L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Shane Black aggiorna i suoi prossimi progetti: il remake di Death Note e il film di Doc Savage

Shane Black aggiorna i suoi prossimi progetti: il remake di Death Note e il film di Doc Savage

Di Marlen Vazzoler

shane-black

Dopo essersi divertito col terzo capitolo di Iron Man, Shane Black spera di adattare per il grande schermo altre due proprietà letterarie, una è il manga di Takeshi Obata e Tsugumi Ohba, Death Note, da cui sono stati tratti tre live action, una serie animata e due film animati prodotti dalla Madhouse. Il secondo progetto è un film avente come protagonista Doc Savage, creato da Lester Dent, un incrocio tra: Sherlock Holmes, per la sua capacità deduttiva; Tarzan per la forza muscolare; Craig Kennedy per le conoscenze scientifiche e Abramo Lincoln per la sua cristianità.

“Proprio ora ho questa cosa alla Warner Bros. si chiama Death Note e mi piace molto. È un manga giapponese ed è molto teso e davvero fantastico. E ho anche qualcosa alla Sony di cui sono davvero entusiasta, qualcosa che ho amato da ragazzino. È Doc Savage, la vecchie serie di romanzi pulp e fare nel modo giusto Doc Savage, trovare il modo corretto per fare lo script è stato una delle passioni guida della mia vita, come adulto. Se riesco a ottenere quello script e a farlo partire nei prossimi 90 giorni o giù di lì, allora mi piacerebbe realizzarlo.
Vorremmo iniziare a scrivere una prima stesura, quando finirò questo [impegno]. Tre mesi è il periodo di tempo in cui facciamo una prima stesura. Dovremmo essere in grado di farla in 90 giorni, io e Anthony Bagarozzi e Chuck Mondry, i miei compagni di scrittura.
Chuck ha scritto Cold Warrior e Anthony sta lavorando a qualcosa che vuole dirigere. È il mio amico di sempre ed è il co-sceneggiatore di Doc Savage. Ha scritto anche qualcosa con me, intitolato The Nice Guys, che non è stato mai realizzato. Ma abbiamo fatto una lettura a Austin con Tom Jane e abbiamo ottenuto una buona reazione”.

Tre anni fa Shane avrebbe dovuto dirigere Cold Warrior, che raccontava la storia di una spia della guerra fredda che esce dal pensionamento per affrontare una minaccia terroristica domestica proveniente dalla Russia, con un giovane agente. Per la parte del protagonista era stato vociferato Mel Gibson, ma il progetto è in stallo da anni.
Al momento sembra che Doc Savage possa diventare il prossimo progetto di Black, per la fine dell’estate sapremo se andrà avanti con questo o se sposterà l’attenzione su Death Note.

Fonte Bleeding Cool

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Esistono scene troppo folli anche per Fast & Furious 9! Justin Lin parla di un momento che non è finito nel film 15 Giugno 2021 - 12:00

La saga di Fast & Furious ha sempre intrattenuto il suo pubblico con massicce dosi di azione, infrangendo le leggi della fisica in modo sempre più plateale capitolo dopo capitolo. Ma a tutto c’è un limite...

Assassin’s Creed: lo sceneggiatore di Die Hard per la serie Netflix 15 Giugno 2021 - 11:15

La serie live action tratta dai videogiochi Ubisoft sarà sviluppata da Jeb Stuart, sceneggiatore di Die Hard, Il fuggitivo e Vikings: Valhalla

Stargirl: la figlia di Lanterna Verde nel nuovo trailer 15 Giugno 2021 - 10:30

The CW ha diffuso il primo trailer della seconda stagione di Stargirl. Nel video troviamo Ysa Penarejo nel ruolo di Jade, figlia della Lanterna Verde Alan Scott.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.