L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Cannes 2013 – Venus in Fur, la recensione del film di Roman Polanski con Emmanuelle Seigner

Di Andrea D'Addio

venus-in-fur

Roman Polanski continua il suo cinema di ispirazione teatrale e dopo aver portato sul grande schermo Carnage di Yasmina Reza si dedica a Venus in Fur di David Ives. Alla base di tutto in questo caso però c’è un’altra fonte, ovvero l’omonimo romanzo di Leopold von Sacher-Masoch che sconvolse il mondo aristocratico-borghese di fine 1800 con la perversa storia di un rapporto dominatore-dominato tra un uomo e una donna che, tra l’altro, ispirò il termine “masochismo”.

Siamo a Parigi in un teatro in cui un regista ha appena finito di fare una serie di provini per il ruolo di Wanda, la protagonista dell’opera di von Sacher-Masoch. E’ pronto a chiudere tutto e lanciarsi sotto la pioggia per andare pranzare assieme alla compagna, quando una donna tutta trafelata entra dentro la sala e chiede di potere fare l’audizione. E’ vero, è in ritardo e neanche aveva avvertito che sarebbe venuta, ma ci tiene tantissimo e la sua insistenza alla fine viene premiata e può recitare le prime battute. Ci vuole un attimo al regista per capire che è la donna giusta. La prova continua, il regista interpreta l’uomo, mentre l’attrice neanche ha bisogno del copione, sa tutta la parte già a memoria…

Polanski è uno di quei registi che anche bendati e con il piede sinistro riuscirebbero a dirigere un film meglio della metà dei suoi colleghi. Ce l’ha nel sangue e ce ne si accorge anche con Venus in Furs, film che non soffre minimamente il fatto di essere ambientato in un’unica location. Di teatrale c’è l’ispirazione e l’unica location a disposizione, ma il resto, montaggio, fotografia, inquadrature e tutto il resto, riescono a dare quella sensazione di spazio e respiro degno di qualsiasi film girato in condizioni diverse (i problemi di Polanski con la giustizia gli permettono pochissimi spostamenti, è per questo che i suoi ultimi lavori provengono dal teatro).

venus-in-fur-1

Certo, alla base della bellezza di questo film c’è prima di tutto la sceneggiatura (scritta dallo stesso Polanski), storia nella storia che non solo riesce ad indagare sull’unicità dell’equilibro che caratterizza ogni rapporto amoroso tra due persone, ma anche a costruire un interessantissimo parallelo tra questo e quello che si può formare tra regista e attrice, una relazione di dipendenza reciproca in cui ci si fa male e allo stesso bene allo stesso tempo. E non potrebbe essere altrimenti se si vuole che l’opera riesca al meglio. Insomma, anche chiuso in un teatro parigino Polanski fa cinema sul cinema, e lo fa alla grande, scrivendo e dirigendo una storia peraltro perfettamente interpretata dalla coppia di protagonisti, Mathieu Amalric e Emmanuelle Seigner. Non vincerà il festival di Cannes, ma è senza dubbio un film che conferma come età, preoccupazioni e problemi logistici non riusciranno mai a fermare un talento cristallino come quello di un autore come Polanski.

Voto: 3,5 /5

palmne

Anche quest’anno ScreenWeek ha seguito il Festival di Cannes per raccontarvi tutto il cinema d’autore e gli eventi della Croisette in diretta: trovate tutta la copertura nella nostra Sezione Speciale.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Pose – La serie di Ryan Murphy finirà con la terza stagione 6 Marzo 2021 - 16:00

FX ha annunciato che Pose, acclamata serie di Ryan Murphy, Brad Falchuk e Steven Canals, finirà con la terza stagione. In Italia è disponibile su Netflix.

Thor: Love and Thunder – Natalie Portman e Tessa Thompson nelle foto dal set 6 Marzo 2021 - 15:00

Le nuove foto dal set australiano di Thor: Love and Thunder ritraggono Natalie Portman (Jane Foster) e Tessa Thompson (Valchiria).

Il Talismano – Spielberg e i fratelli Duffer per la serie Netflix tratta da Stephen King e Peter Straub 6 Marzo 2021 - 14:00

Stephen Spielberg e i fratelli Duffer produrranno Il Talismano, serie Netflix basata sull'omonimo romanzo di Stephen King e Peter Straub.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.