L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Rupert Wyatt spiega perché non dirigerà Dawn of the Planet of the Apes

Di Marlen Vazzoler

Inizialmente non avevamo data molto fiducia a Ruper Wyatt e al suo L’alba del pianeta delle scimmie, poi il film è uscito nelle sale e la pellicola è stata accolta con successo dagli spettatori. L’annuncio del seguito non si è fatto attendere, ma per motivi sconosciuti Wyatt ha lasciato la direzione di Dawn of the Planet of the Apes, compito che è ricaduto sulle spalle di Matt Reeves.
Parlando con What Culture, Wyatt ha spiegato per quale motivo ha lasciato il progetto:

“Avevo un’idea per il sequel che non si sposava con quella dello studio. Indipendentemente da ciò, ero stato assunto contro tutte le probabilità per dirigere L’alba del pianeta delle scimmie, e lo studio e i produttori mi hanno dato questa opportunità, disposti a rischiare su di me. Per questo sono molto grato”.

Wyatt non ha parlato con il suo sostituto, ma è sicuro che il progetto sia cambiato sotto le mani di Reeves:

“Matt Reeves è un regista, e uno molto bravo, quindi sono sicuro di si”.

Il prossimo film di Wyatt sarà l’adattamento cinematografico del romanzo di guerra di Sebastian Faulks, Birdsong. I temi e gli iconici personaggi del libro sono gli elementi che l’hanno spinto a lavorare a questo progetto.

“Da tempo sono stato un grande fan del romanzo, e ho lavorato allo sviluppo dell’adattamento da alcuni anni. Quello che rende così grande questo libro è che non è impantanato nella storia del periodo, ma funziona su un livello molto umano, qualcosa che lo rende molto contemporaneo e, probabilmente questo è il motivo del suo grande impatto culturale. Pertanto, non si limita a parlare della generazione perduta, di tutte le generazioni, in particolare a quelle che hanno vissuto la guerra.
È la storia di un mondo in cui vengono esplorati dei temi senza tempo e dei personaggi iconici nei minimi dettagli, e credo che tutta la letteratura del genere, da Dickens a Shakespeare, abbia molte sfumature di questo tipo – quindi non sento che la nostra versione rifletterà necessariamente quello che è stato realizzato prima”.

L’inizio delle riprese di Birdsong, che avrà per protagonista Nicholas Hoult, è previsto per questo autunno in Belgio e successivamente in Inghilterra.

Fonte What Culture


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office USA: Old apre con $16,8M, Black Widow in home video dal 10 agosto 26 Luglio 2021 - 22:14

Old apre con $16,8M al Box Office USA, Black Widow in digitale dal 10 agosto nelle principali piattaforme digitali. Disney non parteciperà in presenza al CinemaCon

Pokemon: In lavorazione una serie live action per Netflix 26 Luglio 2021 - 21:29

In lavorazione una nuova serie live action basata su una serie animata giapponese. Dopo Cowboy Bebop e One Piece, è la volta dei Pokémon

Videogame News: Aloy su Genshin Impact, Apple TV+ Gratis con PS5, Kingdom Hearts alle Olimpiadi 26 Luglio 2021 - 20:05

Puntuale ogni Lunedì ecco l'appuntamento settimanale di ScreenWeek con le ultime notizie dal mondo dei videogiochi!

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.