L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Roma 2012 – Populaire, le gare di dattilografia incantano il Festival!

Di Leotruman

Populaire Déborah François dal film - Foto 3

Ancora una volta si esce dalla sala esclamando “Ma perché non l’abbiamo fatto noi?!”. Ancora una volta rapiti da uno splendido film francese in questo 2012 sempre più monopolizzato a livello europeo, a livello quantitativo ma soprattutto qualitativo, dal cinema d’oltralpe.

Questa volta si tratta addirittura di un’opera prima, esordio infatti alla regia in un lungometraggio per Régis Roinsard. Chi avrebbe mai scommesso che le gare di dattilografia sono (o meglio erano) così affascinanti ed appassionanti? L’autore francese è partito da questo stranissimo “sport”, così in voga e seguito negli anni ’50, e ci ha ricamato sopra una deliziosa commedia che ha convinto ed incantato il Festival di Roma, dove è stato presentato nella sezione Fuori Concorso.

Rose Pamphyle, 21enne figlia di un droghiere, parte per Lisieux in cerca di fortuna. Aspira a diventare segretaria, un lavoro sempre più di moda e ricercato, ma è imbranata e goffa. L’unica sua qualità innata è battere a macchina con grande velocità, anche se con sole due dite. Louis Echard decide di assumerla, ma non per le sue doti di segretaria: inizierà ad allenare il suo talento, per cercare di presentarla alle prestigiose gare di dattilografia con un unico scopo, diventare campionessa nazionale.

Populaire Romain Duris Bérénice Bejo foto dal film 1

Con poche righe di trama sulla carta chi mai avrebbe investito ben 15 milioni di euro per realizzare una pellicola di questo tipo? Eppure i francesi l’hanno fatto e hanno dato fiducia all’esordiente Roinsard, che ci lavora ben dal 2004. Lavorando sodo ha raccolto frammenti di informazioni, immagini e video ricreando perfettamente il mondo di queste gare particolari. Pensate che negli USA si riempivano teatri e velodromi con tifo da stadio durante le finali (c’è ancora qualche raro video a dimostrarlo). L’impegno produttivo maggiore è stato certamente ricreare le atmosfere le scenografie degli anni ’50, un lavoro a dir poco eccellente. Ancor più di Pleasentville, film tra le fonti di ispirazione per Roinsard, Populaire è l’Argo degli anni ’50 in quanto a cura dei dettagli e ricostruzione perfetta di quel mondo.

Come dicevo prima, questa è però solo la base del film, che ha la sua forza in una storia (d’amore) lineare e semplice, ma mai banale, che offre spunti anche per indagare sulla condizione della donna nel 1958, ad un passo dall’inizio del processo di emancipazione. Il tutto è reso ancor più perfetto da un cast azzeccato. Abbiamo Déborah François (L’Enfant) nei convincenti panni della protagonista. C’è Romain Duris, visto lo scorso anno nella commedia di successo Il Truffacuori (titolo italiano atroce, ma 5 nomination ai César). Presente anche la candidata all’Oscar Bérénice Bejo, co-protagonista di The Artist qui in una piccola ma significativa parte.

Sì, si possono ancora realizzare bene e con grande attenzione e cura anche semplici commedie che non hanno pretese enormi, e Populaire ne è la prova. A prescindere dall’affascinante ambientazione degli anni ’50, è proprio la cura dei dettagli a convincere e la sensazione che si prova è di grande rispetto nei confronti di un pubblico pagante. Non si può non paragonarlo a prodotti nostrani che peccano, più che per il soggetto e la sceneggiatura, per una realizzazione frettolosa e trascurata.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Joker 2: Martin Scorsese sarà uno dei produttori del film, attualmente in sviluppo? 18 Settembre 2021 - 17:12

Nell'ultimo numero di Production Weekly scopriamo che Martin Scorsese sarà uno dei produttori di Joker 2, attualmente in sviluppo.

Batman Day – Il futuro dell’Uomo Pipistrello fra cinema e TV 18 Settembre 2021 - 17:00

In occasione del Batman Day, ecco riunite tutte le produzioni attualmente in corso che vedono partecipe l'Uomo Pipistrello!

Cry Macho – Cowboy, galli e cavalli nella nuova featurette 18 Settembre 2021 - 16:00

La nuova featurette di Cry Macho, film diretto e interpretato da Clint Eastwood, è dedicata agli animali che hanno lavorato sul set.

He-Man and the Masters of the Universe, la recensione 16 Settembre 2021 - 9:30

Un godibilissimo remake della storia di He-Man e dei Masters, per ragazzini di ogni età (pure sopra i quaranta, sì).

Guida pratica al mondo di Dune 14 Settembre 2021 - 9:15

Dai film ai videogiochi, da Star Wars a Miyazaki, tutto quello che è nato dal romanzo di Dune (che nessuno voleva pubblicare).

Star Trek, i 55 anni del sogno di Gene Roddenberry 8 Settembre 2021 - 15:51

Cinquantacinque anni fa andava in onda il primo episodio di Star Trek, "la carovana del vecchio West lanciata nello spazio".