L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

PaleyFest 2013 – I punti salienti del pannello di The Walking Dead [spoiler]

Di Marlen Vazzoler

Chris Hardwick ha avuto il compito di moderare venerdì sera al Saban Theater di Beverly Hills, il pannello di The Walking Dead che per la prima volta è stato presente al famoso Festival televisivo, il PaleyFest, che quest’anno festeggia il suo trentennale. All’evento hanno partecipato Andrew Lincoln (Rick), Danai Gurira (Michonne), Laurie Holden (Andrea), Steven Yeun (Glenn), Norman Reedus (Daryl), Scott Wilson (Hershel), Emily Kinney (Beth), i produttori esecutivi Gale Anne Hurd, Dave Alpert, Greg Nicotero e il creatore del fumetto Robert Kirkman.

Ecco alcuni dei punti salienti della serata:

-Questa stagione è l’inizio del viaggio di Carl.

“Dove arriveremo con questo ragazzo sarà abbastanza entusiasmante”,

ha dichiarato Kirkman, in merito alla storia del soldato bambino

-Il Governatore non sarà così cattivo come credevamo, spiega Alpert.

“Rick e il Governatore stanno affrontando lo stesso problema – cercare di mantenere in vita le comunità in un periodo difficile, ma il Governatore sta facendo un lavoro migliore. Rick non è stabile ed in uno stato emotivo, ma c’è una parte del Governatore che è buona e che vuole prendersi cura della gente ed essere una figura paterna. L’apocalisse ha solamente liberato l’oscurità”.

-Parlando del piano di Carl che prevede la messa fuori gioco del Governatore, utilizzando Andrea, Holden ha approfittato della situazione per difendere il suo personaggio, che ha raccolto opinioni contrastanti tra i fan.

“[Il Governatore] è un uomo cattivo, come non potrebbe vederlo in questo modo? Dorme con lui non perché sta avendo un momento di debolezza femminile e pensa che sia bellissimo. Pensa che può andare avanti con il piano di Carol. Dormire con lui la disgusta”.

L’attrice ha aggiunto che l’inabilità del personaggio nell’uccidere ‘uomo mentre dorme potrebbe essere vista al momento sia come una debolezza che come un punto di forza, considerando che non ha ancora ucciso un essere umano.

-Lincoln spera che la spirale negativa di Rick finisca presto.

“Il suo cervello è in corto circuito… il senso di colpa ha un grande ruolo in quest’uomo che mette se stesso su una croce e non riesce a scenderne. È una delle sue qualità eroiche ma anche una sua debolezza”.

Ma l’episodio di stasera, spingerà Rick a prendere in mano il suo dolore.

“Essere sfidato da tuo figlio è piuttosto difficile il più delle volte ed è un momento in cui si rende conto che deve farsi avanti”.

-Parlando dei fratelli Dixon, Reedus ha detto che litigano sempre perché sono sempre stati obbligati, ma aggiunge che entrambi hanno un lato sensibile.

“Daryl sta diventando un uomo che non sarebbe mai diventato se questa tragedia non fosse mai accaduta. Avere delle persone che si appoggiano a lui gli dona un autostima che rende suo fratello geloso – perché è qualcosa che non otterrà mai”.

-Michonne comincerà ad aprirsi. Dopo esser stata portata in prigione, il personaggio mostrerà un lato di sé al gruppo, che nessun altro aveva vista a parte Andrea. Ha spiegato la Gurira:

“Sta per iniziare a comunicare di nuovo con la gente, sta cominciando una guarigione. Rick lo pretende da lei”.

-La rabbia di Glenn sull’abuso sessuale di Maggie per le mani del Governatore, gli ha fatto vedere rosso e potrebbe contribuire ad aumentare l’incrinatura tra lui e Maggie. Nel suo mondo perfetto il Governatore è morto e lui e Maggie sarebbero felici in un campo pieno di cibo.

-Andrea pensa che Woodbury possa essere salvato.

“Vede i due leader che stanno perdendo se stessi e la loro umanità, e sono responsabili per molte persone. E lei è rimasta intrappolata tra di loro”.

-Infine Kirkman ha commentato sull’uccisione dei personaggi dello show.

“Per me è orribile. Quando decidiamo di uccidere un personaggio nel fumetto, non è molto importante anche se ha volte è un po’ traumatizzante. …Nello show, ci sono delle persone vere che sono coinvolte, è una famiglia vicina e togliere degli elementi è molto difficile da fare, ma è la storia che stiamo raccontando”.

-Norman Reedus non pensa che Daryl voglia essere il leader.

“Non vuole parlare dei tuoi sentimenti o farti stare meglio su quello che sarà il futuro. Fa delle cose e le porta a termine”.

-Il finale della terza stagione sarà completamente opposto in ogni aspetto, rispetto a quello della seconda stagione.

Le riprese della quarta stagione di The Walking Dead cominceranno il 6 maggio ad Atlanta, in Georgia.

Fonti EW, THR

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

WandaVision – Il regista descrive una scena tagliata con la trasformazione di Señor Scratchy 9 Marzo 2021 - 12:30

Nel finale di WandaVision doveva esserci una scena con Darcy, Monica, Ralph, Billy e Tommy in fuga dal demoniaco Señor Scratchy, ma è stata tagliata.

Dexter: il revival proseguirà per più di una stagione? Risponde Michael C. Hall 9 Marzo 2021 - 11:30

Il revival di Dexter durerà una sola stagione? Secondo il protagonista Michael C. Hall il ritorno della serie potrebbe accompagnarci per più tempo del previsto.

Kung Fu: ecco il trailer del reboot targato The CW 9 Marzo 2021 - 10:45

Ecco il trailer di Kung Fu, reboot al femminile della classica serie con David Carradine, che vede Olivia Liang nel ruolo della protagonista.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.