L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Jonathan Nolan parla di The Dark Knight Rises e della Justice League

Di Valentina Torlaschi

Empire ha incontrato Jonathan Nolan, fratello e stretto collaboratore di Christopher per il quale ha scritto le sceneggiature di Memento, The Prestige, Il cavaliere oscuro e Il cavaliere oscuro – Il ritorno. Durante l’intervista al sito del magazine inglese, lo sceneggiatore ha raccontato del suo entusiasmo per il progetto del film sulla Justice League, di come ha lavorato sulla costruzione della storia dell’ultimo capitolo della saga di Batman (soffermandosi in particolare sulla scrittura del finale e del personaggio di Robin), di come The Avengers sia un film eccellente e di come Joss Whedon abbia fatto un ottimo lavoro. E infine dei suoi prossimi progetti, magari insieme a Chris…

Ecco un estratto dell’intervista:

[Sul finale di Il Cavaliere oscuro – Il Ritorno e sul personaggio di Robin come protagonista di un altro film nolaniano]
È alquanto difficile immaginarsi un Robin funzionare in quell’universo che Chris ha creato per Batman; è anche per questo che abbiamo optato di limitarci e rivelare la sua figura solo nella scena finale. D’altro canto bisogna sottolineare che il personaggio di Joe [Joseph Gordon-Levitt] ha un ruolo molto importante per la storia: in ogni film serve un personaggio che osservi gli eventi in modo che lo spettatore veda cosa accada attraverso i suoi occhi, e il personaggio di Joe fa esattamente questo. Una delle mie scene preferite è proprio quella in cui John rivela a Bruce di sapere già che lui era Batman: questa è una scena che rimanda subito a quella di The Prestige in cui il bambino spiega che sapeva già del trucco di Christian. I bambini non hanno illusioni, vedono unicamente la verità. Penso di aver costruito una sorta di legame spirituale tra i due film.

[Su altri personaggi di Batman che non sarebbero stati adatti al mondo creato da Chris Nolan]
Anche Clayface o The Penguin non sarebbero adatti per il mondo di Batman voluto da Nolan. Uno degli aspetti che sono stati giudicati più convincenti del lavoro di Chris è stato il suo realismo e una delle cose che io personalmente ho più amato dei cinecomic di Frank Miller era il loro aspetto urbano. In questo universo così particolare è allora difficile immaginare quella galleria di personaggi che hanno dei lati sovrannaturali o quasi fantascientifici più sviluppati. Questa rivisitazione di Batman è stato uno degli aspetti più affascinanti: in 70 anni, il suo personaggio è stato completamente ripulito, rifatto. E questo perché ogni volta gli scrittori e gli artisti hanno creato una storia diversa per raccontare questo personaggio; ogni volta ne emerge un aspetto differente che va dlla fantascienza al fantasy fino all’horror e anche alla commedia.

[Sul progetto della Justice League]
Sono davvero entusiasta all’idea di vedere Batman messo in un nuovo mondo, un nuovo contesto. Io sono un suo grande fan di Batman sin da quando ero un bambino: era l’unico eroe dei fumetti che adoravo. Sì, per un po’ ho letto Captain Britain visto che io ero un bambino inglese che viveva negli States e poi ho anche letto un po’ di Wolverine e Spider-Man, sì ma per 30 secondi! Alla fine era Batman quello che continuavo a leggere e che mi affascinava di più. Grazie alla Justice League potremo scoprire dei lati e delle versioni diverse del personaggio. E poi mi intriga il fatto che, nel contesto della Justice League, Batman sia la pecora nera della famiglia.

[Su The Avangers e Joss Whedon]
Ho adorato The Avengers. Per me Joss Whedon è un dio: io sono un grande fan del suo lavoro, mi piacciono molto anche le sue serie televisive. Penso che The Avengers abbia rappresentato un’importante conquista, risultato lui.

[Sui prossimi progetti, magari insieme al fratello Christopher Nolan]
Al momento sto lavorando sullo show Tv Person Of Interest…
E sto poi cercando di cpaire quale sarà il mio prossimo film. Insieme a Chris abbiamo in mente un paio di cose e ovviamente mi piacerebbe lavorare ancora con lui!

Fonte: Empire

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

What If…? La serie Marvel su Disney+ la prossima estate? 13 Aprile 2021 - 12:15

La serie Marvel What If…? arriverà su Disney+ la prossima estate? Secondo quanto rivelato da Hayley Atwell sì...

Starlight: Joe Cornish dirigerà l’adattamento del fumetto di Mark Millar 13 Aprile 2021 - 11:15

Il regista di Attack the Block racconterà la storia di Duke McQueen, un vecchio eroe in partenza per l'ultima grande avventura nel cosmo

Powerpuff: ecco le Superchicche nella prima foto ufficiale 13 Aprile 2021 - 10:30

Dove Cameron, Chloe Bennet e Yana Perrault sono Dolly, Lolly e Molly nell'immagine diffusa da The CW

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.