L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La Casa Bianca risponde alla petizione per la costruzione della Morte Nera

Di Marlen Vazzoler

Il 14 dicembre, sul sito web della Casa Bianca ‘We the People’ è stata pubblicata la seguente petizione:

“Assicurarsi risorse e finanziamenti, e iniziare la costruzione della Morte Nera entro il 2016”.

Si tratta di una delle tante petizioni che vengono proposte da qualsiasi utente, all’amministrazione degli Stati Uniti. Per ovvie ragioni questa petizione ha destato un certo interesse nella comunità online e non solo. Quando le petizioni riescono a raggiungere le 25000 firme entro 30 giorni dalla creazione del post, solitamente la Casa Bianca risponde sul sito.
E così è stato. Ecco la risposta dell’amministrazione Obama per la proposta della costruzione della Morte Nera (la famosa stazione orbitale costruita dall’Impero in Guerre Stellari, ndr.), affinché l’America raggiunga una superiorità nello spazio, venga rafforzata la difesa nazionale e vengano creati dei posti di lavoro nei settori della costruzione, dell’ingegneria e dell’esplorazione spaziale.

Questa non è la risposta alla petizione che state cercando.

L’Amministrazione condivide il vostro desiderio di creare posti di lavoro e avere una robusta difesa nazionale, ma la Morte Nera non è nei nostri piani. Ecco alcune ragioni:

– È stato stimato che la Morte Nera costerebbe oltre $850.000.000.000.000.000. Stiamo lavorando sodo per ridurre il disavanzo, non per aumentarlo.

– L’Amministrazione non è favorevole a far saltare in aria i pianeti.

– Perché dovremmo spendere una miriade di dollari dei contribuenti per la Morte Nera che ha un fondamentale difetto sfruttabile da un’astronave monoposto?

Tuttavia, se guardate attentamente (ecco come), noterete che c’è già qualcosa sospeso in cielo – non è la luna, quella, è una stazione spaziale! Sì, disponiamo già di una gigante stazione spaziale internazionale, grande quanto un campo di football che orbita intorno alla Terra, che ci sta aiutando a imparare come gli esseri umani possono vivere e prosperare nello spazio per lunghi periodi. La stazione spaziale ha sei astronauti – americani, russi e canadesi – che in questo momento stanno vivendo a bordo e svolgono delle ricerche, imparano a vivere e a lavorare nello spazio per lunghi periodi di tempo e accogliendo regolarmente astronavi in visita, riparando gli schiaccia-rifiuti di bordo, etc. Abbiamo anche due robot scientifici di laboratorio – uno che usa il laser – che vanno in giro su Marte, controllando se è mai esistita la vita sul pianeta rosso.
Tenete presente che lo spazio non è più riservato solo ai governi. Le società private statunitensi, tramite il Commercial Crew and Cargo Program Office (C3PO) della NASA, stanno traghettando carichi – e presto equipaggi – nello spazio per conto della NASA e stanno considerando delle missioni umane sulla Luna per questo decennio.
Benché gli Stati Uniti non dispongano di niente che possa fare rotta su Kessel in meno di 12 parsec, abbiamo due astronavi che stanno uscendo dal Sistema Solare e stiamo costruendo una sonda che raggiungerà gli strati esterni del Sole. Stiamo scoprendo centinaia di nuovi pianeti in altri sistemi solari e costruendo un successore molto più potente del telescopio spaziale Hubble che guarderà fino ai primi giorni dell’universo.
Non abbiamo la Morte Nera, ma abbiamo degli assistenti robotici volanti sulla stazione spaziale, un Presidente che ha dimestichezza con le spade laser e con un cannone avanzato di marshmallow, e la Defense Advanced Research Projects Agency, che sta sostenendo la ricerca per la costruzione del braccio di Luke, di droidi volanti e camminatori quatropodi.
Stiamo vivendo nel futuro! Godetevelo. O meglio ancora, aiutate a costruirlo intraprendendo una carriera in un campo legato alla scienza, alla tecnologia, all’ingegneria o alla matematica. Il Presidente ha tenuto la prima fiera scientifica alla Casa Bianca e la Notte dell’astronomia sul prato sud, perché sa che questi settori sono critici per il futuro del nostro paese e per assicurarsi che gli Stati Uniti continuino a guidare il mondo creando grandi cose.
Se scegliete di seguire una carriera in campo matematico, scientifico, tecnologico o ingegneristico, la Forza sarà con noi! Ricordate che il potere di distruggere un pianeta, o persino un intero sistema solare, della Morte Nera, è insignificante in confronto al potere della Forza.

Fonte We the People

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Terminator: Production I.G realizzerà una serie animata per Netflix 26 Febbraio 2021 - 22:35

Il CEO di Production I.G rivela di aver chiesto consiglio a Mamoru Oshii. Il progetto è ancora nelle primissime fasi di sviluppo.

George Clooney e Julia Roberts di nuovo insieme in Ticket to Paradise 26 Febbraio 2021 - 20:45

Le due star interpreteranno una coppia divorziata in viaggio verso Bali per impedire alla figlia di commettere il loro stesso errore

Wandavision: La spiegazione della scena dopo i titoli di coda dell’episodio 8 26 Febbraio 2021 - 20:05

Anche nell'episodio 8 di WandaVision è presente una scena dopo i titoli di coda: ecco i possibili significati nascosti che potrebbe contenere!

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.