L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Lucca Comics 2012: Puella Magi Madoka Magica – Movie I: L’inizio – La recensione

Di Marlen Vazzoler

Capita spesso che vengano realizzati dei film d’animazione che riassumono una serie di episodi di una serie animata. Queste compilation possono essere realizzate utilizzando gli stessi disegni dell’anime, inserendo qua e là qualche spezzone inedito, oppure la pellicola viene animata da zero, e in alcuni casi può esser cambiato il character designer.
Il film Puella Magi Madoka Magica – Movie I: L’inizio, edito in Italia dalla Dynit e presentato in anteprima in Italia a Lucca Comics & Games, riassume i primi otto episodi della serie animata. Considerando che l’anime è composto solamente da dodici episodi, la pellicola copre 2/3 della storia, senza perderne i punti cruciali e utilizzando un ritmo narrativo più veloce che contribuisce a dare più risalto ai colpi di scena ideati da Gen Urobuchi, lo sceneggiatore della serie e dei film, e a ridurre al minimo le sequenze più lente.
Il film racconta la storia di due ragazzine delle scuole medie, Madoka e Sayaka, che vengono scelte da un essere dall’identità sconosciuta, Kyubey, per diventare delle maghette. Il loro compito è quello di proteggere gli esseri umani dalle streghe che spingono la gente al suicidio, e di ucciderle. Per ottenere i poteri necessari per affrontare questi esseri misteriosi, le piccole protagoniste possono chiedere la realizzazione di un desiderio, di un miracolo, ma non hanno idea di quale sarà il prezzo da pagare e di come questa scelta sconvolgerà non solo le loro vite, ma anche quelle delle persone che le circondano.
Già nell’anime avevamo assistito ad una grandiosa caratterizzazione dei personaggi, in particolare di Homura, Sayaka, Kyoko e Mami, che rimane anche nel film e prescinde dai soliti cliché del genere delle maghette. Ognuna di loro ha una forte identità caratteriale e i conflitti che scoppiano molto spesso tra le protagoniste, contribuiscono a evidenziare ulteriormente le loro personalità, che inducono un inaspettato attaccamento ai vari personaggi, a prescindere dallo screening time che gli è stato dedicato. Bisogna fare un discorso un po’ diverso per Madoka, che incarna le caratteristiche tipiche del genere, ricordando per questo motivo personaggi come Sailor Moon/Usagi Tsukino, che inizialmente sembrano deboli e inutili, ma che alla fine sono dotati di una grande forza. Il ridoppiaggio di tutti i dialoghi del film, permette alle doppiatrici di dare una performance migliore rispetto alla serie animata. La conoscenza della storia ha permesso a Chiwa Saito, Eri Kitamura e a Ai Nonaka di dare nuove nuance alle loro interpretazioni.

L’animazione usata nel film, è la stessa della serie animata, in complesso non saranno presenti più di 10 minuti di materiale inedito, che riguardano soprattutto le nuove trasformazioni, e dei nuovi elementi nelle scene di battaglia di Mami, che contribuiscono a dare un atmosfera più dark e ad accentuare il senso di disperazione in uno dei punti cardine della storia. Le altre differenze sono davvero minime, ma in alcuni casi servono per riempire alcuni buchi di sceneggiatura e a dare un senso di maggior completezza alla storia. Rimane impeccabile l’ambientazione dei luoghi in cui si annidano le streghe, ricchi di simbolismi, che risaltano il contrasto della storia di Madoka, grazie al mantenimento degli aspetti più leggeri della serie, ovvero le scene ambientate di ambientazione scolastica e quelle a casa della protagonista. La sequenza dei titoli di testa, strizza un po’ l’occhio al fandom, concentrando la maggior parte delle scene con Homura e Madoka, e poi mostrando del materiale inedito sull’infanzia di Madoka.
La canzone della sequenza di apertura è cantata nuovamente dalle ClariS, che si erano già occupate di cantare l’opening, ‘Connect’, della serie animata. Questa nuova canzone e la potente colonna sonora di Yuki Kaijura aiutano a evidenziare quel senso di ansietà e anticipazione che permea la tragica storia delle protagoniste, portato ai massimi livelli nell’ultima immagine dei titoli di coda.
Il film è un prodotto da vedere assolutamente, specialmente per chi ha sentito parlare della serie animata ed è curioso di conoscere la storia. La qualità complessiva dell’opera è di altissimo livello, l’unico neo è presentato dal pochissimo materiale inedito, che sicuramente verrà analizzato e comparato con quella della serie animata, fotogramma per fotogramma, quando sarà disponibile per l’home video. Infine ricordiamo che in questa proiezione mostrata a Lucca Comics & Games, il pubblico ha potuto vedere un video messaggio realizzato appositamente dalle sei doppiatrici principali, per l’anteprima del film.
Puella Magi Madoka Magica – Movie I: L’inizio verrà ripresentato al San Marino Anime Festival, assieme a Madoka Magica – Parte 2 – La storia infinita, dal 7 al 9 dicembre.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Anna Bolena: il teaser trailer della serie con Jodie Turner-Smith 16 Maggio 2021 - 14:00

Dopo la prima immagine ufficiale, ecco il primo teaser trailer della nuova miniserie in tre parti su Anna Bolena, interpretata da Jodie Turner-Smith.

La casa di carta: terminate le riprese della stagione 5, l’annuncio ufficiale 16 Maggio 2021 - 13:00

La quinta e ultima stagione della serie spagnola arriverà prossimamente su Netflix

Crudelia: il lato Dark di Emma Stone nella Londra Punk Rock degli anni ’70 16 Maggio 2021 - 12:00

Crudelia racconta le origini di una delle antagoniste più celebri, e alla moda, del mondo del cinema. Abbiamo seguito la conferenza stampa virtuale del film, che ci ha permesso di conoscere meglio questa storia, che ha già conquistato la trama oltreoceano.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.