L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Sherlock – I produttori chiedono ai fan di mantenere segrete le riprese a Londra

Sherlock – I produttori chiedono ai fan di mantenere segrete le riprese a Londra

Di Marlen Vazzoler

Girare in esterni, vuoi per un film o uno show televisivo, può essere un problema. Non solo per via dei paparazzi, ma anche dei fan che condividono le foto scattate sul set sui vari social media. J.J. Abrams era riuscito a impedire questo fastidioso intoppo durante le riprese di Into Darkness: Star Trek, alzando una parete che rendeva impossibile fare delle foto. Ma non tutti hanno le sue risorse, e anche se le avessero, non sempre questa soluzione potrebbe essere messa in pratica.

Lo sanno bene i produttori dello show Sherlock, da poco entrato in produzione. Le riprese effettuate a Bristol e a Cheltenham sono state immortalate dai fan e le foto sono cominciate ad apparire qua e là sulla rete, ma con l’avvicinarsi delle riprese a Londra, la produttrice Sue Vertue ha chiesto ai fan di evitare di postare la foto scattate giornalmente sui set, visto che le location non sono state rivelate pubblicamente.
Ecco il comunicato indirizzato ai fan:

“Come molti di voi sanno, presto raggiungeremo la nostra prima tappa a Londra per le riprese della terza serie. Sono anche consapevole del fatto che ci sono un sacco di speculazioni su dove e quando le gireremo. Non posso sottolineare quanto noi produttori e Benedict, Martin e il resto del cast apprezziamo il vostro amore e la vostra dedizione per il nostro show – dovremo cercare di essere all’altezza per le vostre aspettative per la terza serie.
Quello che mi preoccupa è che il nostro programma delle riprese a Londra è duro e abbiamo davvero poco tempo per poter interagire con voi. Gli attori davvero sperano che voi capiate.
Inoltre, e so che questo è probabilmente chiedere troppo, la maggior parte dei fan e in effetti anche noi sarebbe davvero grati se non pubblicate immagini o spoiler o le nostre location quotidiane.
Grazie per la vostra comprensione. Sue x”.

Una richiesta questa che contrasta quanto avvenuto pochi giorni fa a Trafalgar Square, quando la BBC ha rilasciato dei video ufficiali durante le riprese realizzate per lo speciale televisivo realizzato per i 50 anni di Doctor Who, anche questa una serie scritta da Steven Moffat. Una decisione giustificata dal fatto che le riprese in centro a Londra, erano già ampiamente pubbliche.

Sui social media, la reazione non si è fatta attendere. Su Tumblr e Twitter chi non ha problemi a leggere/vedere gli spoiler può seguire il tag #setlock. Naturalmente c’è chi ha mostrato comprensione per quanto richiesto dai produttori, e chi invece ha inveito contro questa richiesta, ma c’è anche chi ha deciso di abbandonare i social media per qualche mese, perché non può bloccare il tag incriminato, e non vuole rovinarsi lo show. E voi, da che parte state?

Fonte Deadline

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Stargirl: la figlia di Lanterna Verde nel nuovo trailer 15 Giugno 2021 - 10:30

The CW ha diffuso il primo trailer della seconda stagione di Stargirl. Nel video troviamo Ysa Penarejo nel ruolo di Jade, figlia della Lanterna Verde Alan Scott.

The Boys – Ecco il concept art del costume di Soldier Boy 15 Giugno 2021 - 9:45

Diamo un'altra occhiata a Soldier Boy in The Boys 3 grazie al concept art di Greg Hopwood, pubblicato ufficialmente on-line.

Spider-Man: No Way Home – Un indizio sul multiverso nel nuovo title card? 15 Giugno 2021 - 8:45

Un video che svela il titolo di Spider-Man: No Way Home per il mercato sudamericano di lingua spagnola contiene un glitch che sembra rimandare a Spider-Man: Un nuovo universo.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.