L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

BoxOffice – Il Principe Abusivo vola oltre i 9 milioni di euro, bene Anna Karenina

Di Leotruman

Il principe abusivo Alessandro Siani Sarah Felberbaum foto dal film 2

Ennesimo weekend cinematografico dal sapore agrodolce in Italia. Da una parte abbiamo Il principe abusivocapace di far registrare una media per sala di quasi 6mila euro al suo secondo weekend, e dietro poco altro con incassi complessivi in calo del 9% rispetto allo scorso fine settimana.

Alessandro Siani ne approfitta per festeggiare: le sua commedia perde solo il 22% degli introiti e incassa altri 3.3 milioni di euro, per un totale da ben 9 milioni di euro in 11 giorni di programmazione. Di questo passo la pellicola dovrebbe chiudere tra i 15 e i 20 milioni totali, uno risultato davvero notevole che potrebbe lasciare spazio ad ulteriori sorprese.

Tra le nuove uscite la migliore è Anna Karenina, il film diretto da Joe Wright (Espiazione, Orgoglio e Pregiudizio) che segna la terza collaborazione del regista con l’attrice Keira Knightley. Media per copia di oltre 3mila euro e 825mila euro incassati dalla pellicola che nella notte ha vinto l’Oscar per i Migliori Costumi.

Meno convincente invece la performance delle altre due principali pellicole uscite questo fine settimana. Gangster Squadil nuovo film diretto da Ruben Fleischer, regista del divertente Zombieland, con Josh Brolin e Ryan Gosling, ma anche Sean Penn ed Emma Stone, non va oltre i 676mila euro, mentre Gambit, sceneggiata dai fratelli Joel ed Ethan Coen si ferma a 600mila euro. Per entrambi i film la media si è assestata intorno ai 2mila euro per copia.

Cala di quasi il 50% Die Hard: Un buon giorno per morire con Bruce Willis, che raccoglie altri 509mila euro per un totale di circa 1.7 milioni. Poco convincente anche il Pinocchio di Enzo D’Alò, con 489mila euro in ben 271 schermi (media 1800 euro), mentre Beautiful Creatures – La sedicesima lunaadattamento dell’omonimo romanzo diretto da Richard LaGravenese, si conferma un flop anche in Italia: solo 419mila euro, con una media irrisoria di 1400 euro.

Buona tenuta invece sia per Viva la libertà di Roberto Andò, che fa registrare ancora la terza media per sala della top-ten (altri 319mila euro per la pellicola), e Noi Siamo Infinito con 319mila euro (-25%).

Cliccate MI PIACE sulla nostra PAGINA FACEBOOK: troverete aggiornamenti costanti sugli incassi nei prossimi, come sempre anche nella nostra sezione dedicata al Boxoffice e sulla bacheca della nostra Box Office Cup!

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Fuoco incrociato a Natale: la crime comedy di natalizia targata Netflix 4 Dicembre 2020 - 20:45

Arriva su Netflix Fuoco incrociato a Natale, la crime comedy diretta da Detlev Buck. Ecco tutto quello che dovete sapere sul film, la trama, il cast e il trailer.

Big Mouth: la stagione 4 da oggi su Netflix 4 Dicembre 2020 - 20:45

La serie Andrew Goldberg, Nick Kroll, Mark Levin e Jennifer Flackett ritorna su Netflix con dieci nuovi episodi

Cassian Andor: le riprese della nuova serie di Star Wars sono iniziate! 4 Dicembre 2020 - 20:28

Ospite di Jimmy Kimmel Live!, Diego Luna ha parlato della serie targata Disney+ dedicata a Cassian Andor, rivelando che le riprese sono iniziate.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.