Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2012/12/james-gunn.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Guardians of the Galaxy – James Gunn rivela di aver visitato la NASA e smentisce le voci sul casting

Guardians of the Galaxy – James Gunn rivela di aver visitato la NASA e smentisce le voci sul casting

Di Marlen Vazzoler

Il regista James Gunn ha condiviso recentemente un interessante aneddoto sulla sua pagina Facebook, riguardante una sua recente visita alla Nasa, dove ha incontrato uno scienziato che lavora come consulente gratuito per l’industria cinematografica. Molto probabilmente la visita è servita per ottenere delle informazioni utili per il suo prossimo film, Guardians of the Galaxy, che ha come protagonista un ex astronauta della NASA, Peter Quill. Il post non fornisce nessuna informazione sul film, ma è certamente un’interessante lettura.

“Ieri ho passato qualche ora con uno dei rappresentanti della NASA dei Jet Propulsion Laboratories, che fa parte di un gruppo di scienziati che lavorano come consulenti dell’industria del cinema (gratuitamente) per contribuire a dare una maggiore comprensione della scienza nei film. Sono state poche ore assolutamente affascinanti con uno dei ragazzi più intelligenti e competenti che abbia mai conosciuto. Dopo aver aver esaminato una tonnellata di informazioni sulle possibilità dei viaggi nello spazio, della vita aliena, ecc. ho dovuto iniziare a interrogarlo su alcuni dei miei argomenti scientifici preferiti.
Una delle domande era, ovviamente, se l’effetto serra era reale ed era causato dagli esseri umani. La sua risposta è stata, in sostanza, certamente. Ha detto che non vi è quasi nessun dissenso tra gli scienziati sul fatto che l’effetto serra è reale ed è causato dagli esseri umani. Quando si vede una tesi che dice il contrario, quasi sempre è di qualcuno che non fa parte del campo scientifico (cioè un sociologo o qualcosa del genere). Ha detto che tutto il dissenso, molto semplicemente, sono le voci create da quello che è potenzialmente un giro di affari da 800 trilioni di dollari con il petrolio (intende quello che resta del business petrolifero qui sulla terra). Dice che i disastri naturali che si sono verificati – Katrina, Sandy, e così via – continueranno ad accadere fino a quando gli esseri umani si troveranno alle corde e dovranno fare qualcosa.
Dice che è molto chiaro a qualsiasi scienziato che sa leggere i dati, che l’attuale cambiamento rapido dei modelli climatici è un’anomalia non coerente con la storia del pianeta (probabilmente la tesi principale di quelli che sostengono che il cambiamento climatico è reale, ma non è causato dagli esseri umani). Sul lato positivo, crede che possiamo fare la differenza se affrontiamo i problemi che si stanno verificando.
Quindi sapete, io non sono un liberale con una coperta. Qualche anno fa ho messo in dubbio se il cambiamento climatico è stato causato dagli esseri umani. Ma ogni singolo scienziato con cui ho parlato in quel periodo di tempo – e intendo ogni singolo – faceva esattamente l’eco della posizione di questo scienziato della NASA. Mi sono convinto che il cambiamento climatico è reale ed è causato dagli esseri umani, e questo non è un problema politico, ma scientifico. Sono convinto che non ci sono ‘due facce’ nella corrente principale della comunità scientifica – solo una. L”altra parte’ è sostenuta esclusivamente da politici e uomini d’affari che hanno qualcosa in gioco oltre alla verità.
Dato che sentivo di essere soddisfatto del mio incontro di ieri – ha detto che ci sono delle cose che possiamo fare per rendere il pianeta più sicuro per tutti noi, e l’energia solare è un inizio – ho sentito il bisogno di condividere la mia esperienza qui”.

Per quanto riguarda invece Guardians of the Galaxy, il regista ha twittato questa mattina:

“Quasi tutto quello che c’era nell’articolo di Variety sul casting di Guardians of the Galaxy (e i seguenti articoli che l’hanno usato come base) era/è inaccurato”.

Purtroppo il tweet è stato cancellato, ma CBM è riuscito a fare in tempo uno screenshoot. L’articolo di Variety, riportava che Jim Sturgess e Zachary Levi erano i frontrunner per il ruolo e che un terzo attore era stato preso in considerazione. Il regista dice che ‘quasi tutto’ era incorretto, quindi possiamo dedurre che forse uno di questi attori è veramente in lizza per il ruolo di Peter Quill/Star Lord. Ma chi?
I Guardiani della Galassia fa parte della cosiddetta Fase 2, la seconda ondata di cinecomic che comprende Iron Man 3 (24 aprile 2013 in Italia), Thor: the Dark World (7 novembre 2013 in Italia), Captain America: the Winter Soldier (3 aprile 2014 in Italia) e si concluderà con The Avengers 2 (1 maggio 2015 in America). Il film di Gunn uscirà nei cinema italiani il 22 ottobre 2014. Per rimanere aggiornati sulla produzione del film seguite le news dal blog.

Fonti CBM, James Gunn

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Elvis: Un assaggio della nuova canzone di Eminem e CeeLo Green 23 Maggio 2022 - 19:55

Oltre a Eminem e CeeLo Green, la colonna sonora contiene anche "canzoni e registrazioni originali" dello stesso Presley e del suo interprete Austin Butler. Svelati gli artisti coinvolti

Sister Darkness: un horror gotico nel futuro del regista Alex Proyas 23 Maggio 2022 - 19:45

A quanto pare Alex Proyas, regista del film cult Il corvo, ha trovato il suo prossimo progetto cinematografico...

Top Gun: Maverick, il video dalla première milanese 23 Maggio 2022 - 19:30

Paramount ci mostra le immagini dalla première milanese (e dal suo red carpet) organizzata insieme a Eagle Pictures per Top Gun: Maverick.

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.

She-Hulk, il trailer spiegato a mia nonna 18 Maggio 2022 - 8:43

Finalmente la She-Hulk di Tatiana Maslany in azione e... ma chi sono tutti quei tizi?

Bang Bang Baby, episodi 6-10: una chiusura col botto (no spoiler) 16 Maggio 2022 - 14:45

Sì, anche il secondo blocco di episodi di Bang Bang Baby, la serie di Prime Video, merita assolutamente la visione.