( ! ) Warning: getimagesize(http://blog.screenweek.it/wp-content/uploads/2012/11/suspension-of-disbelief.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 497
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000396592{main}( ).../index.php:0
20.0001398040require( '/var/www/html/wp-blog-header.php' ).../index.php:17
30.314255467200require_once( '/var/www/html/wp-includes/template-loader.php' ).../wp-blog-header.php:19
40.318355475704include( '/var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/single.php' ).../template-loader.php:106
50.318355475704get_header( ).../single.php:10
60.318355476080locate_template( ).../general-template.php:48
70.318355476176load_template( ).../template.php:716
80.318455495768require_once( '/var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/header.php' ).../template.php:770
90.318555495768wp_head( ).../header.php:38
100.318555495768do_action( ).../general-template.php:3015
110.318555496144WP_Hook->do_action( ).../plugin.php:470
120.318555496144WP_Hook->apply_filters( ).../class-wp-hook.php:327
130.377057012392non_amp_structured_data( ).../class-wp-hook.php:303
140.377257014032getimagesize ( ).../functions.php:497
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Roma 2012: Suspension of Disbelief, la recensione in anteprima

Di emanuele.r

Il meta-cinema è materia delicatissima, oltre che abusata. Ci vuole poco per cadere nel groviglio meccanico o nella velleità, e soprattutto diventa più difficile appassionare lo spettatore. Nonostante queste controindicazioni, Mike Figgis torna alla regia di lungometraggio, dopo un periodo di tv e sperimentazioni, con Suspension of Disbelief, noir meta-filmico presentato nella sezione CinemaXXI del Festival del Film di Roma.

Protagonista è  Martin, uno sceneggiatore e scrittore di talento, che dopo la scomparsa della moglie, la morte della misteriosa e affascinante Angelique e l’arrivo della sorella gemella Therese nella sua vita, comincia a cambiare e con lui il suo lavoro. Scritto dallo stesso Figgis, Suspension of Disbelief (titolo riferito alla sospensione d’incredulità che permette di emozionarsi e di prendere per vera la finzione cinematografica) è un film che cerca di smontare i meccanismi del nero shakerando Hitchcock (o meglio De Palma), Wenders e la Nouvelle Vague.

Costellato da una lezione di teoria della sceneggiatura tenuta dal protagonista, il film è un gioco con lo spettatore che – come lo stesso Martin – deve cadere nelle trappole seduttive della femme fatale attraverso immaginazione, giochi di specchi, messe in abisso tra script, film in fase di riprese e realtà che ispira un film ispirato dalla realtà. Però, più che riflettere sul rapporto tra creazione e realtà, Figgis si diverte a mettere in dubbio le certezze dello spettatore di noir, a giocare tra manierismo sfrenato e ironia, lasciandosi andare a dosi di improvvisazione e riscrittura in fieri.

Il gioco forse è datato e magari non del tutto appassionante, come dimostrano le sorprese e gli ingranaggi non sempre oliati, rendendo più interessante il discorso sui formati, i mezzi e le tecniche di ripresa; ma Suspension of Disbelief non manca di charme, di finezze, di acume – per esempio il finale all’aeroporto (che riprende il discorso sui film di Bogart, all’inizio) e seppur appesantito da ambizioni teoriche non del tutto necessarie, è un’opera intrigante anche grazie alla solidità recitativa di Sebastian Koch e al suadente duetto di protagoniste, Lotte Verbeek e Rebecca Night.

Restate con Screenweek per tutte le novità dal festival di Roma.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.