L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Roma 2012: Tar, la recensione in anteprima

Di emanuele.r

Tra le poche stelle internazionali passate per l’Auditorium, forse la più lucente è quella di James Franco, venuto al festival di Roma per incontrare il pubblico assieme al grande artista Gordon Douglas, presidente della giuria CinemaXXI, e per presentare Tar, la sua più recente fatica come attore e soprattutto produttore: un film collage, basato sulle poesie di C. K. Williams e diretto collettivamente da 11 registi esordienti (Edna Luise Biesold, Sarah-Violet Bliss, Gabrielle Demeestere, Alexis Gambis, Brooke Goldfinch, Shripriya Mahesh, Pamela Romanowsky, Bruce Thierry Cheung, Tine Thomasen,Virginia Urreiztieta e Omar Zúñiga Hidalgo).

Il film dipinge la vita del poeta premio Pulitzer, interpretato da 4 attori più lo stesso Williams che legge le sue poesie, i suoi ricordi, la storia d’amore con Catherine. Scritto dagli stessi registi, Tar è un biopic molto sui generis, che ovviamente sceglie l’andamento del poema influenzato da Malick piuttosto che il racconto, i frammenti estetizzanti piuttosto che i blocchi narrativi, ricordando il ben più riuscito Urlo di Epstein e Friedman (non a caso, interpretato proprio da James Franco).

Un grande zibaldone, in cui il montaggio di Jennifer Ruff e la fotografia di Pedro Gòmez Millan e Bruce Thierry Cheung amalgamano contributi diversi per stile, attore, idee di regie e approcci al personaggio, calcando la mano su un’estetica tanto spinta quanto già vista. Operazione produttivamente e teoricamente interessante che però fallisce proprio in virtù delle sue stesse ambizioni, sfruttando molti luoghi comuni visivi e stilistici (dalle sfocature ai neon, dalla voce fuori campo alla musica emotiva di Garth Neudtstadter e Daniel Wohl) e faticando a trovare un cuore al progetto, comunque nobile e dignitoso nella caduta.

Meglio Dreams, il cortometraggio posto in apertura e diretto dallo stesso Franco: un sogno in un’unica inquadratura, in un cui una casa e le sue scene di vita diventano parte di una natura molto più ampia. Un’idea di cinema enormemente visionaria che però, in meno di 2 minuti, fatica a dirompere. Comunque molto promettente.

Non perdetevi il gran finale del festival di Roma solo su Screenweek.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Star Wars: nella serie su Cassian Andor ci saranno anche Obi-Wan Kenobi e Ahsoka Tano? 6 Marzo 2021 - 20:00

Alcuni interessanti rumor sulla serie live-action di Star Wars dedicata a Cassian Andor, le cui riprese sono attualmente in corso, hanno cominciato a circolare nel web.

Il cast di Chucky: ecco chi sfiderà in TV la Bambola Assassina 6 Marzo 2021 - 19:00

La serie sequel de La bambola assassina, creata da Don Mancini, ha scelto i teenager protagonisti

Prank Encounters: tornano gli scherzi da brivido di Gaten Matarazzo, il trailer della Stagione 2 6 Marzo 2021 - 18:00

Netflix ha diffuso il trailer della seconda stagione di Prank Encounters – Scherzi da brivido, la serie candid camera che vede la partecipazione di Gaten Matarazzo, aka il Dustin di Stranger Things.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.