L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Roma 2012: Centro històrico, la recensione in anteprima

Di emanuele.r

Un viaggio nel cuore del Portogallo, storico e contemporaneo, attraverso una città, Guimaraes, eletta capitale europea del 2012. E’ questa la base di Centro històrico, film collettivo a episodi diretto da Aki Kaurismaki, Pedro Costa, Victor Erice e Manoel De Oliveira, che ha aperto CinemaXXI, la sezione sperimentale e alternativa del 7° Festival del Film di Roma.

O tasqueiro racconta di un ristoratore che cerca di rinnovare il proprio locale e la propria vita; Lamento da vida jovem vede un vecchio in preda ai fantasmi del passato; Vidros partidos visita i cascami di una grande fabbrica chiusa; O conquistador, conquistado riflette sul corso della storia e su come essa sia diventata “materia per turisti”. Scritto dai rispettivi registi, Centro històrico cerca di mettere a nudo contraddizioni e piccoli drammi del Portogallo nel corso degli anni diventando raffinato cinema della memoria.

Attraverso quattro stili e temi differenti ognuno dei registi affronta nodi che sanno spostarsi dal particolare all’universale, da Guimaraes all’Europa e oltre: il bisogno per l’economia, ma soprattutto per le persone, di saper guardare oltre i propri limiti, la guerra civile tra governo fascista e rivoluzionari, la crisi che ha spazzato storie e ricordi, i tempi che cambiano e la necessità di adattarsi. Ma anche ovviamente un momento per ogni regista di ragionare sul proprio cinema: se Kaurismaki mette più allegria del solito in un piccolo riquadro di adorabile marginalità (e praticamente muto), Costa invece esalta una visione di cinema d’arte e autore ostica per gran parte del pubblico, rifacendosi a Straub e Huillet; se De Oliveira ricama una piccola “barzelletta” sull’ironia della storia, Erice invece (l’episodio più bello) cristallizza le esperienze personali, le rarefa costruendo un’odissea nella memoria e nella realtà nascosta dalla recitazione struggente.

Centro històrico, coi suoi alti e bassi, e le sue differenze congenite, è un piccolo film che sa aprirsi a grandi questioni, prova della vitale di un certo tipo di cinema che ha bisogno, oggi più che mai, di festival che sappiano diffonderlo.

Restate su Screenweek per le recensioni, le interviste, le notizie dal festival di Roma 2012.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

La regina degli scacchi: in arrivo il musical di Broadway! 8 Marzo 2021 - 20:30

Il romanzo di Walter Tevis verrà adattato dalla compagnia Level Forward, che ha ottenuto 37 nomination ai Tony Awards

WandaVision: Le domande irrisolte dopo il finale della serie 8 Marzo 2021 - 20:00

WandaVision lascia dietro di sé moltissime domande: ecco tutte le trame rimaste aperte dopo la fine della serie!

Warner Bros. festeggia gli 80 anni di Wonder Woman 8 Marzo 2021 - 19:45

DC, Warner Bros. Global Brands and Experiences e WarnerMedia celebrano con un evento globale gli 80 anni della Paladina della Giustizia e Guerriera per la Pace dell’universo DC, Wonder Woman, in occasione della Giornata Internazionale della Donna.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.