Condividi su

15 febbraio 2013 • 17:00 • Scritto da Marlen Vazzoler

Con X-Men: Days of Future Past Bryan Singer sarà in grado di correggere alcuni errori

Eravamo ormai abbastanza sicuri del fatto che X-Men: Days of Future Past fosse un sequel diretto di X-Men: L'inizio. Sembra che non sia questo il caso: il regista Bryan Singer ammette che questa pellicola sarà un capitolo a sé stante e che...
Post Image
0

Raccogliendo le varie informazioni rilasciate da Bryan Singer durante gli ultimi giorni, siamo riusciti a ottenere delle interessanti dichiarazioni sul nuovo film basato sui mutanti della Marvel, X-Men: Days of Future Past, che potete leggere qui.

Parlando con HitFix, Singer si è ulteriormente sbilanciato, dichiarando che il film non sarà un seguito vero e proprio.

“Questo film non solo sarà molto epico, X-Men: Days of Future Past, ma avrà luogo in periodi completamente diversi rispetto a quelli degli altri film degli X-Men. Ci sarà una nuova tecnologia, delle nuove cose che non abbiamo mai visto prima nei film degli X-Men. Alcuni personaggi e delle storie e del dramma che non sono stati ancora fatti, quindi non è proprio un seguito. È più una cosa a sé”.

video platformvideo managementvideo solutionsvideo player

Precedentemente Singer aveva detto che con questo film avrebbe tenuto conto di tutti i film che compongono la franchise. Come sappiamo i cinque film, sei se contiamo The Wolverine pongono diversi problemi di continuità, ma il regista afferma che non verrà realizzato un azzeramento di quanto realizzato dopo i suoi due film.

“Sarò in grado di correggere alcune cose”.

Quali? Bella domanda, ma passerà un bel po’ di tempo prima di poter rispondere a questo quesito, chissà forse Singer riuscirà a mantenere questo aspetto segreto fino alla prima proiezione del film, vedremo.
Questa mattina vi abbiamo riportato la notizia che Peter Dinklage sarà il cattivo principale del film. Prima ancora che venisse rivelata la notizia, Badass Digest aveva ipotizzato che l’attore avrebbe potuto interpretare un villain, proponendo due possibilità: Bolivar Trask, il creatore delle Sentinelle, un ipotesi che vi abbiamo già accennato, oppure Sinistro il personaggio creato da Chris Claremont, l’autore di Giorni di un futuro passato, non presente nell’arco a fumetti su cui è stato basato il film.

Nathaniel Essex era uno scienziato del XIX secolo che scoprì che l’umanità stava mutando, a causa del Fattore Essex, presente all’interno del genoma umano. Grazie ad Apocalisse – un altro dei più famosi villain della franchise – i tratti mutanti dormienti dello scienziato vennero attivati, e con i suoi nuovi poteri e il suo nuovo aspetto Essex prese il nome di Sinistro. L’uso di questo personaggio fungerebbe da ottimo trampolino di lancio per l’introduzione di un altro grande cattivo, Apocalisse che potrebbe compare alla fine del film, e tornare come nuovo cattivo del prossimo capitolo sugli X-Men.

In rete stanno circolando diverse idee, secondo altri Dinklage potrebbe interpretare il cyborg Ahab, ma in molti sembrano più o meno concordare su un punto: il villain interpretato dall’attore molto probabilmente potrebbe essere un personaggio realizzato in CGI. Se così fosse si aprirebbero diverse possibilità, come ruoli, per l’attore.

C’è da dire che il personaggio di Trask presenta una storia con dei punti simili a quelli del padre di Angel in Conflitto finale. Entrambi odiano i mutanti, uno vuole eliminarli, l’altro vuole invece ‘curarli’ ed entrambi hanno per figlio un mutante. Ma il personaggio di Trask non è proprio un villain, ricordiamoci che le Sentinelle si ribellano contro di lui e che lui sacrifica la sua vita causando un esplosione che impedisce alle Sentinelle di prendere il controllo sull’umanità.

Come cattivo principale Trask non avrebbe dunque molto senso. Se Trask è presente nella storia avrebbe più senso che Master Mold venga utilizzato come villain principale del film. È una Sentinella dotata di un super computer che costringe Trask a costruire altri robot, o ancora meglio Dinklage potrebbe interpretare Nimrod, il robot caccia mutanti creato dalle Sentinelle in Giorni di un futuro passato che segue Rachel nel presente nel seguito a fumetti Days of Future Present.

X-Men: Days of Future Past uscirà nei cinema americani il 18 luglio del 2014. Per seguire l’intera produzione seguite le news dal blog.

Fonti HitFix, Badass Digest,

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *