L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Il Cacciatore di Giganti – ScreenWeek visita il set di Londra!

Di Leotruman

Il Cacciatore di Giganti - ScreenWeek visita il set di Hampton Court (Londra) - Foto 4

Prendete una delle più note fiabe, quella di Jack e la Pianta di Fagioli. Datela in mano a Bryan Singer, regista di X-Men e de I Soliti Sospetti, e certamente la trasformerà in un progetto epico, fantasy ma allo stesso tempo molto realistico. Il risultato è Il Cacciatore di Gigantila nuova pellicola prodotta da Legendary Pictures e Warner Bros, che uscirà nelle nostre sale giovedì 28 marzo in tempo per le festività pasquali.

Il film è stato interamente girato nel Regno Unito, non solo nei teatri di posa ma anche nel Somerset, Wells, e Puzzlewood nella foresta di Dean (quella che si dice abbia ispirato Tolkien e Lo Hobbit). Siamo volati però a Londra per visitare un set in particolare: quello di Hampton Court Palace, castello che si trova a circa un’ora di distanza dalla capitale e tra i più visitati del paese.

Il Cacciatore di Giganti - ScreenWeek visita il set di Hampton Court (Londra) - Foto 5

Un luogo ricco di storia che deve a Thomas Wolsey, favorito di Enrico VIII, il suo splendore. Ad inizio 16esimo secolo investì moltissimo denaro per farlo diventare uno dei migliori castelli e non a caso lo stesso sovrano decise di prenderlo come dimora una volta terminati i lavori. Ci abitò, anche con la celebre e discussa moglie Anna Bolena, e si dice siano molte le apparizioni del suo fantasma nel castello!

Dopo Re Giorgio II il castello non fu più utilizzato dalla famiglia reale, e da metà ‘800 venne aperto al pubblico, diventando appunto una delle più grandi attrazioni. Hampton Court è infatti una residenza enorme, circondata da altrettanto enormi giardini, dove ogni cortile e ogni sala è più sorprendente della precedente come potete vedere anche dalle immagini sparse per l’articolo. Ecco invece un video che abbiamo realizzato che mostra gli interni e gli esterni del castello!

Bryan Singer e il suo team hanno deciso di prendere Hampton Court come punto di riferimento su cui basare il castello di Re Brahmwell (Ian McShane), sovrano del regno in cui è ambientato il kolossal. La sua architettura è stata fonte di ispirazione e replicata nelle ricostruzioni in studio, ma soprattutto il castello è stato utilizzato come vero e proprio set per alcune scene del Cacciatore di Giganti, girate con il cast proprio in loco.

Le scene girate ad Hampton Court sono molte e di diversa tipologia. Uno dei cortili interni per esempio è stato completamente trasformato dagli Art Director in un vero e proprio mercato all’intero nella corte, con tende e bancarelle e centinaia di comparse. Una delle scene iniziali, quella del primo incontro tra Jack (Nicholas Hoult) e la principessa Isabelle (Eleanor Tomlinson), è stata girata lì.

Come prop ricordo è stato proprio lasciato il carretto di Jack che si vede ad inizio film, quello di un umile agricoltore mandato dallo zio in città per vendere alcuni loro prodotti e racimolare qualche soldo. Sarà solo l’inizio della più grande avventura della sua vita, che lo porterà a scoprire il mondo dei Giganti ma anche se stesso (QUI potete leggere la nostra recensione in anteprima).

Il Cacciatore di Giganti - ScreenWeek visita il set di Hampton Court (Londra) - Foto 19

Persino la facciata esterna e la particolare struttura del castello sono servite come modello per ricostruire con le tecniche di CG il “vero” castello che poi vediamo nella pellicola, che è posto in aperta campagna, è molto più grande ed è attorniamo da un largo fossato. Singer è particolarmente esperto di effetti visivi (Superman Returns, X-Men) ed quasi impossibile distinguere guardando il film ciò che è realmente costruito dagli elementi in computer graphic, in quanto perfettamente integrati tra loro: l’effetto è un realismo straordinario, che permette di essere ulteriormente coinvolti.

Il Cacciatore di Giganti - ScreenWeek visita il set di Hampton Court (Londra) - Foto 2

Singer ha inoltre girato alcune scene finali della pellicola, come lo scontro tra Jack, Isabelle e il capo dei Giganti a due teste (Fallon) che avviene nella sala del trono. La Great Hall di Hampton Court, dove il sovrano cenava con la corte in occasione di grandi eventi, tra magnifici arazzi e vetrate artistiche, è stata allestita appunto come una sala del trono. I due giovani protagonisti hanno girato lì la loro scena, tra cavi e porzioni di green screen, mentre in seguito è stato inserito digitalmente Fallon.

Il Cacciatore di Giganti - ScreenWeek visita il set di Hampton Court (Londra) - Foto 13

Il Cacciatore di Giganti - ScreenWeek visita il set di Hampton Court (Londra) - Foto 11

Il Cacciatore di Giganti è stato girato direttamente in 3D con le cineprese RED Epic (come Lo Hobbit e poi Prometheus). La particolarità voluta da Singer per questa produzione è stata utilizzare contemporaneamente ben tre unità di regia, che agivano in sequenza. L’unità principale filmava e pre-visualizzava direttamente i personaggi ripresi con la motion-capture, mentre le altre due agivano conseguentemente basando le proprie angolazioni e tecniche registiche su quanto girato precedentemente. Il risultato per esempio di questa particolare lo potete vedere con i vostri occhi nella porzione finale del full trailer oltre alle immagini sottostanti!

Anche parte delle scene della grandiosa battaglia finale degli uomini contro i giganti è stata girata nei cortili di Hampton Court. Per diversi giorni l’accesso al castello al pubblico non è stato consentito e la produzione ha realizzato numerose modifiche, nonché aggiunto elementi di distruzione, il tutto con grande rispetto del bene storico. In breve tempo tutto è stato rimesso a nuovo e del passaggio dell’orda di giganti ed eserciti non vi è rimasta traccia. Se nel film scorgerete alcuni particolari comignoli, come quelli della foto sottostante, capirete in particolare quali sequenze sono state realmente realizzate al castello.

Il Cacciatore di Giganti - ScreenWeek visita il set di Hampton Court (Londra) - Foto 9

Seguiteci anche nei prossimi giorni per guardare le videointerviste ai protagonisti del kolossal e al regista Bryan Singer, che abbiamo realizzato durante la set visit, in modo da accompagnarvi verso l’uscita in sala de Il Cacciatore di Giganti. Ricordo che il film arriverà nei nostri cinema il 28 marzo 2013, in 2D, 3D e IMAX 3D. Vi ricordiamo inoltre che QUI trovate la pagina Facebook italiana del film.

Il cacciatore di giganti Stanley Tucci foto dal film 2

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Silicon Valley: il nuovo trailer della stagione finale 21 Ottobre 2019 - 19:00

La serie HBO giunge al termine quest'anno. Ecco il trailer che annuncia l'inizio della fine

Paolo Sorrentino dirigerà una miniserie per HBO 21 Ottobre 2019 - 18:26

Per l'inizio del 2020 è previsto l'inizio delle riprese di una miniserie senza titolo per HBO, co-sceneggiata e diretta da Paolo Sorrentino

Bond: il regista di Moonlight vorrebbe uno spin-off su Moneypenny 21 Ottobre 2019 - 18:15

Barry Jenkins vorrebbe coinvolgere Naomie Harris in uno spin-off della saga di 007

StreamWeek: Paul Rudd vs Paul Rudd in Living with Yourself 21 Ottobre 2019 - 15:47

Modern Love, Living With Yourself, Panama Papers e molto altro nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...