Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2012/11/movies_tower_block_final_poster.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Torino 2012 – Tower Block, la recensione in anteprima

Torino 2012 – Tower Block, la recensione in anteprima

Di emanuele.r

A volte, magari spesso, il miglior cinema di genere si basa su una semplice idea, che attrae il pubblico e permette ai registi di elaborare storie interessante. Tower Block (fuori concorso in Rapporto confidenziale a Torino 2012), lungometraggio d’esordio del duo Reggie Thompson e James Nunn, parte propria da una singola, brillante idea, per realizzare un film di genere come si deve.

Nel palazzo di fronte alla Serenity House, fatiscente e sinistro condominio della periferia inglese, un cecchino, appostato chissà dove, trasforma l’edificio in una gabbia di morte dalla quale è impossibile fuggire. Riusciranno i residenti a mettere da parte paure, differenze e sospetti per trovare una via di fuga verso la vita? Scritto da James Moran, Tower Block è un thriller claustrofobico figlio di Carpenter che racconta la crisi abitativa inglese da cui nacquero le rivolte del 2011, attraverso il meccanismo del mistery.

Popolato da un gruppo di personaggi da manuale, tra disagiati e spacciatori, anziani e famiglie, sbruffoni e timorosi, il film mette in scena l’umanità di fronte all’abisso della disperazione, non solo per la situazione mortale che si trovano ad affrontare, ma anche perché costretti a sloggiare a causa della demolizione del palazzo: in questo contesto Thompson e Nunn descrivono le reazioni – velando la metafora politica – contro un nemico invisibile e minaccioso, quasi onnipotente. Non a caso, quando si scoprono ‘identità e motivazioni la tensione cade un po’.

Nondimeno, Tower Block è una pura scheggia di genere, che guarda al miglior cinema anni ’70 nei setting, nella costruzione, persino nelle musiche elettroniche di Owen Harris e che compendia gli elementi centrali per un thriller del genere: scrittura e messinscena, ritmo e tensione. E attori perfetti in ruoli “comuni” tra cui spicca Sheridan Smith, insospettabile John McClane al femminile. Nient’altro, ma basta e avanza.

News e recensioni dal Torino Film Festival solo su Screenweek. Restate con noi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Festival di Cannes 2022 – La Palma d’Oro è Triangle of Sadness, tutti i vincitori 28 Maggio 2022 - 21:48

La 75ma edizione del Festival di Cannes è appena terminata. Ecco tutti i vincitori...

Young Jedi Adventures: su Disney+ una nuova serie animata di Star Wars 28 Maggio 2022 - 19:24

Nel corso della Star Wars Celebration è stata annunciata una nuova serie animata, Star Wars: Young Jedi Adventures.

Shin Ultraman: L’intro online per 48 ore, il film supera 1.5 milioni di biglietti venduti 28 Maggio 2022 - 19:12

Un analisi dell'andamento di Shin Ultraman al box office giapponesi, e il punto della situazione dei tre distributori principali fino ad aprile.

Obi-Wan Kenobi: perché tanto noi nerd di Star Wars ci fissiamo sui dettagli (spoiler) 27 Maggio 2022 - 15:13

Ma cosa ci fa [OMISSIS] in Star Wars? E non può trovarsi degli scagnozzi migliori?

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei