L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Il meglio e il peggio della tv nel 2012

Di emanuele.r

Che anno è stato il 2012 per le serie tv? Strano, difficile. Si cerca di lanciare ogni serie come un evento, perlomeno come prodotto di alto profilo, eppure i fallimenti specie nei nuovi prodotti non si contano purtroppo. Dopo l’età dell’oro d’inizio secolo, i network e le serie via cavo arrancano, anche per via dei tagli al budget e della crisi, ma quando a mancare sono le idee, come si fa? Si utilizzano al meglio i talenti di attori e scrittori. Ecco le 5 peggiori serie e le 5 migliori dell’anno che sta per finire.

Flop 5:

  • American Horror Story Asylum: la delusione dell’anno targata FX. Dopo una prima stagione tesissima e folle, Murphy e soci giocano d’accumulo, confondono l’horror col porno-soft e mettono a cuocere tanta di quella carne che la metà pare pretestuosa.
  • Glee: annus horribilis per Murphy, che non convince nemmeno con la comedy The New Normal, che sembra voler dare il colpo di grazia alla sua creatura più famosa. Le storie e la messinscena non interessano più a nessuno, ma il dramma è che non interessano più nemmeno le canzoni se si raschia il fondo del barile con Gangnam Style.
  • Beauty and the Beast: ennesima boutade targata The CW in cui la classica favola diventa un poliziesco e una storia d’amore. Attori sotto il livello di guardia e storia che si trascina già alla metà del pilot. Da dimenticare.
  • Emily Owens M.D.: Grey’s Anatomy già non brilla negli ultimi tempi, sorbirsi la sua versione quasi teen è improbo. Specie se tutto ciò è un veicolo per far vedere che la figlia di Meryl Streep valga almeno un briciolo della madre. Operazione fallita.
  • The Client List: Jennifer Love Hewitt fa la massaggiatrice erotica. Basterebbe questa frase per far fremere il pubblico. Ma lei è sempre vestita e i clienti, più che volerci far sesso si confessano e cercano di farsi risolvere la vita. Sceneggiature improponibili e ipocrite, messinscena da soap opera.

Top 5:

  • Game of Thrones: non tutti hanno apprezzato fino in fondo la 2^ stagione del fantasy HBO, soprattutto perché i libri sono molto complicati. Ma Weiss e Benioff riescono nel miracolo di dare ancora più sostanza, passione, spessore, violenza e tensione a una serie nata già coi migliori presagi. Grandissimo finale.
  • The Walking Dead: altro miracolo, dare compattezza a una serie piena di alti e bassi. La terza stagione è un crescendo di paura, tensione, svolte narrative intelligenti e vicende appassionanti come i personaggi. Non un cedimento e un mare di sangue per gli amanti del genere. Peccato che Glen Mazzarra lascerà dopo la 3^ stagione.
  • Mad Men: non solo dopo 5 stagioni il pluripremiato drama AMC non cala, ma anzi va migliorando. E quella del 2012 è forse la sua stagione migliore: personaggi che danno il meglio (e il peggio) di loro, riflessioni disarmanti che vanno oltre il contesto storico, scrittura celestiale che si sposa a una regia anche migliore. Ormai si è nell’Olimpo della tv.
  • Breaking Bad: ancora AMC per il drama più avvincente degli ultimi anni. La tensione è quella del purissimo thriller, dalle grottesche venature anni ’70 e dalle decine di idee visive geniali. Favoloso in ogni aspetto della produzione, ma soprattutto una delle non troppe serie  che fa venire voglia che il tempo corra fino all’episodio successivo.
  • The Newsroom: è la novità dell’anno, anche molto criticata. Ma per chi ama la tv non solo come intrattenimento intelligente, non solo come arte del racconto audiovisivo, ma anche come riflessione su alcuni dei massimi sistemi dell’epoca moderna come politica, televisione, democrazia mediatica, Sorkin è una garanzia assoluta e la serie HBO mescola la tensione dei dialoghi possenti con la forza delle proprie posizioni etiche. Non facile, ma imperdibile.

Cosa ne pensate delle nostre classifiche? Scriveteci le vostre e restate con Screenweek.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office: Detective Conan: The Scarlet Bullet primo in Cina e in Giappone, incassa $25M nel mondo 17 Aprile 2021 - 21:25

Detective Conan: The Scarlet Bullet debutta in più di 22 paesi nel mondo, al primo posto in Cina e in Giappone. L'incasso globale è di $25 milioni

Il cosmonauta – Anche Carey Mulligan nel film Netflix con Adam Sandler 17 Aprile 2021 - 20:00

Carey Mulligan sarà la protagonista femminile de Il cosmonauta, adattamento dell'omonimo romanzo di Jaroslav Kalfar, realizzato per Netflix.

Non riuscite a dormire? Questa nuova serie Netflix potrebbe aiutarvi! 17 Aprile 2021 - 19:00

A partire dal 28 aprile sarà disponibile su Netflix una nuova serie nata con uno scopo: farvi dormire!

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.