografica del mondo che ogni anno presenta a San Diego i film più attesi della prossima stagione. Ieri, tra i veri panel, non possiamo non raccontarvi quello di RoboCop, ossia il remake/reboot – tanto atteso quanto temuto – della leggendaria pellicola di Paul Verhoeven del 1987. Nella sala H sono così saliti sul palco i membri del cast: Joel Kinnaman (è lui il nuovo cyborg), Samuel L. Jackson (decisamente il più acclamato dal pubblico), Michael Keaton, la bella Abbie Cornish e il regista José Padilha. Tutti per incontrare il pubblico e raccontare di questa pellicola che riporterà sui grandi schermi l’indimenticabile personaggio di questo cyber-poliziotto.

Il protagonista Joel Kinnaman ha raccontato del suo mitico personaggio rivelando che sarà data particolare attenzione alla fase in cui RoboCop è ancora un uomo nomale chiamato Alex Murphy e non si è ancora trasformato in un robot al servizio della giustizia: «Potremo così conoscere quest’uomo, il suo lavoro come poliziotto e vedremo come trascorre il tempo con la sua famiglia – ha raccontato l’attore – Tutto finché il suo corpo non diventa proprietà di una potente corporation che lo rende potentissimo, ma anche particolarmente vulnerabile. Del resto non è semplice tornare a casa e abbracciare tuo figlio di 6 anni e tua moglie in un’armatura di ferro…». Il suo RoboCop sarà quindi più umano e vivrà dei forti dilemmi interiori: «la mia scena preferita è quando Alex si risveglia e si rende conto non essere più solo un uomo, ma di essere stato “modificato”. Ho lavorato a stretto contatto con Gary Oldman per realizzare questa scena». Insomma questo protagonista vivrà una battaglia personale tra la sua intelligenza artificiale e la sua umanità.

Kinnaman ha anche parlato delle eventuali difficoltà di recitare dentro un’armatura. Ha sottolineato che non è facile rendere le emozioni quando si totalmente coperti, ma è anche vero che «ogni volta che c’era una qualche scena di interazione umana il mio visore saliva e quindi mostrava il mio volto in modo da poter far vedere meglio le emozioni. Però ho dovuto allenare la mascella per le scene in cui il visore mi copre il volto».

Come ha rivelato il regista José Padilha il film sarà un’opera decisamente dark, adulta e ovviamente il rimando al cinema di Nolan viene subito alla mente. Rimando confermato in qualche modo dallo stesso Padilha che ha raccontato: «RoboCop sarà un PG-13 e, visto che lo stesso rank è stato dato a Il cavaliere oscuro, potete stare certi che ne vedrete delle belle». Per il regista, inoltre, il film è ora più attuale che mai perché i robot saranno sempre più presenti nelle nostre vite future esattamente come racconta la pellicola.

Anche Samuel Leroy Jackson ha parlato brevemente del suo personaggio e ha detto che il suo Pat Novak (un potente magnate televisivo) è uno di quegli uomini che ha le idee molto chiare, un’opinione forte e non ha paura di farla rispettare e realizzare con qualsiasi mezzo che ha a disposizione. Ogni mezzo è lecito per lui per far cambiare idea agli altri.

Per qul che riguarda invece il ruolo di Abbie Cornish, l’attrice che veste i panni della moglie di RocoCop, ha rivelato che molto interessanti sono anche le scene in cui lei si trova costretta a dover relazionarsi con la parte inumana del marito robot e insieme alla sua famiglia provano a renderlo più umano, a fargli tornare a galla le emozioni.

Comic-Con-2013-robocop

Durante l’incontro è stata mostrata una clip e il trailer. Nella prima si è potuto gettare un primo sguardo sui cyborg-poliziotti: nel video è presente Samuel L. Jackson nei panni di Pat Novak che parla in tv delle potenzialità delle creature robotiche come mezzo utilissimo per “portare la pace e la libertà nel mondo”. A questa scena fa poi eco la voce di Michael Keaton – che nel film interpreta il produttore d’armi Raymond Sellars – il quale racconta in una seduta congressuale di come questi cyborg, se messi nelle strade di tutte le città, potranno salvare l’essere umano. Per lui, queste sono macchine che non provano, fatica, non hanno paura, non hanno rimorso. A questo punto un senatore pone una domanda scomoda: “Ma se una di queste macchine dovesse uccidere un bambino cosa proverebbe?” “Nulla” è la risposta di Keaton…

Il trailer ha invece confermato che la direzione che il film vuole esplorare maggiormente è quella del rapporto uomo-macchine, sviscerando l’anima del protagonista ma dando anche spazio alla violenza. Inoltre, dai commenti letti, lo stile visivo sembra essere convincente con tanta e riuscita CGI. E c’è molta azione e anche un certo messaggio anti-militarista; grande assente, invece, sembra essere l’aspetto satirico-ironico. Staremo a vedere…

Ricordo infine che nel cast del film ci sarà anche Gary Oldman, che interpreterà il ruolo di Norton, lo scienziato che darà vita al super poliziotto robot. RoboCop farà il suo ingresso nelle sale americane il 7 febbraio 2014. Per maggiori informazioni potete consultare le nostre News dal Blog. E continuate a seguirci in queste intense giornate del Comic-Con!

Fonte: Collider

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Cenerentola: il film Sony con Camila Cabello andrà su Prime Video 6 Maggio 2021 - 21:30

Amazon Studios sta per stringere un accordo con Sony e distribuirà il film su Prime in tutto il mondo, tranne che in Cina

Gangs of London: annunciati i registi della stagione 2 6 Maggio 2021 - 21:00

La serie Sky creata da Gareth Evans (The Raid) tornerà con nuovi episodi, e ora sappiamo chi li dirigerà

M.O.D.O.K. – I protagonisti della serie Marvel ritratti sui nuovi poster 6 Maggio 2021 - 20:30

I protagonisti della serie Marvel’s M.O.D.O.K. sono ritratti su questi nuovi poster.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.

Perché i G.I. Joe come Snake Eyes sono figli della Marvel (e dello SHIELD) 29 Aprile 2021 - 11:53

Storia breve di come Snake Eyes e i G.I. Joe che conosciamo oggi sono stati creati dalla Marvel Comics... e da un incontro casuale in un bagno.