Roma 2012: Razzabastarda, la recensione in anteprima

Roma 2012: Razzabastarda, la recensione in anteprima

Di emanuele.r

C’è anche chi come Alessandro Gassman per esordire non va poi tanto sul sicuro. E’ vero che Razzabastarda, presentato nella sezione Prospettive Italia al festival di Roma, nasce da un’opera teatrale di successo, ma è pur vero che adattarla non è un gioco e che l’opera in sé, per temi e toni è un discreto schiaffo allo spettatore.

Gassman è anche interprete nel ruolo di Roman, uno spacciatore romeno di sangue gitano (da qui il titolo), che fa di tutto per tenere il figlio, il “cucciolo Nicu” di seconda generazione, lontano dalla droga e dai guai. E per farlo cerca di mettere su il colpo di una vita. Scritto da Gassman con Vittorio Moroni a partire dalla pièce di Reinaldo Povod adattata da Edoardo Erba, Razzabastarda è una tragedia urbana e sottoproletaria, arrabbiata, fisica e disperata, non senza una vena d’ironia e di disperata tenerezza.

Ambientato nella periferia più degradata di Latina, il film è uno spaccato contemporaneo, che guarda tanto all’Odio di Kassovitz quanto alla tv cinica di Ciprì e Maresco, narrato con gli occhi di un uomo buono e pessimo, dal disperato bisogno di affetto e dalla profonda tristezza nei confronti di ciò che non può dare al figlio (“Io vivo perché tu sia felice”, gli dice): Gassman racconta – in modo tanto vicino e tanto lontano da Alì ha gli occhi azzurri di Giovannesi, in concorso qui il festival – la situazione drammatica e problematica di chi vive ai margini attraverso un doppio adattamento, riuscito in entrambi i casi: da una parte, portare la realtà dei cubani di New York fino alla periferia laziale adattandola a una drammaturgia italiana venata di umorismo amaro, dall’altra portare il palcoscenico sul grande schermo dando forza alla ricerca estetica (bianco e nero magnifico di Federico Schlatter con esoterici inserti di colore).

Ne esce un film sorprendente, coeso con la realtà che vuole raccontare ma capace di trasfigurarla con lo stile, che specifica i contesti grazie alla narrazione e che sa vivere della fisicità sottoproletaria dei suoi protagonisti. Certo, se fossimo in un paese dalle diverse abitudini cinematografiche, Razzabastarda sarebbe stato più violento e duro, più coraggioso in certi passaggi, ma resta comunque – specie alla luce del finale – un’opera dal respiro e dalla cupezza inconsueti, che Gassman interpreta con la sicurezza incredibile di un ruolo che si è portato per anni e che trasmette al giovane Giovanni Anzaldo, all’irresistibile Manrico Giammarota e a una sontuosa Madalina Ghinea. Fenomenale, come sempre, il cameo di Michele Placido. Una sorpresa che ancora dobbiamo capire perché non è in concorso.

Il festival è agli sgoccioli: i vincitori e le ultime novità solo su Screenweek.

LEGGI ANCHE

Ghostbusters: Minaccia glaciale, le nuove immagini di Total Film 28 Febbraio 2024 - 13:00

Personaggi vecchi e nuovi nelle immagini di Ghostbusters: Minaccia glaciale pubblicate da Total Film. Rudd e Coon parlano della Ecto-1.

Dune – Parte due, tre nuove clip con Feyd-Rautha e Irulan 28 Febbraio 2024 - 11:00

Feyd-Rautha, Irulan, Paul e Chani nelle nuove clip di Dune - Parte due, in uscita oggi nelle sale italiane.

Immaculate, prima clip per l’horror con Sydney Sweeney 28 Febbraio 2024 - 9:15

Sydney Sweeney è una suora che si trasferisce in un convento italiano, ma qualcosa va storto: ecco la prima clip di Immaculate.

The Watchers: il teaser trailer del film diretto da Ishana Night Shyamalan 27 Febbraio 2024 - 18:21

The Watchers – Loro ti guardano è l'esordio al lungometraggio di Ishana Night Shyamalan, figlia di M. Night Shyamalan.

Dune – Parte Due, cosa e chi dovete ricordare prima di vederlo 27 Febbraio 2024 - 11:57

Un bel ripassino dei protagonisti e delle loro storie, se è passato un po' di tempo da quando avete visto Dune.

City Hunter The Movie: Angel Dust, la recensione 19 Febbraio 2024 - 14:50

Da oggi al cinema, per tre giorni, il ritorno di Ryo Saeba e della sua giacca appena uscita da una lavenderia di Miami Vice.

X-Men ’97: che fine ha fatto Xavier (e perché ora c’è Magneto con gli X-Men)? 16 Febbraio 2024 - 10:44

Come si era conclusa la vecchia serie animata degli anni 90? Il Professor Xavier era davvero morto? (No)

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI