L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Comic-Con – Il panel RoboCop con il nuovo cyborg Joel Kinnaman diretto da José Padilha

Di Valentina Torlaschi

robocop-comic-con-slice

Sta entrando davvero nel vivo il Comic-Con, la più popolare manifestazione cinematografica del mondo che ogni anno presenta a San Diego i film più attesi della prossima stagione. Ieri, tra i veri panel, non possiamo non raccontarvi quello di RoboCop, ossia il remake/reboot – tanto atteso quanto temuto – della leggendaria pellicola di Paul Verhoeven del 1987. Nella sala H sono così saliti sul palco i membri del cast: Joel Kinnaman (è lui il nuovo cyborg), Samuel L. Jackson (decisamente il più acclamato dal pubblico), Michael Keaton, la bella Abbie Cornish e il regista José Padilha. Tutti per incontrare il pubblico e raccontare di questa pellicola che riporterà sui grandi schermi l’indimenticabile personaggio di questo cyber-poliziotto.

Il protagonista Joel Kinnaman ha raccontato del suo mitico personaggio rivelando che sarà data particolare attenzione alla fase in cui RoboCop è ancora un uomo nomale chiamato Alex Murphy e non si è ancora trasformato in un robot al servizio della giustizia: «Potremo così conoscere quest’uomo, il suo lavoro come poliziotto e vedremo come trascorre il tempo con la sua famiglia – ha raccontato l’attore – Tutto finché il suo corpo non diventa proprietà di una potente corporation che lo rende potentissimo, ma anche particolarmente vulnerabile. Del resto non è semplice tornare a casa e abbracciare tuo figlio di 6 anni e tua moglie in un’armatura di ferro…». Il suo RoboCop sarà quindi più umano e vivrà dei forti dilemmi interiori: «la mia scena preferita è quando Alex si risveglia e si rende conto non essere più solo un uomo, ma di essere stato “modificato”. Ho lavorato a stretto contatto con Gary Oldman per realizzare questa scena». Insomma questo protagonista vivrà una battaglia personale tra la sua intelligenza artificiale e la sua umanità.

Kinnaman ha anche parlato delle eventuali difficoltà di recitare dentro un’armatura. Ha sottolineato che non è facile rendere le emozioni quando si totalmente coperti, ma è anche vero che «ogni volta che c’era una qualche scena di interazione umana il mio visore saliva e quindi mostrava il mio volto in modo da poter far vedere meglio le emozioni. Però ho dovuto allenare la mascella per le scene in cui il visore mi copre il volto».

Come ha rivelato il regista José Padilha il film sarà un’opera decisamente dark, adulta e ovviamente il rimando al cinema di Nolan viene subito alla mente. Rimando confermato in qualche modo dallo stesso Padilha che ha raccontato: «RoboCop sarà un PG-13 e, visto che lo stesso rank è stato dato a Il cavaliere oscuro, potete stare certi che ne vedrete delle belle». Per il regista, inoltre, il film è ora più attuale che mai perché i robot saranno sempre più presenti nelle nostre vite future esattamente come racconta la pellicola.

Anche Samuel Leroy Jackson ha parlato brevemente del suo personaggio e ha detto che il suo Pat Novak (un potente magnate televisivo) è uno di quegli uomini che ha le idee molto chiare, un’opinione forte e non ha paura di farla rispettare e realizzare con qualsiasi mezzo che ha a disposizione. Ogni mezzo è lecito per lui per far cambiare idea agli altri.

Per qul che riguarda invece il ruolo di Abbie Cornish, l’attrice che veste i panni della moglie di RocoCop, ha rivelato che molto interessanti sono anche le scene in cui lei si trova costretta a dover relazionarsi con la parte inumana del marito robot e insieme alla sua famiglia provano a renderlo più umano, a fargli tornare a galla le emozioni.

Comic-Con-2013-robocop

Durante l’incontro è stata mostrata una clip e il trailer. Nella prima si è potuto gettare un primo sguardo sui cyborg-poliziotti: nel video è presente Samuel L. Jackson nei panni di Pat Novak che parla in tv delle potenzialità delle creature robotiche come mezzo utilissimo per “portare la pace e la libertà nel mondo”. A questa scena fa poi eco la voce di Michael Keaton – che nel film interpreta il produttore d’armi Raymond Sellars – il quale racconta in una seduta congressuale di come questi cyborg, se messi nelle strade di tutte le città, potranno salvare l’essere umano. Per lui, queste sono macchine che non provano, fatica, non hanno paura, non hanno rimorso. A questo punto un senatore pone una domanda scomoda: “Ma se una di queste macchine dovesse uccidere un bambino cosa proverebbe?” “Nulla” è la risposta di Keaton…

Il trailer ha invece confermato che la direzione che il film vuole esplorare maggiormente è quella del rapporto uomo-macchine, sviscerando l’anima del protagonista ma dando anche spazio alla violenza. Inoltre, dai commenti letti, lo stile visivo sembra essere convincente con tanta e riuscita CGI. E c’è molta azione e anche un certo messaggio anti-militarista; grande assente, invece, sembra essere l’aspetto satirico-ironico. Staremo a vedere…

Ricordo infine che nel cast del film ci sarà anche Gary Oldman, che interpreterà il ruolo di Norton, lo scienziato che darà vita al super poliziotto robot. RoboCop farà il suo ingresso nelle sale americane il 7 febbraio 2014. Per maggiori informazioni potete consultare le nostre News dal Blog. E continuate a seguirci in queste intense giornate del Comic-Con!

Fonte: Collider

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Hellraiser: Clive Barker sarà produttore esecutivo della serie HBO 31 Ottobre 2020 - 19:00

L'autore del film originale è ufficialmente a bordo della serie diretta da David Gordon Green

The Black Phone: Scott Derrickson adatterà il racconto di Joe Hill per Blumhouse 31 Ottobre 2020 - 18:00

Il telefono nero, contenuto nella raccolta Ghosts, diventerà un film del regista di Sinister e Doctor Strange

Suburra: la terza e ultima stagione presentata a Lucca Changes, ecco il video 31 Ottobre 2020 - 17:40

Tra i grandi protagonisti di Lucca Changes, troviamo Suburra. La terza e ultima stagione della serie Netflix è stata presentata durante l’edizione virtuale della manifestazione.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).